cerca CERCA
Mercoledì 29 Giugno 2022
Aggiornato: 08:50
Temi caldi

chiusura

alternate text

Piazza Affari in rialzo, spread in calo

Grazie ad un’accelerazione nella seconda parte, la seduta di Piazza Affari oggi si è chiusa in solido territorio positivo. In particolare sul Ftse Mib, che ha chiuso la seduta a 24.546,5 punti (+1,22%), spiccano i balzi messi a segno da Saipem (+8,71%), Banca Generali (+4,16%) e Pirelli (+3,45%).

alternate text

Piazza Affari torna sopra 24 mila, bene le banche

Chiusura nei pressi dei massimi intraday per Piazza Affari, spinta dal comparto energetico e dai titoli bancari. Tra i primi segnaliamo il +3,75% di Eni ed il +1,82% di Tenaris (Saipem ha invece terminato con un -3,15%) mentre tra gli istituti di credito spicca il +2,8% di Bper Banca ed il +1,94% di Banco Bpm (su entrambi i titoli gli analisti di Jefferies hanno incrementato il prezzo obiettivo).

alternate text

Piazza Affari in netto aumento, spread sotto 200pb

Anche se il calo dell’inflazione statunitense è stato inferiore alle stime, il forte ipervenduto sulle due sponde dell’Atlantico ha permesso alle borse europee di incrementare i guadagni ed a quelle a Wall Street di tirare un sospiro di sollievo.

alternate text

Piazza Affari in forte calo, Ftse Mib sotto quota 23 mila

Avvio di settimana all’insegna delle vendite per le borse europee in scia delle tensioni che attraversano l’economia mondiale, stretta tra inflazione ai massimi da 40 anni, rallentamento della crescita, invasione russa dell’Ucraina e le misure di contenimento adottate dalle autorità cinesi.

alternate text

Piazza Affari in rosso, male le banche

Chiusura di settimana in calo per le borse europee che, nonostante un recupero a metà seduta, hanno risentito dell’avvio negativo di Wall Street. Il connubio rallentamento dell’economia e inflazione, unito all’invasione russa dell’Ucraina, continua a penalizzare le borse sulle due sponde dell’Atlantico.

alternate text

Piazza Affari scende aspettando la Fed

Segno meno per il listino milanese nel gran giorno del meeting della Federal Reserve: per combattere un tasso di inflazione a livelli che non si vedevano da 40 anni, l’istituto con sede a Washington dovrebbe incrementare il costo del denaro di 50 punti base (e qualche analista stima un +0,75%). Particolarmente importante sarà anche l’outlook sulle future mosse (nel prossimo meeting è attesa una stretta di pari dimensioni). In scia delle nuove sanzioni che potrebbero essere approvate dal Consiglio...

alternate text

Piazza Affari in solido rialzo, Stellantis in focus

Chiusura in deciso territorio positivo per Piazza Affari che, dopo un inizio di ottava scandito dal "flash crash", ha capitalizzato i forti rialzi registrati tra i titoli del comparto energetico (+5,12% di Saipem, +4,56% per Tenaris e +2,48% di Eni) e di quello industriale (+3,51% per Leonardo, +3,39% di Cnh Industrial e +3,18% di Stellantis).

alternate text

Piazza Affari in rosso nel giorno del "flash crash"

Avvio di settimana e di mese con il segno meno per le borse europee: il "flash crash" della prima parte, non sono chiare le ragioni che hanno innescato un indebolimento momentaneo e particolarmente deciso dei listini, è andato ad aggiungersi alle tensioni relative l’Ucraina, a quelle sull’andamento dei prezzi al consumo e, a completare il quadro, alle indicazioni negative arrivate dall’economia cinese (dove, a causa dei lockdown, i Pmi sono scesi in rosso).

alternate text

Piazza Affari si riporta sopra quota 24 mila

Chiusura positiva, ma sotto i massimi intraday per le borse europee. Due i motivi che hanno fatto storcere il naso a più di un operatore: il dato relativo l’inflazione tedesca, che nel mese di aprile ha toccato un nuovo record al 7,4%, e l’aggiornamento sul Pil Usa, sceso nel primo trimestre dell’1,4%, mentre gli analisti si attendevano un +1%.

alternate text

Piazza Affari positiva, sale anche il rendimento dei Bot

Partite in rosso dopo lo stop di Gazprom al gas in Polonia e Bulgaria, le borse europee hanno recuperato terreno dopo le rassicurazioni arrivate dal n.1 della Commissione europea Ursula von der Leyen. A favorire il buonumore degli operatori è stato anche l'avvio delle contrattazioni a New York, dove spicca il balzo di Microsoft dopo la pubblicazione della trimestrale.

alternate text

Piazza Affari in rosso, male UniCredit

Alle prese con l’invasione russa dell’Ucraina, con il rallentamento cinese causato dalla politica “zero-Covid” e dalla volontà delle maggiori banche centrali di stroncare (con un certo ritardo) la crescita dei prezzi al consumo, le borse europee, positive fino all’avvio degli scambi a Wall Street, hanno chiuso in rosso.

alternate text

Le banche centrali spaventano i mercati, Piazza Affari in forte calo

Chiusura di settimana in forte calo per le borse europee, penalizzate dalle indicazioni da “falco” arrivate dalle due banche centrali più importanti del pianeta. Su una sponda dell'Atlantico il n.1 della Federal Reserve, Jerome Powell, ha ufficializzato che nel meeting in calendario a maggio sarà discusso un aumento del costo del denaro di 50 punti base.

alternate text

Piazza Affari chiude debole, Saipem spicca il volo

Giornata positiva per le piazze finanziarie europee mentre Milano è rimasta indietro, il Ftse Mib ha terminato in calo dello 0,29% a 24.805,62 punti, a causa della debolezza del comparto delle aziende di pubblica utilità: Snam ha terminato con un -3,25%, Terna ha perso il 2,31%, Hera ha segnato un -1,86% ed Enel è scesa dello 0,89%.

alternate text

Piazza Affari in rialzo, bene le banche

Seduta positiva per la piazza finanziaria milanese, spinta dagli acquisti su un comparto bancario tornato al centro della scena in attesa di novità sul processo di consolidamento. Sul Ftse Mib, che ha chiuso a 24.878,23 punti (+1,03%), spiccano in particolare le performance di Banco Bpm (+4,46%), Bper Banca (+3,52%), Intesa Sanpaolo (+2,41%) e UniCredit (+1,55%).

alternate text

La Bce spinge al rialzo Piazza Affari

Una Banca centrale europea più accomodante del previsto ha permesso alle borse europee di chiudere la giornata in positivo. Dal meeting dell'istituto con sede a Francoforte è emerso un atteggiamento meno “falco” delle previsioni: l'istituto ha confermato che il primo intervento sui tassi arriverà “qualche tempo dopo" la fine dello shopping di titoli.

alternate text

I bancari spingono al ribasso Piazza Affari

Chiusura in rosso per i listini europei dopo che l'importante aggiornamento relativo l'inflazione statunitense di marzo ha fatto segnare il dato massimo dal 1981. Il mese scorso i prezzi al consumo della prima economia hanno segnato un +8,5%, dal +7,9% precedente, mentre l'indice “core”, quello calcolato al netto delle componenti più volatili (come beni alimentari ed energetici), ha evidenziato un +6,5%.

alternate text

Piazza Affari chiude in calo, prese di beneficio su Banco Bpm e Atlantia

Piazza Affari chiude in calo. La combinazione di prese di beneficio dopo i guadagni di venerdì, dell'incertezza in arrivo dalle elezioni francesi (Macron ha totalizzato il 27,6% dei consensi, Le Pen il 23,4%) e delle tensioni in arrivo dall'Ucraina hanno ridotto la propensione al rischio tra gli operatori.

alternate text

Piazza Affari in rosso, Atlantia in rally

L'indebolimento registrato nella seconda parte, quando a pesare sull'andamento delle borse europee è arrivata la debolezza di Wall Street, ha portato Piazza Affari a chiudere la seduta con il segno meno. In attesa di novità dal fronte ucraino, gli operatori sono concentrati sulla volontà della Federal Reserve, ribadita ieri sera dalla pubblicazione dei verbali dell'ultima riunione, di accelerare il processo di normalizzazione della politica monetaria.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza