cerca CERCA
Domenica 01 Agosto 2021
Aggiornato: 12:16
Temi caldi

brexit

alternate text

Vino, Italia leader anche nel 2020 ma ora tegola da rinvio Vinitaly

L’Italia del vino resiste alla terza ondata della pandemia ma è in affanno. Mantiene la leadership mondiale anche nel 2020 per produzione con 46,6 milioni di ettolitri e per l'export con un fatturato 6,3 miliardi di euro, il vino made in Italy tiene botta nonostante il covid, nonostante la Brexit e la crisi dell'Horeca in Italia e all'estero con le aperture a singhiozzo di bar, ristoranti e locali a causa delle restrizioni. E tuttavia, una nuova ‘tegola’ si è abbattuta, lato promozione, sul compa...

alternate text

Brexit, Michel e von der Leyen firmano accordo con Gb

La presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen e il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel hanno firmato, per conto dell'Ue, l'accordo di commercio e cooperazione con il Regno Unito, che ora verrà portato Oltremanica per essere firmato dal primo ministro britannico Boris Johnson, prima di entrare in vigore in via provvisoria dal primo gennaio 2021.

alternate text

Brexit e animali domestici, cosa cambia

Dal primo gennaio 2021 il Regno Unito diventa un 'Paese terzo' anche per quanto riguarda gli spostamenti con gli animali domestici: cani, gatti e furetti. L’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) informa che, mentre per viaggiare dall’Unione Europea verso il Regno Unito per ora non vi saranno sostanziali modifiche nelle procedure, qualcosa cambia per i cittadini britannici che entreranno nell’Ue con il proprio animale da compagnia.

alternate text

Gb-Turchia, firmato accordo di libero scambio

Regno Unito e Turchia hanno firmato l'annunciato accordo di libero scambio, la prima intesa commerciale per Londra dopo l'accordo con l'Ue sulla Brexit. L'accordo, 'UK-Turkey Free Trade Agreement' è stato firmato dalla ministra britannica per il Commercio internazionale, Liz Truss, e dalla ministra turca per il Commercio, Ruhsar Pekcan, durante una videoconferenza.

alternate text

Erasmus cancellato da Brexit: cosa cambia per studenti (anche italiani)

La Brexit cancella l'Erasmus dal Regno Unito. L'accordo tra Londra e Bruxelles porta come conseguenza l'eliminazione del programma europeo, abbandonato dal Regno Unito: stop, quindi, ai soggiorni di studenti dell'Ue Oltremanica. E stop alle esperienze di studenti britannici nel Vecchio Continente, almeno secondo le formula consolidata dal 1987, anno di creazione dell'Erasmus. "E' stata una decisione difficile", ha detto il premier britannico Boris Johnson, sottolineando però che "il programma era...

alternate text

Sturgeon: "E' tempo per la Scozia di essere indipendente"

"E' bene ricordare che la Brexit sta avvenendo contro la volontà della Scozia. E non c'è accordo che potrà mai compensare quello che la Brexit ci porta via. E' tempo di definire il nostro futuro come Paese europeo indipendente". Lo ha scritto in un tweet la premier scozzese, Nicola Sturgeon.

alternate text

Brexit, accordo fatto: zero dazi ma garanzie per concorrenza

L'accordo sulla relazione futura tra Ue e Regno Unito trovato oggi consiste in tre pilastri principali. Anzitutto c'è un accordo di libero scambio, che riguarda gli scambi di merci e servizi, ma anche altre aree di interesse dell'Ue, come investimenti, concorrenza, aiuti di Stato, trasparenza fiscale, trasporti, energia, pesca, protezione dei dati e coordinamento sulla previdenza.

alternate text

Brexit, Johnson: "Restiamo amici dell'Europa"

E' "un accordo sullo stile di quello del Canada", che "proteggerà posti di lavoro" nel Regno Unito e permette di "riprendere il controllo delle nostre leggi e del nostro destino". Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson sull'accordo raggiunto tra Ue e Gran Bretagna sulla Brexit.

alternate text

Brexit, von der Leyen: "Accordo equilibrato, voltiamo pagina"

Con il Regno Unito "abbiamo trovato un accordo equilibrato sulla relazione futura. La strada è stata lunga e tortuosa, i negoziati sono stati molto difficili. E' un accordo per il quale valeva la pena di battersi: permetterà di evitare disagi enormi per lavoratori, viaggiatori e imprese dopo il primo gennaio". Lo dice la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, in videoconferenza stampa a Bruxelles.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza