cerca CERCA
Giovedì 17 Giugno 2021
Aggiornato: 01:10
Temi caldi

clima

alternate text

Ondate di calore e mortalità, pesano contesto urbano e sociale

Lo studio di Fondazione Cmcc, in collaborazione con l’Università Ca' Foscari Venezia, ha analizzato la letteratura scientifica esistente sul tema per identificare quali siano i fattori fondamentali nella relazione tra calore e salute in ambiente urbano

alternate text

Nasa: nel 2020 temperatura come nel 2016, l'anno più caldo

La temperatura superficiale media della Terra nel 2020 è stata pari a quella del 2016, anno più caldo finora registrato. Lo rivela un'analisi della Nasa. Secondo gli scienziati del Goddard Institute for Space Studies (Giss) di New York, la temperatura media globale dell'anno, proseguendo la tendenza al riscaldamento a lungo termine del pianeta, è stata di 1,02 gradi Celsius più calda rispetto alla media del periodo 1951-1980.

alternate text

Clima 2020, caldo record come il 2016

Secondo un'analisi della Nasa, è testa a testa per il primato come anno più rovente. "Che un anno sia da record o meno non è poi così importante, le tendenze a lungo termine sono importanti"

alternate text

Clima, 2020 a Milano più caldo della norma

Con una temperatura media di 15.9°C il 2020 a Milano è stato un anno più caldo della norma. Il dato rilevato dalla Fondazione Omd - Osservatorio Meteorologico Milano Duomo, in particolare dalla centralina di Milano Centro, presso la sede centrale dell'Università degli Studi, supera infatti sia i 14.3 °C del Clino 1981-2010, il parametro utilizzato dagli esperti per attività operative (come pianificazione e gestione del territorio), sia soprattutto i 13.7 °C del Clino 1961-1990, riferimento per gl...

alternate text

Clima, italiani pronti a rinunciare a voli aerei ma non all'auto

Per combattere i cambiamenti climatici gli italiani sarebbero più propensi a rinunciare ai voli aerei che smettere di mangiare carne, comprare nuovi capi di abbigliamento, possedere un'auto o utilizzare servizi di video streaming. Rinunciare ai voli aerei, infatti, è la scelta che pesa meno per il 38% degli intervistati, mentre quella che costa di più per il 46% di loro, è rinunciare all’uso del proprio mezzo. Questi sono alcuni dei risultati della seconda pubblicazione riguardante il 2020-2021 d...

alternate text

In Artico e Siberia tra le più grandi deviazioni di temperatura del 2020

Nel 2020, parti dell'Artico e della Siberia settentrionale hanno visto alcune delle più grandi deviazioni della temperatura annuale dalla media nel 2020, con un'ampia regione che ha registrato deviazioni fino a 3° C e in alcune località anche oltre 6° C per l'intero anno. Su base mensile, le maggiori anomalie di temperatura positive al di sopra dello zero nella regione hanno ripetutamente raggiunto più di 8° C.

alternate text

Copernicus, concentrazioni CO2 continuano ad aumentare

L'analisi dei dati satellitari rivela che le concentrazioni di anidride carbonica hanno continuato ad aumentare nel 2020 raggiungendo un massimo senza precedenti di circa 413,1 ppm. Il livello CO2 ha continuato a crescere nel 2020, aumentando di 2,3 ± 0,4 ppm, con un tasso di crescita leggermente inferiore all’anno precedente. Lo rileva Copernicus Climate Change Service (C3S).

alternate text

Clima, 2020 terzo anno più caldo di sempre

Il 2020 verrà ricordato per essersi piazzato al terzo posto nella classifica degli anni più caldi, con il mese di novembre come secondo più caldo dal 1880. Preoccupante anche l’allarme lanciato dal Rapporto sullo Stato del Clima Globale 2020 dell'Organizzazione Meteorologica Mondiale dell'Onu (Wmo): c’è il 20% di probabilità che supereremo la soglia degli 1,5°C di riscaldamento globale già nel 2024.

alternate text

Cambiamento climatico, "un'arma in più dalle nuove piante"

L'avvento di una nuova generazione di piante a basso contenuto di clorofilla potrebbe essere un'arma in più nella lotta al cambiamento climatico. È quello che sostengono i ricercatori Lorenzo Genesio, Franco Miglietta (Istituto per la bioeconomia del Cnr) e Roberto Bassi (Università di Verona) nell’Opinion paper appena pubblicato sulla rivista Global Change Biology.

Poseidon Principles: 15 financial institutions disclose the climate alignment of their ship finance portfolios

COPENHAGEN, Dec. 15, 2020 /PRNewswire/ -- In a first-of-a-kind climate finance report, 15 Signatories of the Poseidon Principles disclose the climate alignment score of their ship finance portfolios. The Poseidon Principles Annual Disclosure Report 2020 shows that 3 banks' ship finance portfolios are aligned with UN decarbonization targets while 12 banks' portfolios are not. The climate assessment offers banks new insight into their lending decisions and provides opportunity to work with their sh...

alternate text

Adattarsi al clima, l’Emilia Romagna in un webdoc

Nella prima puntata italiana ‘Adaptation’ racconta le migliori pratiche di adattamento al climate change, mettendo al centro l’acqua: un viaggio virtuale che conduce così alla scoperta del servizio 

alternate text

Pandemia e cambiamenti climatici, studio Cnr: "Dinamiche simili"

Uno studio mostra come pandemia e climate change, fenomeni apparentemente diversi, abbiano invece dinamiche simili. La ricerca di Antonello Pasini e Fulvio Mazzocchi, rispettivamente dell’Istituto sull’inquinamento atmosferico (Cnr-Iia) e dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale (Cnr-Ispc), pubblicata su Global Sustainability, analizza le evoluzioni temporali dei due fenomeni.

alternate text

Clima, Papa: "Misure non più rinviabili, è tempo di cambiare rotta"

La nostra 'casa comune' reclama un cambio di rotta. Urgono misure, non c’è più tempo da perdere. Lo ammonisce il Papa in un videomessaggio in occasione dell'High Level Virtual Climate Ambition Summit. Bergoglio dice anche che la Santa Sede è impegnata a ridurre a zero le emissioni nette "entro il 2050".

alternate text

Sos ghiacciai alpini, negli ultimi 150 anni ridotti del 60%

La crisi climatica mette sempre più in pericolo i ghiacciai alpini. Il riscaldamento climatico determina sulle Alpi italiane pesanti e molteplici effetti ambientali, tra i quali la perdita di neve e ghiaccio e la degradazione del permafrost. Si stima che la superficie glacializzata dell’arco alpino si sia ridotta del 60% negli ultimi 150 anni. La deglaciazione colpisce soprattutto le Alpi Orientali dove, stando agli ultimi dati diffusi dal Comitato Glaciologico Italiano (Cgi), nello stesso interv...

alternate text

Emissioni CO2, "10% più ricco d'Europa inquina quanto metà più povera"

Il 10% più ricco dei cittadini europei è responsabile da solo di oltre un quarto (il 27%) delle emissioni totali dell'Ue, la stessa quantità della metà più povera della popolazione europea. Non solo: la riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera a livello europeo ad oggi è operata solo dai cittadini che hanno un reddito medio o basso, al contrario le emissioni di cui è responsabile il 10% più ricco della popolazione europea sono aumentate dal 1990.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza