cerca CERCA
Giovedì 11 Agosto 2022
Aggiornato: 12:31
Temi caldi

ansia

alternate text

Nuove strade per combattere l’ansia

In alcune famiglie l'ansia rappresenta una costante: ora una ricerca pubblicata su “JAMA Network Open” conferma che disturbi di questo tipo si trasmettono di madre in figlia o di padre in figlio, e che avere l'altro genitore poco ansioso protegge i figli a rischio. Un team di ricercatori ha esaminato un set di dati riferibili a circa 400 bambini canadesi dall’età media di 10 anni. Quelli che avevano un genitore dello stesso sesso con un disturbo d'ansia avevano quasi tre volte la possibilità di s...

Ucraina: psicologi, 'con bombardamento notizie cresce disagio, stress e ansia anche al lavoro'

Dall’inizio della guerra in Ucraina, e in queste ultime settimane, "abbiamo avuto un aumento di situazioni di disagio psicologico abbastanza importanti". A dirlo all'Adnkronos è il presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine degli psicologi (Cnop), David Lazzari. Un ruolo "importante", per Lazzari, lo stanno giocando media e social. "Mettono in evidenza il conflitto in maniera ripetitiva, amplificando i disturbi - spiega -. Non dico che non debba esserci informazione ma c'è un bombardamento me...

alternate text

Covid e turbe mentali e psichiatriche: aumentano ansia e depressione e si impennano i costi per 10 miliardi di euro ogni anno

Pollenzo, 14 febbraio 2022 - La pandemia ha prodotto in tutto il mondo, oltre alla morte e alla malattia di decine di milioni di persone, sconvolgimenti sociali ed economici e un drammatico aumento dell’incidenza di disturbi mentali, dovuti sia all’effetto diretto del virus che ad eventi ambientali, quali l’isolamento, la convivenza familiare forzata, la DAD ed altri. In Italia questo fenomeno è stato particolarmente evidente nei bambini e negli adolescenti, che hanno sviluppato soprattutto distu...

alternate text

Covid: Del Conte, 'legge green pass in azienda costituzionale, dire no solo un pretesto'

"Una legge che imponga il Green Pass sul lavoro sarebbe in piena coerenza con i principi costituzionali non contro. E sarebbe anche in coerenza con la lunga storia di battaglie per migliorare le condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori. Se consideriamo inoltre che il Covid è riconosciuto dall'Inail come una malattia professionale e per questo risarcibile se derivata dal luogo di lavoro, allora il cerchio si chiude perfettamente: non c'è una ragione vera per non adottare tutte le misure per...

alternate text

Covid, psicanalista Lucattini: "Adolescenti sfiniti, più disagio in seconda fase"

Gli adolescenti sono "sfiniti, psicologicamente molto stanchi e hanno un forte senso di precarietà". E il disagio, attraverso sintomi di ansia e depressione, si è acuito nelle seconda fase della pandemia: il disturbo post traumatico da stress, legato al lockdown di marzo, "si è trasformato in un disturbo da disadattamento con una sintomatologia più stabile e più duratura, che sta provocando anche sintomi fisici, come somatizzazioni, problemi di concentrazione importanti. Con conseguenze sul piano...

alternate text

Covid: Costa (Auser), 'con circoli chiusi anziani più soli, 300mila cercano 'compagnia telefonica''

Isolamento, solitudine, paura: è la triade che scandisce le giornate della maggioranza degli anziani del nostro Paese, ad un anno dall'inizio della pandemia. "Centri sociali chiusi, sospese tutte le attività che creano assembramento, il turismo sociale, nipoti e familiari lontani" spesso perché potenziali untori. Circoli viziosi che "esasperano le fragilità e le insicurezze di chi vive un'età particolare, soprattutto se non inserito in un contesto familiare". Tanto che l'Auser, Associazione per l...

alternate text

Rotocalco n. 44 del 28 ottobre 2020

 La piccola pesca divorata dal sovrasfruttamento degli stock ittici. Covid - 19, tra ansia e stress sale la paura per un lockdown totale. Il Covid cambia musica alle orchestre

alternate text

Alzheimer, pensieri negativi ricorrenti aumentano rischi

'Pensare negativo' aumenta il rischio di Alzheimer. E' quanto emerge da uno studio britannico che partendo dal legame fra i pensieri negativi ricorrenti e la depressione o l'ansia, ha voluto indagare oltre scoprendo un loro ruolo "importante" nell'insorgenza della 'malattia della memoria'.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza