cerca CERCA
Mercoledì 29 Giugno 2022
Aggiornato: 08:50
Temi caldi

borsa europea

alternate text

Piazza Affari chiude ai minimi intraday

Il pugno duro delle banche centrali manda ko i mercati. Nuova seduta in profondo rosso per le borse europee che, il day-after il meeting della banca centrale Usa (che ha alzato il tasso sui Fed Funds di 75 punti base) ed il mandato della Bce per lo scudo anti-spread, hanno dovuto fare i conti con le strette monetarie annunciate dalla Swiss national bank (che ha alzato il benchmark dal -0,75 al -0,25%) e dalla Bank of England (da 1 a 1,25%).

alternate text

Banche contrastate, Piazza Affari chiude in rosso

Chiusura di giornata nei pressi dei minimi intraday per le borse europee, penalizzate dai toni da “falco” utilizzati da Jerome Powell. Secondo il n.1 della Federal Reserve, in mancanza di segnali “chiari e convincenti” di un rallentamento dei prezzi, la banca centrale si vedrà costretta ad intensificare la normalizzazione delle condizioni monetarie. Sull'azionario milanese, dove il Ftse Mib si è fermato a 24.085,82 punti (-0,89%), spicca il buon andamento di UniCredit (+2,05%) mentre Intesa Sanpa...

alternate text

Piazza Affari in forte calo, colpa del conflitto e della Bce

Nuova chiusura in netto ribasso per le borse europee, fiaccate dalle notizie in arrivo dal fronte, l’incontro tra il ministro degli esteri russo, Sergej Lavrov, e l'omologo ucraino, Mytro Kuleba, non ha fatto emergere novità di rilievo, e da un atteggiamento valutato da “falco” emerso dal meeting della Banca centrale europea.

alternate text

Inflazione USA ai massimi da 40 anni, le borse ritracciano

Dopo una prima parte in positivo, le borse europee hanno chiuso in sostanziale parità a seguito dell’aggiornamento relativo l’inflazione USA: nel mese di gennaio i prezzi al consumo della prima economia sono cresciuti dello 0,6% rispetto a dicembre portando il dato annuo ai massimi dal 1982 al 7,5% (7% nell’ultimo mese del 2021). Sopra il consenso anche l’indice “core”, quello calcolato al netto delle componenti più volatili, cresciuto dello 0,6% mensile e del 6% tendenziale.

alternate text

Piazza Affari in positivo, tonfo di Leonardo

Nonostante le tensioni geopolitiche, e nel primo dei due giorni di riunioni del board della Federal Reserve, le borse europee hanno chiuso la seduta con il segno più. Dal fronte interno, tensioni per Piazza Affari arrivano dall’elezione del presidente della Repubblica: in attesa che venga eletto il successore di Mattarella, lo spread Btp-Bund si è confermato a 141 punti base.

alternate text

Borsa, chiusura positiva europee

Le borse europee hanno chiuso positive in scia del ritorno degli acquisti in Asia (e più tardi sugli indici USA) dopo le indicazioni espansive arrivate dalla Banca centrale cinese.

alternate text

Piazza Affari positiva nel giorno della BCE, balzo dello spread

Le borse europee chiudono poco mosse nel giorno del meeting della Banca Centrale Europea. Nonostante, come da attese, la riunione della BCE si sia chiusa con un nulla di fatto in termini di politica monetaria, la conferenza stampa di Christine Lagarde ha rappresentato un’occasione utile per provare a comprendere le future mosse dell’istituto con sede a Francoforte.

alternate text

Ftse Mib torna a salire

Chiusura di settimana all’insegna degli acquisti per le borse europee. Penalizzate ieri dal timore di un ritiro anticipato degli stimoli e dal diffondersi di nuove varianti, oggi le piazze finanziarie hanno parzialmente recuperato terreno anche grazie all’annuncio dei 650 miliardi di dollari messi in campo dal Fondo monetario internazionale per sostenere la ripresa.

alternate text

Piazza Affari poco mossa, Buzzi mostra i muscoli

Chiusura di settimana all’insegna della prudenza per le borse europee, spinte nella prima parte dai risultati positivi degli stress test sulle banche USA e dal via libera al nuovo piano infrastrutturale dell’amministrazione Biden. L'accordo, che secondo quanto dichiarato dal presidente "creerà milioni di posti di lavoro americani”, a Piazza Affari ha spinto quelle società, come Buzzi Unicem (+3,93%) e Cementir (+1,23%) direttamente interessate da questo provvedimento.

alternate text

Borse europee chiudono in progresso, Milano +0,31%

Chiusura in progresso per le Borse europee, con Milano che termina gli scambi a 25.718 punti (+0,31%). Più decisi i rialzi per le consorelle: Parigi sale a 6.601 punti (Cac +0,83%), mentre a Francoforte il Dax segna 15.689 punti (+0,76%) e a Londra il Ftse 100 archivia la seduta a 7.134 punti (+0,64%).

Ftse Mib chiude la settimana in positivo

Le borse europee hanno chiuso in positivo una settimana all’insegna della volatilità. Due sedute consecutive di rimbalzo dei listini a Wall Street hanno permesso ai mercati europei di chiudere la settimana con il segno più. In particolare, a Piazza Affari, il Ftse Mib si è fermato a 24.766,09 punti, +1,14% rispetto al dato precedente.

alternate text

Ftse Mib in rosso in chiusura di settimana

Chiusura di settimana all’insegna della prudenza per le borse europee, zavorrate dalle indicazioni arrivate dalla Cina, dove ad aprile gli indici relativi il sentiment dei direttori degli acquisti hanno fatto registrare un rallentamento.

alternate text

Ftse Mib e spread poco mossi in chiusura di ottava

Chiusura di settimana all’insegna della prudenza per le borse europee, ieri rinfrancate dal meeting della Banca Centrale Europea e dal via libera al piano di stimoli elaborato dall’amministrazione Biden. Sul paniere principale di Piazza Affari, che ha terminato poco mosso a 24.113,22 (-0,03%), spicca la performance delle azioni Telecom Italia, salite nell’ultima seduta dell’ottava del 3,26%. Nel confermare la valutazione “buy”, gli analisti di BofA Securities hanno incrementato il prezzo obiettiv...

alternate text

Piazza Affari chiude in rosso, sale a 113 pb lo spread Btp-Bund

Chiusura sotto la parità per le borse europee in attesa di novità dal fronte politico statunitense e di aggiornamenti relativi la diffusione di virus e vaccini. Per quanto riguarda il nostro Paese, riflettori puntati su Palazzo Chigi, dove questa sera è in calendario un Consiglio dei ministri che, chiamato a dare il via libera al Recovery Plan, potrebbe essere ricordato come quello in cui è stata avviata la crisi di governo con il ritiro dei ministri di Italia Viva.

alternate text

Ftse Mib debole, spread in aumento

Dopo una prima parte sopra la parità, le borse europee hanno terminato la settimana all’insegna della prudenza. In attesa dell’approvazione del famigerato piano di aiuti fiscali negli Stati Uniti, a ridurre l’appetito per il rischio ci hanno pensato i rumor relativi le nuove tensioni sull’asse Washington-Pechino. Secondo indiscrezioni, l’amministrazione statunitense starebbe per annunciare nuove misure contro aziende cinesi.

alternate text

Borsa: Piazza Affari chiude in positivo

Il nuovo piano fiscale negli Stati Uniti e i rialzi registrati nel comparto bancario hanno permesso alle borse europee di chiudere la prima seduta della settimana in deciso rialzo.

alternate text

Borsa: Ftse Mib debole, bene il comparto oil

Seduta di consolidamento per le borse europee che, dopo un novembre da record hanno ripreso fiato in una giornata scandita dalle indicazioni positive arrivate dal fronte vaccini. Le autorità britanniche hanno dato il via libera alla somministrazione del vaccino anti-Covid e l’ok da parte dell’europea Ema dovrebbe arrivare entro la fine dell’anno.

alternate text

Borsa: Le utilities permettono a Piazza Affari di limitare le perdite

Seduta all’insegna della debolezza per le borse europee che, dopo i recenti guadagni, nella seduta odierna sono tornate a fare i conti con l’andamento dei contagi. “Il pacchetto Next Generation deve diventare operativo senza indugio”, ha detto Christine Lagarde nel corso di una testimonianza davanti al Parlamento europeo. Questo perché “le risorse aggiuntive del pacchetto possono facilitare politiche fiscali espansive, in particolare nei Paesi dell’area con un margine di bilancio limitato”.

alternate text

Borsa: Piazza Affari chiude debole una settimana da record

Quando ormai la vittoria di Biden nelle elezioni statunitensi si fa sempre più probabile, le borse europee chiudono la settimana poco mosse dopo i rally registrati nelle ultime sedute. Dai dati macroeconomici più importanti del mese, quelli relativi l’andamento del mercato del lavoro statunitense, sono emerse indicazioni migliori delle stime.

alternate text

Borsa: Piazza Affari sale con Biden, indicazioni positive dalle trimestrali

Il vantaggio di Biden, al momento lo sfidante è a 264 collegi sui 270 necessari per trasferirsi alla Casa Bianca, spinge le borse europee. Anche se probabilmente avrebbero motivi per festeggiare anche la conferma di Trump, i mercati da sempre preferiscono il certo all’incerto, l’affermazione del candidato democratico potrebbe portare a nuovi massici piani di spesa.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza