cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 04:02
Temi caldi

covid Zangrillo

alternate text

Covid, Zangrillo: "Bravo Zaia, Lombardia poteva fare meglio"

"Una valutazione in campo sanitario della giunta lombarda di Fontana? Potevano fare meglio, ma per prendere decisioni ci vogliono mani libere". Così Alberto Zangrillo, medico personale di Silvio Berlusconi e primario del reparto Anestesia e rianimazione del San Raffaele di Milano, durante la registrazione de 'La Confessione', il programma condotto sul Nove da Peter Gomez, in onda questa sera alle 22.45.

alternate text

Covid, Zangrillo: "Ultima volta in tv, più utile vicino a malati"

"E' l'ultima volta che mi vedrete sul piccolo schermo: sono molto più utile a fianco di un malato che non di fronte a una telecamera". Così Alberto Zangrillo, medico personale di Silvio Berlusconi e primario del reparto Anestesia e rianimazione del San Raffaele di Milano, durante la registrazione de 'La Confessione', il programma condotto da Peter Gomez sul Nove, in onda questa sera alle 22.45.

alternate text

Zangrillo: "Ha vinto chi voleva terrorizzare"

"Non dobbiamo aver paura perché, come detto più volte, non dobbiamo confondere il positivo al coronavirus con il contagiato potenzialmente infettante e soprattutto ammalato". Così Alberto Zangrillo, Prorettore dell’Università San Raffaele di Milano, in un intervista al Tg5 ritwittata sul suo profilo Twitter. Secondo il medico "è difficile dire le cose in modo giusto ed essere creduti perché ho paura che in questo momento abbia vinto chi ha avuto come obiettivo quello di terrorizzare e spaventare"...

alternate text

Zangrillo: "Io in silenzio per tutelarmi, non attacco colleghi"

"Sono stato in silenzio per quasi 4 settimane, ho cercato di non sovraespormi. Ho sentito la necessità di tutelarmi. Siamo davanti ad un numero di contagiati molto elevato, con i miei collaboratori cerchiamo di affrontare la situazione sempre nello stesso modo analizzando i dati". Sono le parole del professor Alberto Zangrillo, prorettore dell'Università San Raffaele e responsabile dell'Unità operativa di Terapia intensiva generale e cardiovascolare dell'Irccs San Raffaele di Milano, a Non è l'ar...

alternate text

Zangrillo-Scanzi, 'duello' in tv sul covid

Alberto Zangrillo e Andrea Scanzi, botta e risposta sul tema Covid nello studio di Cartabianca. “Ho detto che il virus è clinicamente morto, ho fatto mea culpa per un’espressione stonata ma nel significato la ribadisco. Ho sempre evocato il buon senso: se qualcuno va in discoteca senza mascherina e senza precauzioni, non credo sia colpa mia. Poi se volete il capro espiatorio…”, dice il direttore della Terapia intensiva del San Raffaele.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza