cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 23:27
Temi caldi

caso camici

alternate text

Caso camici, acquisiti contenuti cellulari moglie Fontana e indagati

Il nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza di Milano sta eseguendo acquisizioni di contenuti, mirate, ovvero sulla base di parole 'chiave', all'interno di cellulari di indagati e 'protagonisti' della vicenda legata alla fornitura alla Regione Lombardia di camici dalla Dama spa, la società del cognato del governatore Attilio Fontana, per oltre mezzo milione di euro.

alternate text

Fontana: "Non mollo, onoro impegno fino a fine mandato"

“Io continuerò a combattere per la Lombardia. Se qualcuno si illude che io possa mollare, non ha capito niente: non sono queste le ragioni che mi faranno allontanare dall’impegno preso con i lombardi e che voglio onorare fino alla fine del mio mandato”. Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, parlando in collegamento con la festa della Lega a Cervia, dove era atteso ma non si è recato per un "piccolo infortunio", riferendosi implicitamente all’inchiesta giudiziaria sulla ...

alternate text

Caso camici, i pm: "Preordinato inadempimento per accordo retrostante"

"La scansione cronologica dei fatti porta a ritenere che si sia trattato di un preordinato inadempimento, per effetto di un accordo retrostante". Lo scrivono i pm milanesi titolari dell'inchiesta sul caso camici, che vede indagato il governatore lombardo Attilio Fontana, nel decreto di perquisizione scattato nei confronti del cognato del presidente di Regione Lombardia - Andrea Dini alla guida della società Dama - che doveva garantire la fornitura di camici in piena emergenza Covid-19.

alternate text

Caso camici, GdF sequestra anche cellulare Dini e documenti

Non solo i 25mila camici parte della fornitura originaria della Dama spa ad Aria e a quest’ultima mai consegnati: ieri sera i finanzieri del Nucleo speciale di Polizia valutaria, che fino a tarda notte si sono trattenuti a perquisire la sede della società varesina di cui è titolare Andrea Dini, cognato del governatore lombardo Attilio Fontana, hanno sequestrato a fini probatori anche il cellulare dello stesso Dini - presente durante la perquisizione - e la documentazione amministrativa necessaria...

alternate text

M5S: "Fontana ha mentito su capitali in paradisi fiscali, dimissioni"

"Fontana dice che il conto corrente in Svizzera con milioni di euro arrivati dalle Bahamas e scudati in Italia grazie alla legge sul rientro dei capitali illeciti detenuti all'estero (voluntary disclosure) non era operativo dagli anni '80. Ma all'Agenzia delle Entrate risulta invece che ci sono stati movimenti rispetto ai 4.565.000 euro giacenti nel 2009 e cioè: 129mila euro in più nel 2010, mezzo milione di euro in meno nel 2011, 440mila in più nel 2012, 100mila in più nel 2013 a quota 4.734.000...

alternate text

Caso camici, trovati capi mancanti in sede Dama

Facevano parte dell’ordine da 75mila pezzi commissionato alla società di proprietà di Andrea Dini, cognato del governatore lombardo Fontana, da parte di Aria, la centrale acquisti di Regione Lombardia

alternate text

Crimi: "Fontana resiste a ogni costo? Unico costo accettabile sono dimissioni"

"Abbiamo 10 domande per il presidente della Regione Lombardia sul caso dei camici. Sono 10 risposte che Fontana non ha dato ai cittadini lombardi, che meritano di essere governati da persone competenti, limpide e senza ombre. Fontana dice di voler resistere ad ogni costo, ma l'unico costo accettabile sono le sue dimissioni". Lo scrive su Facebook il capo politico M5S Vito Crimi, che rilancia le domande del Movimento sul caso camici.

alternate text

M5S: "Fontana ha mentito, dimissioni subito"

"Altro che donazione, come Salvini e Fontana inizialmente volevano far credere! La smentita arriva proprio dall'ufficio legale di Aria, la centrale acquisti di Regione Lombardia, che ha dato parere negativo e quindi a non ha potuto accettare la donazione di camici da parte della Dama, società di cui il cognato del governatore della Lombardia Attilio Fontana, Andrea Dini, è amministratore delegato e la moglie ha una quota del 10%. C'era, infatti, l'obbligo dell'atto pubblico notarile e della prese...

alternate text

Feltri: "Cognato Fini a Dubai, quello di Fontana nella bufera ma è qua"

"Il cognato di Fini se ne sta tranquillamente a Dubai a godersi i suoi quattrini, mentre il cognato di Fontana è nella bufera ed è qua. Ma quello che è paradossale è la vicenda giudiziaria della casa di Montecarlo che ha travolto Gianfranco Fini. Dopo 10 anni non se ne viene a capo, e un vecchio giornalista come me - questo è il mio parere - sa che si vuole far passare il tempo necessario forse per far scattare prescrizione, 10 anni mi sembrano un pò troppi perchè quello che è accaduto è molto ch...

alternate text

Lombardia, M5S: "Ecco le 10 domande a Fontana"

"Perché la Regione Lombardia ha chiesto con affidamento diretto la fornitura di camici proprio alla società del cognato e della moglie di Attilio Fontana? Perché Fontana avrebbe fatto un bonifico di 250mila euro al cognato se aveva dichiarato di non sapere nulla? Perché Fontana, Governatore di una regione italiana, possiede un conto in Svizzera, sul quale nel 2015 Fontana aveva fatto uno 'scudo fiscale' per 5,3 milioni detenuti fino ad allora da due 'trust' alle Bahamas?". Lo chiede su Facebook i...

alternate text

Caso camici, Zaia: "Fontana persona per bene, darà spiegazioni"

"Io conosco Attilio Fontana, è una persona perbene, e saprà assolutamente dare spiegazione e motivazione, non ho dubbi su questo. Credo sia fondamentale sentire dalla sua viva voce la spiegazione di quanto è accaduto". Lo ha detto il governatore del Veneto, Luca Zaia, commentando l'indagine sul caso camici che coinvolge il presidente della Lombardia, Attilio Fontana nel corso di una conferenza stampa sugli aggiornamenti Covid. Fontana, ha sottolineato ancora Zaia, "lo conosco come persona perbene...

alternate text

Legale Fontana: "In settimana vedo magistrati"

Così all'Adnkronos Jacopo Pensa, che interviene sulla ridda di voci e ipotesi che stanno ruotando attorno al governatore della Lombardia e al mancato bonifico da 250mila euro al cognato, con i magistrati che starebbero spulciando oltreconfine sui conti del presidente della Regione: "Verificare i conti in Svizzera atto dovuto? Cercherò di capire". Domani il governatore interverrà al Consiglio regionale

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza