cerca CERCA
Martedì 22 Giugno 2021
Aggiornato: 23:41
Temi caldi

coronavirus scuola

alternate text

Scuola, ecco chi torna in classe domani e chi no

Continua a far discutere il rientro a scuola. Il governo ha stabilito che gli studenti di elementari e medie, oltre ai piccoli dell'infanzia, torneranno in classe il 7 gennaio come da calendario. Discorso diverso invece per chi frequenta le superiori per i quali il rientro in presenza sarà l'11 gennaio, con presenze al 50 per cento. Ma l'emergenza coronavirus, con una circolazione ancora sostenuta del virus e molti esperti contrari alla riapertura - "Ho detto ripetutamente che le scuole vanno ape...

alternate text

Boccia: "Se slitta riapertura scuole anche lo sci"

"E' prevista la ripartenza delle scuole per il 7 gennaio". Lo dice il ministro Francesco Boccia a La vita in Diretta. "Questa sera in Cdm ci sarà il provvedimento promosso dal ministro Speranza. Alcune regioni hanno fatto delle ordinanze valutando la loro condizione epidemiologica. Io dico solo che se si sposta la ripartenza delle scuole a fine gennaio e si mantiene la riapertura dello sci il 18 gennaio, c'è qualcosa che non torna".

alternate text

Scuola, regioni si dividono su rientro: ecco le date

In Veneto e Friuli Venezia Giulia scuole superiori a casa fino al 31 gennaio. In Campania si tornerà in classe lunedì 11 gennaio, mentre in Liguria di certo la scuola non riaprirà il 7. Il ritorno sui banchi continua a far discutere e, visti i dubbi espressi da più parti data l'emergenza coronavirus, alcune Regioni si sono portate avanti. Studenti in classe invece il 7, come da indicazioni del ministro Speranza, in Toscana.

alternate text

Scuola, 7 gennaio: ok prefetti per ripresa in presenza al 50%

Sì dei prefetti per la ripresa della scuola il 7 gennaio al 50%. A darne notizie il ministro dell’interno, Luciana Lamorgese: "Le prefetture hanno adottato i documenti operativi all’esito dei lavori dei tavoli di coordinamento scuola-trasporti istituiti in tutte le province in vista della ripresa, dal 7 gennaio, dell’attività didattica in presenza. I prefetti hanno tenuto conto anche dell’ordinanza del ministro della Salute del 24 dicembre 2020 che limitatamente al periodo 7-15 gennaio riduce la ...

alternate text

Salvini vs Azzolina: "È un ministro o il mago Otelma?"

Matteo Salvini contro Lucia Azzolina, nuovo round. "Ma è un ministro o il Mago Otelma??? Se davvero vuole che si torni a scuola - scrive infatti il leader della Lega su Facebook parlando della ministra dell'Istruzione -, stabilizzi le migliaia di insegnanti precari, diminuisca il numero di alunni per classe, metta in sicurezza le scuole, preveda impianti di aerazione, assuma più insegnanti di sostegno per seguire i bimbi disabili, garantisca il tempo pieno in tutta Italia".

alternate text

Covid e scuola, cosa succede dal 7 gennaio

Dal 7 gennaio primo ciclo in presenza al 100 per cento, superiori al 75 per cento. Lo prevede il decreto del presidente del Consiglio dei ministri che contiene le nuove misure per il contenimento della diffusione del Covid-19, firmato ieri. Il ministero dell’Istruzione, nelle sue articolazioni centrali e territoriali, accompagnerà, come sempre, le Istituzioni scolastiche nell’attuazione delle nuove disposizioni. E oggi ha pubblicato sul proprio sito la sintesi delle misure previste per la scuola....

alternate text

Generazione Alpha: 'Vogliamo la scuola in presenza, tecnologica e laboratoriale’

“La scuola? Noi la vogliamo così: in presenza, tecnologica e laboratoriale”. Lo dicono i 50.000 bambini della Generazione Alpha, nati dopo il 2010, delle 3.500 classi di III, IV e V elementare di tutta Italia che hanno aderito al Programma ‘Ora di Futuro’ durante il periodo di lockdown. ‘Ora di futuro’ è il progetto educativo che coinvolge gli insegnanti, le scuole primarie e le reti no profit di tutta Italia per insegnare a scuola a fare scelte responsabili e sostenere la genitorialità per famig...

alternate text

Nuovo Dpcm Scuola, Conte: "Da 7 gennaio superiori in classe"

"Si continuerà a lavorare per assicurare la condizione di massima sicurezza per i ragazzi" a scuola, in modo che "il 7 gennaio potremo tornare con la didattica in presenza" con una presenza garantita al 75% nelle scuole superiori di secondo grado. Così il premier Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi presentando il nuovo Dpcm Natale.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza