cerca CERCA
Sabato 10 Dicembre 2022
Aggiornato: 05:31
Temi caldi

amazzonia

alternate text

La Corte Suprema del Brasile per la protezione dell’Amazzonia

La Corte Suprema del Brasile chiederà al governo di riattivare un fondo internazionale da un miliardo di dollari volto a proteggere la foresta amazzonica, in quanto il Paese si trova ad affrontare una deforestazione dilagante. Il fondo è stato congelato dopo che Bolsonaro si è insediato nel 2019 e ha indebolito le misure di protezione ambientale in Amazzonia, sostenendo che l'agricoltura commerciale e l'estrazione mineraria erano necessarie nella regione per ridurre la povertà. Da allora la defor...

alternate text

Le elezioni in Brasile decisive per il destino della foresta amazzonica

Le elezioni presidenziali brasiliane di domenica prossima potrebbero determinare il destino della giungla amazzonica, la più grande foresta pluviale del mondo, dopo l'impennata della deforestazione negli ultimi quattro anni sotto il presidente Jair Bolsonaro. A opporsi a Bolsonaro è l'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva, che si è impegnato a fermare ogni distruzione dell'Amazzonia e ad agire in modo aggressivo sul cambiamento climatico. La protezione della foresta amazzonica è fondamentale pe...

alternate text

Nuovo record per la deforestazione dell'Amazzonia

La deforestazione nella foresta amazzonica brasiliana ha toccato l'area più vasta mai osservata durante il mese di settembre da quando si registrano i dati, mentre gli incendi nella regione sono saliti al livello più alto in più di un decennio. I dati satellitari dell'agenzia di ricerca spaziale brasiliana INPE hanno mostrato che il mese scorso sono stati disboscati in Amazzonia 1.455 chilometri quadrati di preziosa foresta pluviale, con un aumento del 48% rispetto a un anno fa. I dati mostrano a...

alternate text

Amazzonia, deforestazione fuori controllo

La deforestazione della foresta amazzonica brasiliana ha subito un'impennata: da gennaio ad agosto sono stati disboscati in Amazzonia 7.135 chilometri quadrati, con un aumento del 19% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. E gli ambientalisti incolpano il presidente: infatti, durante il suo mandato, Jair Bolsonaro ha ridotto la sorveglianza ambientale e ha chiesto di aumentare l'agricoltura commerciale e l'estrazione mineraria in Amazzonia, suscitando indignazione per la sua gestione di u...

alternate text

L'Amazzonia colombiana devastata dalla deforestazione

La deforestazione nell'Amazzonia colombiana è aumentata di 52.460 ettari nella prima metà dell'anno e potrebbe aumentare di quasi l'11% nel 2022, secondo le stime del ministero dell'Ambiente. L'anno scorso la deforestazione totale in Colombia ha raggiunto 174.103 ettari, di cui circa due terzi fanno parte della foresta pluviale. La conservazione dell'Amazzonia, la più grande foresta di questo tipo al mondo, è considerata di vitale importanza per frenare gli effetti del cambiamento climatico, graz...

alternate text

Giù il debito per salvare l'Amazzonia

Gli indigeni dell'amazzonia stanno chiedendo alle istituzioni finanziarie di condonare i debiti statali delle nazioni sudamericane che compongono la foresta amazzonica, in cambio dell'impegno a preservare l'ambiente. L'Amazzonia è la più grande foresta pluviale del mondo e la sua salute è considerata fondamentale per evitare gli impatti più catastrofici del cambiamento climatico. L'appello proviene da un rapporto pubblicato questa settimana dal Coica, un'organizzazione di gruppi indigeni che vivo...

alternate text

L'Amazzonia brucia come non mai

Gli incendi nella foresta amazzonica brasiliana hanno registrato un'impennata nel mese di agosto, raggiungendo il valore più alto dal 2010, come hanno mostrato i dati governativi brasiliani, superando il numero di incendi dell'agosto 2019 che avevano attirato l'attenzione mondiale subito dopo l'insediamento del presidente Jair Bolsonaro. L'agenzia nazionale di ricerca spaziale INPE ha registrato 31.513 segnalazioni di incendi in Amazzonia via satellite nei primi 30 giorni del mese. Anche la defor...

alternate text

La foresta amazzonica minacciata da una strada illegale

Una strada sterrata illegale, che attraversa le aree protette dell'Amazzonia brasiliana, è ora a pochi chilometri dal collegare due delle più importanti aree di deforestazione della zona. Le strade sono importanti perché la maggior parte della deforestazione avviene lungo di esse, dove l'accesso è più facile ed il valore dei terreni è più alto. Durante il mandato del Presidente Jair Bolsonaro, la distruzione della foresta ha raggiunto un massimo da 15 anni a questa parte, infatti l'Amazzonia bras...

alternate text

Il Brasile chiude un occhio, anzi due, sulla deforestazione

Dal 2016, l’Amazzonia brasiliana ha perduto aree boschive per una superficie di dimensioni pari a quelle di El Salvador, ma la Polizia Federale - la versione brasiliana dell'FBI - non riesce a contrastare questo fenomeno. E’ quanto emerge da uno studio dell'Istituto Igarapé che ha analizzato 302 incursioni per reati ambientali condotte dalla Polizia federale in Amazzonia. Le distruzioni sono avvenute in foreste statali "non assegnate", cioè prive di un uso designato come parco nazionale o territo...

alternate text

Deforestazione record in Amazzonia

La deforestazione della foresta amazzonica brasiliana ha raggiunto un record nei primi sei mesi di quest'anno: ad andare distrutta è stata un'area grande cinque volte New York. Da gennaio a giugno, secondo l'agenzia nazionale di ricerca spaziale Inpe, nella regione sono stati abbattuti 3.988 km quadrati di foresta. Si tratta di un aumento del 10,6% rispetto agli stessi mesi dell'anno precedente e del livello più alto per quel periodo dal 2015, quando l'agenzia ha iniziato a compilare l'attuale se...

alternate text

Amazzonia, disboscamento record in aprile

Disboscamento in Amazzonia, in aprile è record: per la prima volta durante la stagione delle piogge, in un solo mese, sono stati abbattuti più di 1000 chilometri quadrati di foresta. Quella di Amazonas è la regione più colpita a causa dei lavori per ripristinare l’autostrada transamazzonica BR-319, un progetto fortemente voluto dal presidente brasiliano Bolsonaro. Il 2022 rischia quindi di diventare un anno nero per la perdita di foreste e dunque di biodiversità, infatti da inizio 2022 sono stati...

alternate text

L'esperto Bevilacqua: "opportunità per imprese italiane in Amazzonia"

Opportunità per le imprese italiane in Amazzonia anche perché in quello Stato del Brasile si trova un sistema di sviluppo economico inclusivo, ecosostenibile e tecnologico. A sostenerlo è Nunzio Bevilacqua giurista d’impresa ed esperto economico internazionale in visita il 7 e 8 ottobre alle istituzioni dello Stato di Amazzonia e della città di Manaus. Nello Stato dell'Amazzonia "non solo foresta e beni ambientali preservati molto più di quanto si possa presumere ma c'è - spiega Bevilacqua - un s...

alternate text

Greenpeace in azione a Bruxelles: "Ue è complice degli incendi"

Cinque attivisti di Greenpeace hanno scalato la facciata di 14 piani della sede della Commissione Europea, a Bruxelles, ed esposto uno striscione di 30 metri con il messaggio 'Amazon fires – Europe guilty'. Lo striscione riproduce un foro nell’edificio attraverso il quale si vede l’Amazzonia in fiamme. Alcuni attivisti a terra hanno aperto invece degli striscioni in diverse lingue, su quello in italiano si legge 'L’Europa griglia, l’Amazzonia brucia'.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza