cerca CERCA
Lunedì 14 Giugno 2021
Aggiornato: 00:05
Temi caldi

Virus

alternate text

Covid, vaccino Cina da virus inattivato: "Sicuro e induce anticorpi"

E' risultato sicuro e in grado di indurre una risposta immunitaria in volontari sani il candidato vaccino anti Sars-CoV-2 cinese 'BBIBP-CorV', basato sul virus inattivato. E' quanto emerge dai risultati preliminari dello studio controllato randomizzato di Fase ½, pubblicati sulla rivista 'The Lancet Infectious Diseases'. Il trial è stato condotto in Cina tra il 29 aprile e il 30 luglio 2020 e ha coinvolto più di 600 volontari sani.

alternate text

Covid, Lopalco: "Ci sono più tamponi perché più contagi non il contrario"

"Per quanto riguarda il rapporto tra contagi e tamponi, non credo che il numero dei casi positivi aumenti perché aumentano i tamponi. E' esattamente il contrario: i tamponi aumentano perché aumentano i positivi. Ovvero: ogni volta che c'è un focolaio, questo genera centinaia di tamponi, per via del contact tracing". Lo ha detto Pier Luigi Lopalco, epidemiologo e assessore in pectore alla Sanità della Regione Puglia a 'Timeline' su Sky Tg24.

alternate text

Francia, Macron: "Virus letale, coprifuoco per 4 settimane"

Il presidente francese: "Siamo nella seconda ondata, ogni giorno 200 francesi finiscono in rianimazione". Nessun lockdown totale né stop a spostamenti tra regioni ma multe di 135 euro e, in caso di recidiva, di 1.500 per chi uscirà dopo le 21

alternate text

Aids: Le Grazie (Gilead), 'In Italia 18mila persone con Hiv non sanno di averlo'

"L’infezione da Hiv nel nostro Paese è ancora sommersa: si stima che in Italia siano ben 18mila le persone affette dal virus ma che non sanno di averlo. Il nostro impegno come azienda è quello di andare oltre la ricerca, collaborando con associazioni di pazienti, clinici e istituzioni per prevenire la diffusione dell'Hiv ma anche per migliorare la qualità di vita di chi lo ha contratto e per portare mantenere alta l’attenzione sull’importanza del virus che dovrà tornare protagonista nell’agenda p...

alternate text

Covid, Germania schiera esercito. Merkel: "Misure più rigide"

La Germania rischia di perdere il controllo della diffusione della pandemia di Covid-19 se le regioni maggiormente colpite non adotteranno misure restrittive più rigide. Ad affermarlo è stata la cancelliera tedesca Angela Merkel, al termine di una videochiamata con i sindaci delle 11 principali città del Paese, durante il quale si è concordato che esperti delle forze armate e del Robert Koch Institute saranno inviati sul posto nel caso in cui le infezioni dovessero superare la cifra di 35 ogni 10...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza