cerca CERCA
Lunedì 19 Aprile 2021
Aggiornato: 11:34
Temi caldi

borsa

alternate text

Borsa, Ftse Mib poco mosso, spread in aumento

Chiusura di poco sotto la parità per la borsa di Milano nel giorno del via libera del Consiglio dei Ministri al Documento di economia e finanza e alla richiesta di un nuovo scostamento di bilancio per 40 miliardi di euro.

alternate text

La Francia avanza a Piazza Affari

Il peso degli investitori francesi a Piazza Affari è in aumento nel 2020 e gli istituzionali, come grandi fondi o banche d'affari, sono diventati l'8% del totale della categoria, dal 7% del 2019. Tra di loro ci sono Amundi, Lazard, Bnp, Axa, Lixor, per citarne alcuni. Secondo i dati di Borsa Italiana consultati dall'Adnkronos, tra case di investimento e partecipazioni rilevanti (insider), gli investitori francesi sono 157 nel 2020, 33 in più di un anno prima, e pesano per circa 13,59 miliardi di ...

alternate text

Borsa, Ftse Mib poco mosso, spread in riduzione

Chiusura di seduta di poco sopra la parità per la borsa di Milano, stretta tra le tensioni relative i vaccini dopo lo stop al farmaco sviluppato da Johnson & Johnson ed i numeri da record annunciati da JPMorgan e Goldman Sachs: la prima ha chiuso i primi tre mesi con un utile 14,3 miliardi di dollari, cinque volte il dato 2020, mentre la seconda ha evidenziato un’ultima riga di conto economico passata da 1,2 a 6,83 miliardi.

alternate text

Borsa Milano chiude l’ottava in rosso, Tod’s spicca il volo

Chiusura di settimana all’insegna della prudenza per la borsa di Milano. Nell’ultima seduta della settimana il listino di Piazza Affari si è trovato a fare i conti con la nuova risalita dei rendimenti obbligazionari (l’indice dei prezzi alla produzione USA ha fatto segnare un incremento doppio rispetto alle stime), favorita in modo particolare nel nostro Paese dai rumor riportati dall’agenzia Bloomberg sulla volontà dell’esecutivo di Draghi di mettere in campo uno scostamento di bilancio di 40 mi...

alternate text

Borsa, Ftse Mib e spread in rosso

Le vendite sui titoli del comparto bancario e di quello energetico spingono al ribasso la borsa di Milano. All’interno del primo comparto, che fa registrare una debolezza generalizzata anche nel resto d’Europa, spicca l’andamento negativo di UniCredit (-3,36%), il -2,15% di Banco Bpm ed il -1,63% di Intesa Sanpaolo.

alternate text

Borsa: Milano chiude positiva, lettera su Terna

Le nuove stime del Fondo monetario, che ha rivisto al rialzo la view sull’economia globale, permettono alle borse europee di consolidare i guadagni. Già positivi in scia dei nuovi record registrati in avvio di settimana dai mercati azionari USA, i listini del Vecchio continente hanno capitalizzato l’ottimismo in arrivo da Washington, dove gli esperti del Fmi stimano per il 2021 un incremento del Pil globale di 6 punti percentuali.

alternate text

Piazza Affari chiude piatta, tonfo per Pirelli

La Borsa di Milano ha chiuso l’ultima seduta del mese di marzo e del primo trimestre in parità. Nel giorno in cui il presidente Biden alza il velo sul maxi piano di investimenti in infrastrutture, il rendimento del decennale USA ha consolidato sopra quota 1,7%.

alternate text

Borsa: Milano chiude in positivo, rally di Cnh Industrial

La seduta di Piazza Affari si chiude con il segno più. La Borsa di Milano, come del resto anche le altre del Vecchio continente, oggi ha capitalizzato l’ottimismo sull’andamento della ripresa economica e l’attesa per un’accelerazione delle campagne di vaccinazioni.

alternate text

Borsa Milano recupera e chiude positiva

Partita in rosso, la borsa di Milano ha via via recuperato terreno in scia della ripresa dei prezzi del petrolio (il future con consegna giugno sale del 4,6% a 63,7 dollari al barile) e del ritorno degli acquisti sui titoli del comparto finanziario. Tra i primi segnaliamo il +3,72% di Tenaris, il +2,67% di Eni ed il +3,04% di Saipem (che ha collocato un nuovo prestito obbligazionario a tasso fisso al 2028 per 500 milioni di euro) mentre tra i secondi spicca il +2,6% di Nexi, il +1,79% di Medioban...

alternate text

Ftse Mib e spread in rosso

Un miglioramento nella seconda parte ha permesso alle borse europee di chiudere in sostanziale parità una seduta influenzata negativamente dalle indicazioni relative contagi e lockdown e dalla debolezza del petrolio (il future sul Brent quota in rosso del 3,8% a 62,05 dollari al barile).

alternate text

Borsa, Ftse Mib e spread in aumento

A dispetto dello stop al vaccino di AstraZeneca, le borse europee si mettono in scia di una Wall Street che continua a macinare record. Nel corso della prima parte indicazioni positive per le borse UE sono arrivate dall’aggiornamento relativo l’indice tedesco Zew, salito a marzo da 71,2 a 76,6 punti.

alternate text

Borsa Milano chiude positiva, Leonardo in evidenza

Seconda parte all’insegna dei rialzi per le borse europee. Le indicazioni positive arrivate dagli Stati Uniti, dove l’inflazione in versione completa (+0,4%) si è mossa in linea con le stime ed il dato “core” (quello calcolato al netto delle componenti più volatili) ha fatto segnare un andamento (+0,1%) inferiore al consenso, ha rinfrancato i listini azionari sulle due sponde dell'Atlantico.

alternate text

Borsa Milano sale, focus su Leonardo

Il poderoso rally messo a segno ieri non ha frenato le velleità rialziste dell’indice italiano, che oggi ha fornito una solida dimostrazione di forza segnando un rialzo dello 0,57% a 23.816,50 punti. Il buonumore degli operatori poggia sugli stimoli a stelle e strisce, sull’ottimismo della campagna vaccinale e sull’andamento generale dell’economia globale. Indicazioni in questo senso sono arrivate dall’Ocse, che ha rilevato come le prospettive, grazie all’arrivo dei vaccini e all’avvio delle camp...

alternate text

Taioli (Bper): "Quotazione sotto pandemia per alcune imprese è stata opportunità"

"Ci sono imprese che possono andare sul mercato nonostante la pandemia perché hanno opportunità da cogliere a volte anche grazie alla pandemia stessa". Così Stefano Taioli, Head of Investment Banking di Bper Banca, nel rispondere alla domande al termine dell'evento 'Investire dopo la pandemia. Prospettive per le Pmi italiane. Multipli correnti e valutazioni delle Ipo', organizzato dall'istituto di credito.

alternate text

Piazza Affari chiude bene, Atlantia in rally dopo il no

Il via libera al vaccino di Johnson & Johnson e l’approvazione del nuovo piano di stimoli negli Stati Uniti permettono alle borse europee di iniziare la settimana con il segno più. Indicazioni positive per le piazze finanziarie sono arrivate anche dal ritorno degli acquisti sul petrolio: in corrispondenza della chiusura delle piazze finanziarie europee, il future con consegna maggio sul Brent sale dello 0,7% a 64,88 dollari al barile.

alternate text

Borsa Milano in rosso, tutti vogliono i Btp

Piatte nella prima parte, le borse europee nel pomeriggio hanno imboccato la via dei ribassi in scia delle nuove misure varate da diversi Paesi europei per contenere l’avanzata dei contagi. A spingere la prudenza tra gli operatori sono anche le prese di beneficio sul petrolio (-0,3% a 63,1 $/barile), uno dei fattori che ha spinto il recente rally dei mercati.

alternate text

Ftse Mib in rialzo, spread stabile

La settimana di Piazza Affari inizia con un rialzo. I rally registrati dai titoli del comparto energetico, il Brent nelle ultime cinque sedute è salito di quasi cinque punti percentuali mentre rispetto a un mese fa guadagna il 15%, e da quelli del comparto bancario hanno permesso al Ftse Mib di terminare la prima seduta della settimana a 23.604,31 punti, +0,83% rispetto al dato precedente.

alternate text

Ftse Mib chiude la settimana in rialzo

Le borse europee chiudono in positivo una seduta altalenante. Sopra la parità anche il listino milanese, sempre alle prese con le consultazioni per la formazione del nuovo governo. Alle 19 il premier incaricato Mario Draghi si recherà dal presidente della Repubblica per presentare la lista dei ministri.

alternate text

Borsa Milano debole, Mediobanca svetta dopo i conti

Nuova seduta all’insegna della prudenza per le borse europee, in calo nella seconda parte in scia dell’avvio negativo di Wall Street. A Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha terminato con un -0,15% a 23.264,68 punti, spicca il +3% di Mediobanca dopo la presentazione dei conti. L'istituto di Piazzetta Cuccia, le cui azioni hanno fatto registrare la performance migliore sul listino delle blue chip, ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 211 milioni di euro, in aumento rispetto ai 197 mil...

alternate text

Ftse Mib chiude poco sotto i 22mila punti

A dispetto delle tensioni legate alla distribuzione dei vaccini e della crisi di governo, la borsa di Milano ha terminato la seduta in solido territorio positivo. Come da copione, oggi Giuseppe Conte ha presentato le dimissioni da premier e punta al reincarico allargando la maggioranza di governo.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza