cerca CERCA
Sabato 25 Giugno 2022
Aggiornato: 18:51
Temi caldi

bici

alternate text

La mobilità urbana diventa fluida, tra soft e active mobility

La mobilità nelle nostre città sta cambiando. La visione sul modo di spostarsi si estende ormai dal concetto di automobile e motocicletta individuale per arrivare a mezzi di trasporto di diversa natura in cui la bicicletta recita un ruolo da protagonista, confermato dalla grande espansione della domanda (2 milioni di pezzi venduti nel 2021 di cui 295mila a pedalata assistita +5% sull'anno precedente) , sia per trasferimenti a breve e medio raggio che per il tempo libero e lo sport. Tanto che le c...

alternate text

Bocchiola (Repower): 'Rendere ciclovie punti di unione territoriale'

“Da sempre Repower vuole essere più di un fornitore di energia: il nostro approccio consulenziale ci porta ad analizzare le medie imprese con le quali lavoriamo per portare loro un valore aggiunto. Ed è stato proprio grazie al confronto con le aziende sul territorio che abbiamo scoperto il ‘vuoto’ che circonda il mondo delle ciclovie e del cicloturismo. L’interesse di Repower per questa tipologia di mobilità emergente, sostenibile e dolce, è stato immediato". Lo ha dichiarato Fabio Bocchiola, amm...

alternate text

Bettini: 'Bici è libertà, fare di più per le ciclovie'

“Ricordo perfettamente il giorno in cui per la prima volta pedalai in sella alla mia bici senza le rotelle. Mi sentivo libero, come sospeso. Ho amato fin da subito la bicicletta e le sensazioni che dà. La velocità che si ha in bici, secondo me, è quella perfetta: inferiore a quella di una macchina ma maggiore rispetto alla camminata. Spostarsi in bicicletta permette di assaporare il viaggio, il panorama, o anche solo la libertà e il rilassamento mentale che offre una pedalata". Così Paolo Bettini...

alternate text

'Italia in bici', il cicloturismo e le sue potenzialità

Cicloturismo come alternativa di mobilità sostenibile. Questo il tema al centro della prima edizione del report 'Italia in Bici: scenari, protagonisti e indotto', realizzato da Repower e Università Iulm. "Presentare uno studio del genere ci permette di mettere in evidenza e avere conferma di alcune intuizioni che abbiamo maturato durante la pandemia. La prima e più importante è che il fenomeno del cicloturismo non è affatto passeggero e rappresenta una grande opportunità, in primis per mettere a ...

alternate text

Ciclovie e servizi, il modello Dinaclub di Repower

La creazione di nuove opportunità sul mercato cicloturistico passa anche dalle scelte dei singoli operatori del territorio, che sia individualmente che in forma associata possono far crescere il livello di servizio, e quindi accrescere notevolmente l’impatto, e l’indotto, del turismo in bicicletta. Per rispondere ad alcuni di questi bisogni chiave, Repower ha creato Dinaclub, il primo network di ricarica per e-Bike con il quale punta ad elettrificare le ciclovie d’Italia.

alternate text

Sport, Di Rocco: 'Fondamentale ripartire della scuola, la bici oggi è uno stile di vita'

"La bici oggi è uno strumento di mobilità, ma non ci sono infrastrutture in termini di sicurezza e una cultura di sviluppo dell'attività sportiva. Fondamentale a questo punto è ripartire dalla scuola". Lo ha detto Renato Di Rocco, vicepresidente Uci e candidato alla presidenza del Coni, in occasione dell’evento digitale “Lo sport al centro della ripartenza del Paese - Ipotesi e prospettive per una rivoluzione culturale” promosso da Asi, Associazioni Sportive e Sociale Italiane, in collaborazione ...

alternate text

Roma, scontro tra bici sulla ciclabile: un morto

Un uomo è morto in uno scontro tra due bici sulla pista ciclabile nel quartiere Prati a Roma. Poco dopo le 16, una pattuglia della Polizia Locale del I Gruppo Prati è intervenuta su lungotevere della Vittoria in prossimità civico 9: due bici che percorrevano entrambe la pista provenienti da largo Maresciallo Giardino in direzione piazza Monte Grappa si sono scontrate. Ad avere la peggio uno dei due ciclisti che , per cause da accertare, ha urtato il mezzo che lo precedeva e cadendo a terra ha sba...

alternate text

Mobilità: inchiesta 'Senti che aria', post Covid italiani più a piedi, meno in auto

Abitudini spesso sbagliate e nocive per l’ambiente e per sé stessi, ma la pandemia ha dato vita a un cambiamento di rotta in grado di contribuire realmente alla riduzione delle emissioni e una maggiore pulizia dell’aria. In molti, sceglieranno di spostarsi di più a piedi e in bici e sempre meno in auto, moto, scooter e utilizzando il trasporto pubblico. E' quello che emerge dall'inchiesta "Senti che aria" (che concentra l’attenzione sulla città di Milano e la sua provincia), progetto promosso da ...

alternate text

In bici da Roma al Brennero per le persone disabili - Rotocalco n. 37 del 9 settembre 2020

Flavio Fosco, classe 1983 è un imprenditore romano, appassionato di cucina. Ha vissuto in Australia, in Inghilterra, si era quasi trasferito in Germania, poi è tornato in Italia. Amante dei viaggi itineranti, non si ritiene un ciclista professionista: durante l’anno la bicicletta non la usa mai ma questa estate è partito da Roma l’8 agosto è ha raggiunto in bici il Brennero. Per poi ritrovarsi a Monaco di Baviera. Mission del lungo viaggio: una raccolta fondi per l'Aiss, cooperativa onlus che cur...

alternate text

Mobilità: post Covid, in Italia meno autobus e più bici

Nel post lockdown, in Italia come in tutto il mondo è crollato l'utilizzo del trasporto pubblico e dei servizi di sharing o flessibili, mentre è cresciuto l’uso dell’auto privata come mezzo principale, ma si è anche diffusa l’abitudine di spostarsi in bicicletta, monopattino o a piedi. A fotografare la mobilità del post Coivid è Bcg (Boston Consulting Group) nell’indagine “How Covid-19 Will Shape Urban Mobility”, che ha coinvolto 5.000 abitanti delle principali città negli Stati Uniti, Cina ed Eu...

alternate text

Esce in bici per escursione, 16enne ritrovato morto

E' stato ritrovato questa mattina senza vita il ragazzo di 16 anni disperso da ieri a Cornalba, sul Monte Alben, nel Bergamasco. Era uscito da solo per una escursione ma non è rientrato, come previsto. Per tutta la notte i tecnici della VI Delegazione Orobica, coordinati dalla Prefettura, con i Vigili del fuoco e i Carabinieri hanno perlustrato la zona, senza interruzioni. Una quarantina i soccorritori impegnati. È intervenuto anche l’elicottero di Areu abilitato per il volo notturno, partito da ...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza