cerca CERCA
Domenica 09 Maggio 2021
Aggiornato: 07:10
Temi caldi

chiusura borsa

alternate text

Borsa: Milano chiude in positivo, rally di Cnh Industrial

La seduta di Piazza Affari si chiude con il segno più. La Borsa di Milano, come del resto anche le altre del Vecchio continente, oggi ha capitalizzato l’ottimismo sull’andamento della ripresa economica e l’attesa per un’accelerazione delle campagne di vaccinazioni.

alternate text

Borsa Milano in parità, ancora denaro su Telecom Italia

La prima seduta della settimana di Piazza Affari si chiude in sostanziale parità. Nonostante l’ottimismo che circonda la campagna vaccinale, che nelle prossime settimane potrebbe far registrare un’accelerazione, e le buone nuove in arrivo da un Canale di Suez ormai sbloccato, nella prima seduta della settimana il comparto bancario europeo si è trovato a fronteggiare le possibili perdite legate alla crisi dell'hedge fund Archegos Capital.

alternate text

Borsa Italiana piatta, focus sulla Federal Reserve

Seduta interlocutoria per l’azionario del Vecchio Continente in attesa del responso della due giorni di riunioni della Federal Reserve. Gli operatori si attendono conferme sulla prosecuzione dell’attuale politica monetaria anche in presenza di decisi rialzi dei prezzi e sulla volontà, se le condizioni dovessero aggravarsi, di controllare la curva dei rendimenti.

alternate text

Borsa Milano sale, focus su Leonardo

Il poderoso rally messo a segno ieri non ha frenato le velleità rialziste dell’indice italiano, che oggi ha fornito una solida dimostrazione di forza segnando un rialzo dello 0,57% a 23.816,50 punti. Il buonumore degli operatori poggia sugli stimoli a stelle e strisce, sull’ottimismo della campagna vaccinale e sull’andamento generale dell’economia globale. Indicazioni in questo senso sono arrivate dall’Ocse, che ha rilevato come le prospettive, grazie all’arrivo dei vaccini e all’avvio delle camp...

alternate text

Piazza Affari parte in quarta, CNH Industrial spicca il volo

Avvio di settimana in rally per la Borsa di Milano, spinta dai titoli del comparto energetico, dai bancari e da un comparto industriale in cui spicca il balzo messo a segno da CNH Industrial. Le azioni di quest’ultima, salite del 7,56%, hanno capitalizzato le trattative con la cinese FAW per la cessione di Iveco e l’annuncio dell’acquisizione di una quota di minoranza in Monarch Tractor, i cui trattori combinano motore elettrico e tecnologie per la guida autonoma.

alternate text

Borsa Milano in rosso, bene il comparto oil

Seduta altalenante per la Borsa di Milano nonostante i nuovi rialzi del greggio e le indicazioni arrivate dal mercato del lavoro Usa. In corrispondenza della chiusura delle contrattazioni in Europa, il future con consegna maggio sul Brent passa di mano a 68,7 dollari, +3% rispetto al dato precedente (+4,17% ieri e +2,19% due giorni fa). Il prezzo del petrolio si muove in scia della decisione annunciata ieri dall’Opec+, che ha confermato l’attuale livello produttivo.

alternate text

Borsa Milano chiude in rosso, denaro sulle banche

Seconda parte in ritirata per le borse europee, spinte al ribasso, come del resto anche Wall Street, dalle indicazioni preliminari relative l’andamento del mercato del lavoro statunitense. In attesa dei dati ufficiali in calendario venerdì, a febbraio il settore privato statunitense ha evidenziato un incremento delle buste paga di 117 mila unità, decisamente inferiore rispetto alle circa 200 mila unità del consenso e della precedente rilevazione.

alternate text

Piazza Affari chiude bene, Atlantia in rally dopo il no

Il via libera al vaccino di Johnson & Johnson e l’approvazione del nuovo piano di stimoli negli Stati Uniti permettono alle borse europee di iniziare la settimana con il segno più. Indicazioni positive per le piazze finanziarie sono arrivate anche dal ritorno degli acquisti sul petrolio: in corrispondenza della chiusura delle piazze finanziarie europee, il future con consegna maggio sul Brent sale dello 0,7% a 64,88 dollari al barile.

alternate text

Borsa Milano chiude positiva, +9% di Telecom Italia

Seduta all’insegna della cautela, ma comunque positiva, per le borse europee. Sempre alle prese con l’innalzamento dei rendimenti nel comparto obbligazionario, che potrebbero complicare i piani espansivi delle banche centrali, i listini del Vecchio continente sono riusciti a chiudere sopra la parità.

alternate text

Borsa Milano in rosso, giornata da dimenticare per Nexi

Giornata negativa per l’azionario europeo in scia di un minore appetito per il rischio innescato e favorito dal deciso rialzo messo a segno dai decennali statunitensi (tornati sopra quota 1,3 per cento). In rosso anche il listino di Piazza Affari, sempre alle prese con il nuovo esecutivo, oggi al test del voto di fiducia al Senato.

alternate text

Ftse Mib chiude in rialzo, spread snobba la crisi

Avvio di settimana sopra la parità per i listini europei, spinti dalle indicazioni positive arrivate dalla crescita cinese. Tra ottobre e dicembre il Pil della seconda economia mondiale ha segnato un rialzo del 6,5% annuo, quasi mezzo punto percentuale in più rispetto alle stime, portando il dato 2020 al 2,3%. Anche se quest’ultimo dato rappresenta il minore da oltre quattro decenni, il confronto con le altre economie sviluppate è tutto a favore di Pechino.

alternate text

Borsa: Milano in forte rialzo, titoli oil in evidenza

L’avvio della transizione Trump-Biden (che avrebbe scelto Janet Yellen, ex n.1 della Federal Reserve, per la carica di Segretario al Tesoro) e l’arrivo dei vaccini, oggi hanno permesso alle borse europee di chiudere in solido territorio positivo. A Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha segnato un +2,04% a 22.145,06 punti, l’ottimismo si è riversato sui titoli del comparto oil, favoriti dalla terza seduta consecutiva del Brent, e sui bancari.

alternate text

Borsa: Banche ed energetici spingono Piazza Affari

Nonostante l’andamento dei contagi preoccupi gli operatori, le borse europee hanno chiuso la seduta con il segno più. Spinte dai miglioramenti nelle condizioni di salute del presidente statunitense Trump, le borse europee hanno terminato per la terza volta consecutiva con il segno più.

alternate text

Borsa: Piazza Affari chiude a +2,02%, bene lo spread

Chiusura di seduta in ampio territorio positivo per l’azionario europeo, spinto nella seconda parte anche dal forte ritorno degli acquisti sui listini a stelle e strisce. A Milano, dove il Ftse Mib si è fermato a 19.771,32 punti, +2,02% rispetto al dato precedente, spicca il +2,38% messo a segno da Enel, che ha annunciato il riacquisto di obbligazioni ibride per un nominale complessivo di 250 milioni di sterline.

alternate text

Borsa: le banche spingono Piazza Affari, su Enel pesa la cedola

La speranza di un accordo sul Recovery Fund ha spinto i listini europei nella prima seduta della settimana. L’ottimismo degli operatori può fare affidamento sulle parole della presidente della Commissione von der Leyen, secondo cui si sta andando nella giusta direzione.

alternate text

Borsa: Ftse Mib chiude in rosso, due velocità per Banca Generali e Snam

Nuova seduta all’insegna della debolezza per le borse europee, sempre alle prese con l’emergenza pandemia. A complicare la situazione, anche le tensioni geopolitiche sull’asse Washington-Pechino, aumentate dopo l’entrata in vigore della nuova legge per la sicurezza nazionale a Hong Kong.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza