cerca CERCA
Mercoledì 05 Ottobre 2022
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

cassazione

alternate text

Spionaggio, confermata ‘doppia giurisdizione’ per Biot

La Cassazione conferma “la diversità delle due incriminazioni” per Walter Biot, “l’una attuata con finalità politica e l’atra militare, con possibile autonoma rilevanza giuridica dello spionaggio o della semplice consegna di atti o documenti riservati attuati con fini diversi”. Lo scrivono i giudici della prima sezione penale della Cassazione nelle motivazioni della sentenza con cui lo scorso 31 maggio hanno confermato la ‘doppia’ giurisdizione, sia ordinaria che militare, nel caso Biot, il capit...

alternate text

Caso Biot, la Cassazione: resta la ‘doppia’ giurisdizione, militare e ordinaria

Resta la ‘doppia’ giurisdizione nel caso Biot, sia ordinaria che militare. I giudici della prima sezione penale della Corte di Cassazione hanno dichiarato inammissibile il conflitto di giurisdizione sul caso di Walter Biot, il capitano di fregata arrestato dai carabinieri del Ros nel marzo di un anno fa con l'accusa di spionaggio per aver passato documenti segreti a un funzionario russo in cambio di cinquemila euro. Il conflitto denunciato dall’avvocato Roberto De Vita, difensore di Biot, era sta...

alternate text

Frosinone, omicidio Emanuele Morganti: condanne confermate in Cassazione

Confermate dalla Cassazione le condanne nel processo per l’omicidio di Emanuele Morganti, il ventenne di Tecchiena, morto dopo un pestaggio fuori da un locale ad Alatri, in provincia di Frosinone, avvenuto il 26 marzo 2017, nella piazza del paese. Nel febbraio dello scorso anno la corte di Assise di Appello di Roma aveva condannato Michel Fortuna, Paolo Palmisani e Mario Castagnacci a 14 anni per omicidio preterintenzionale contro i 16 inflitti in primo grado. Confermata l’assoluzione per Franco ...

alternate text

Ostia, Cassazione: clan Spada è mafia

E’ quanto hanno deciso i giudici nel maxi processo contro il clan del litorale romano. Ci sarà appello bis per duplice omicidio ‘Baficchio’ e ‘Sorcanera’

alternate text

Borsellino, Cassazione: "Delitto di mafia con zone d'ombra"

“La strage di via d’Amelio rappresenta indubbiamente un tragico delitto di mafia, dovuto a una ben precisa strategia del terrore adottata da Cosa Nostra, in quanto stretta dalla paura e da fondati timori per la sua sopravvivenza a causa della risposta giudiziaria data dallo Stato attraverso il ‘maxiprocesso’, potendo le emergenze probatorie relative a quelle ‘zone d’ombra’ – in parte già acquisite in altri processi, in parte disvelate dal presente processo – indurre, al più, a ‘ritenere che possa...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza