cerca CERCA
Domenica 17 Ottobre 2021
Aggiornato: 13:00
Temi caldi

caso marò

Ustica: morto il perito di parte civile Luigi Di Stefano, l'ultima battaglia per i Marò

E' morto oggi a Roma, a 69 anni, Luigi Di Stefano, che fu perito di parte civile nel processo sulla strage di Ustica, per conto dell'ex proprietario dell'Itavia, la compagnia a cui apparteneva il DC9 precipitato la sera del 27 giugno 1980. Il caso Ustica, che Di Stefano ha seguito praticamente per tutta la vita senza mai smettere di cercare la verità, è stato al centro di tre suoi libri, "Ustica, quel maledetto missile'' (Atlantis, 1990), ''Il Buco. Scenari di guerra nel cielo di Ustica'' (Vallec...

alternate text

Caso marò, Italia e India domani a Corte indiana per esecuzione sentenza

"La sentenza del Tribunale arbitrale dell’Aja dello scorso luglio ha riconosciuto la titolarità esclusiva dell’Italia all’esercizio della giurisdizione penale sui fucilieri di Marina Latorre e Girone. Il Tribunale non ha previsto l’automatica caducazione della giurisdizione indiana, ma ha ordinato all’India di 'compiere i passi necessari per cessare l’esercizio della giurisdizione penale' sui fucilieri di Marina. Ciò sulla base della evidente considerazione per cui sono in concreto le Corti india...

alternate text

Marò, Di Paola: "8 anni di attesa e sacrificio"

"Grande soddisfazione per il parere espresso dal Tribunale dell'Aja, dopo otto anni di attesa, di sofferenza e di sacrificio da parte dei due fucilieri della Marina. Sorpresa per la seconda parte del giudizio (relativa al risarcimento ndr), che sembra anticipare la decisione che dovrà essere presa in Italia. Detto questo, penso ci siano motivazioni politiche-diplomatiche dietro la sentenza del Tribunale che non doveva essere un puro e semplice rifiuto della ragioni indiane né viceversa". Così l'e...

alternate text

Marò, la svolta 8 anni dopo

Immunità per i fucilieri Latorre e Girone, giurisdizione sul caso all'Italia dove saranno giudicati. Questa la sentenza del tribunale dell'Aja, che ieri ha stabilito anche un risarcimento per l'India. I due marò all'Adnkronos: "È la fine di un incubo". Di Maio: "Anni di battaglie, ha prevalso la tesi Italia". Latorre: "Subita un'ingiustizia, ringrazio gli italiani". Salvini: "Meritano di essere trattati con i guanti bianchi" . I due marò potrebbero essere sentiti dai pm di Roma

alternate text

Caso marò, pg militare De Paolis: "Va stabilito se di competenza di giustizia militare o ordinaria"

"Soddisfazione per questa decisione che, sicuramente, dà la possibilità all'Italia di occuparsi in maniera diretta di un fatto che ci sta a cuore. Ora dovremo stabilire quale giudice se ne deve occupare, se quello militare o quello ordinario". Così il procuratore generale militare presso la Corte militare di appello di Roma, Marco De Paolis, commenta all'Adnkronos la decisione del Tribunale dell’Aja che ha assegnato la giurisdizione al nostro Paese nella vicenda dei due marò. De Paolis, nel 2012,...

alternate text

Caso Marò, Latorre: "Subita un'ingiustizia, ringrazio gli italiani"

"Ancora non mi rendo conto, dopo tanta sofferenza, non ho ancora metabolizzato la notizia. Ora mi potrò rivedere con Salvatore, magari ci ridanno anche il passaporto, riacquistiamo la libertà di poter viaggiare". Massimiliano Latorre è ancora incredulo alla notizia che la Corte internazionale dell'Aja ha stabilito che è dell'Italia la competenza giurisdizionale sul caso che lo vede coinvolto con l'altro marò Salvatore Girone. "E' un'emozione indescrivibile, non me l'aspettavo -dice all'Adnkronos-...

alternate text

Marò, Salvini: "Meritano di essere trattati con i guanti bianchi"

“Meglio tardi che mai, sono due ragazzi che meritano di essere trattati con i guanti bianchi”. Lo dice all'Adnkronos, Matteo Salvini parlando della decisione del tribunale dell’Aja, sulla vicenda dei due marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, la cui giurisdizione viene attribuita all’Italia. “Meno male -aggiunge- che si chiude la vicenda”.

alternate text

Marò, Conte: "Giurisdizione a Italia buona notizia"

Sulla vicenda dei marò "è stata riconosciuta giurisdizione all'Italia. Mi sembra una buona notizia". Lo dice il premier Giuseppe Conte, rispondendo alle domande dei cronisti dopo la sentenza pronunciata dalla Corte arbitraria sul caso dei due fucilieri.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza