cerca CERCA
Giovedì 21 Ottobre 2021
Aggiornato: 07:11
Temi caldi

covid natale

alternate text

Covid e Natale, verso la stretta

Stretta sulle festività natalizie al centro del confronto di queste ore. "Ora si rende necessaria qualche ulteriore misura restrittiva. Ci stiamo riflettendo in queste ore. Dobbiamo scongiurare a ogni costo una terza ondata, perché sarebbe devastante anche sul piano della perdita di vite umane”, ha detto ieri il premier Giuseppe Conte.

alternate text

Covid e Natale, confronto governo-regioni su stretta misure

Nuove misure per Natale e Capodanno, la stretta per arginare il contagio. Governo e Regioni si confrontano oggi sui provvedimenti da varare in vista delle imminenti festività, mentre in Europa la parola lockdown varca i confini e si impone. La giornata in Italia si apre con la riunione alla quale partecipano il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia, il ministro della Salute Roberto Speranza e il commissario Domenico Arcuri. Dall'altro lato del tavolo virtuale, le regioni. La discussion...

alternate text

Ricciardi: "Siamo in guerra, solo medici vedono i morti"

"Non ci si rende conto che siamo in una situazione di guerra". Per Walter Ricciardi, la soluzione in questo momento ha un "nome e cognome: lockdown". Il consigliere del ministro della Salute si infiamma a DiMartedì esprimendosi sull'emergenza coronavirus e sulla necessità di misure più severe durante il periodo di Natale.

alternate text

Bruno Vespa: "Idranti per disperdere gli assembramenti"

"Gli assembramenti li disperderei con gli idranti". Bruno Vespa, nello studio di Otto e mezzo, si mostra assolutamente intransigente nei confronti di chi non rispetta le norme di distanziamento e rischia di favorire la diffusione del coronavirus. "Il problema sono i controlli. L'altro giorno sono andato in una grande libreria di Milano, per evitare gli assembramenti c'era il numero: fino a 104 persone e c'era un signore che contava le persone", dice. "Non capisco perché non si possano contare le ...

alternate text

Covid e Natale, confronto Conte-Speranza su stretta misure

Terminato il confronto con la delegazione Leu sulla verifica di governo, il ministro della Salute Roberto Speranza si è intrattenuto nella sala di Palazzo Chigi per continuare il confronto con il premier Giuseppe Conte, stavolta sulla nuova stretta sulle festività natalizie in arrivo. Il confronto è informale, ma necessario in vista delle misure che saranno adottate nelle prossime ore e che continuano a dividere governo e maggioranza.

alternate text

Covid e Natale, Cts: misure più severe ma no lockdown

"Alla fine abbiamo raggiunto un accordo su un'indicazione, è necessario inasprire le misure di controllo della pandemia. Lockdown totale? E’ un’indicazione che nessuno si è sentito di dare". Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico scientifico, a Cartabianca si esprime così sulla posizione dell'organismo in relazione alle misure da adottare a Natale per arginare la diffusione del coronavirus.

alternate text

Covid e Natale, Boccia: "Chiudere più possibile fino a 7 gennaio"

"Dalle giornate prefestive fino al 6-7 gennaio è più utile chiudere per tutti. Vogliamo chiudere il più possibile". Misure più restrittive durante le feste di Natale e Capodanno per arginare la diffusione del coronavirus. E' la posizione che il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, illustra a Di Martedì.

alternate text

Covid e Natale, Cts a governo: "Stretta su misure e più controlli"

Inasprire le misure e aumentare i controlli in vista del Natale per evitare assembramenti che potrebbero portare a un nuovo aumento della curva dei contagi da coronavirus. E' l'indicazione che il Cts ha inviato al governo dopo una lunga riunione cominciata ieri nel pomeriggio e ripresa oggi in tarda mattinata. La preoccupazione degli esperti è assicurare che non si ripetano scene come quelle viste nell'ultimo fine settimana nelle vie dello shopping delle principali città italiane. "Le norme già c...

alternate text

Covid e Natale, Zaia: "Restrizioni servono"

"Dobbiamo vedere la proposta, ma noi siamo convinti che delle misure ci vogliono in questa fase. Evitiamo però di andare in ordine sparso". Lo dice il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, in riferimento alle valutazioni del governo su eventuali restrizioni a livello nazionale in vista del Natale.

alternate text

Covid, Vaia: "Italiani non sono irresponsabili"

Per contrastare efficacemente l'epidemia da Covid, "serve tenere l'equilibrio e prendere decisioni coerenti e armoniche: se l'obiettivo è quello di resettare il Paese per un periodo, è inutile perdere tempo e si metta il Paese in lockdown, se invece è consentire delle cose, non bisogna dare addosso agli italiani, non sono irresponsabili. Ma la domande che mi pongo è, se l'obiettivo è di far ripartire il Paese, è più giusto chiudere i negozi o porre in atto azioni di convincimento anche duro delle...

alternate text

Covid e Natale, Conte: "Necessaria nuova stretta"

“Abbiamo già predisposto un piano dedicato alle festività natalizie, anche alla luce dei suggerimenti del Comitato Tecnico Scientifico. Ora si rende necessaria qualche ulteriore misura restrittiva. Ci stiamo riflettendo in queste ore. Dobbiamo scongiurare a ogni costo una terza ondata, perché sarebbe devastante anche sul piano della perdita di vite umane”. Così, sulle nuove restrizioni a Natale per contrastare l'epidemia da Covid, Giuseppe Conte in un'intervista alla Stampa.

alternate text

Covid e Natale, stretta in arrivo: le ipotesi sul tavolo

"La mia opinione è chiara: le nuove misure ci possono aiutare soprattutto nelle settimane delle vacanze di Natale ad evitare una terza ondata", a scongiurare "una nuova recrudescenza". A pensarla così è il ministro della Salute Roberto Speranza che, di fronte al bollettino giornaliero dei nuovi contagi e decessi da coronavirus in Italia, commenta: "Sono numeri ancora molto significativi. E' vero che nelle ultime settimane c'è stata una lieve flessione, dovuta alle misure adottate. Però la battagl...

alternate text

Covid e Natale, Galli: "Se continua così, aumento casi da metà gennaio

"Se continuiamo a vedere quello che abbiamo visto nel fine settimana, il potenziale aumento dei contagi è una certezza". Lo afferma all'Adnkronos Salute Massimo Galli, primario infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano e docente all'università Statale cittadina. Che aggiunge: "L'aumento lo vedremo da metà gennaio in poi".

alternate text

Lockdown Natale, Zampa: "No a Stato-mamma per italiani bimbi indisciplinati"

Per descrivere le immagini degli assembramenti nello shopping natalizio in moltissime città italiane "prendo in prestito un'immagine suggerita dal mio amico Stefano Bonaga: quella di una mamma che dice al figlio 'puoi mangiare la marmellata' e quello se ne mangia 6 barattoli, per cui è evidente che la mamma a quel punto debba toglierli la marmellata. Questa immagine suggerisce l'idea di uno Stato che si trasforma in qualcos'altro e di un cittadino che ha bisogno di essere guidato. Penso invece ch...

alternate text

Covid e Natale, allarme Cts: no a misure più lente

No ad un allentamento delle misure a Natale. Gli esperti del Comitato tecnico scientifico, nel corso della riunione con i capi delegazione e il governo, avrebbero espresso forte preoccupazione su un possibile allentamento delle misure che potrebbe pregiudicare una nuova evoluzione negativa della curva, ora in lentissimo miglioramento.

alternate text

Assembramenti, Mentana: "Si fa quello che non è vietato"

Enrico Mentana bacchetta i politici che in questi giorni parlano di "insopportabili assembramenti", nonostante l'emergenza Covid, nelle vie dello shopping in vista del Natale. Il giornalista dice la sua in un post su Instagram che inizia così: "I cittadini fanno quello che non è vietato". "La gran parte di loro lavora o studia dal lunedì al venerdì -sottolinea il direttore del Tg La7-. E nel fine settimana, da che esiste la civiltà dei consumi, si riversa nelle strade dei centri cittadini. Quando...

alternate text

Lockdown a Natale, Ciccozzi: "Non andare per tentativi"

Nuove misure per Natale e Capodanno dopo le folle in strada nel fine settimana? "Penso che il governo debba prendere una decisione e seguirla, anche se impopolare. Ma penso anche che andare per tentativi sia pericoloso: le persone non capiscono più nulla, non sanno a cosa credere e sono disorientate. E' vero che in Italia abbiamo un numero di morti inammissibile e che i casi calano molto lentamente, ma è anche vero che le spese di Natale si fanno prima del 24". Lo sottolinea all'Adnkronos Salute ...

alternate text

Lopalco: "Stretta Natale? Autoregolazione non basta"

"Durante il periodo natalizio esistono due elementi di criticità: gli assembramenti legati allo shopping e il rischio di riunioni familiari frequenti e numerose. Entrambi questi elementi destano preoccupazione. La speranza che i cittadini riescano ad autoregolarsi viene meno dopo le immagini degli ultimi giorni".

alternate text

Gismondo: "C'è assoluta incoscienza, restrizioni se serve"

"Nuove misure restrittive" contro Covid-19 "nessuno le avrebbe volute, nessuno le vorrebbe e non le vorrei nemmeno io, da cittadina". Ma le immagini di persone riversate fra strade e negozi per lo shopping natalizio indicano purtroppo che "c'è un'assoluta incoscienza rispetto al momento che stiamo vivendo", dichiara all'Adnkronos Salute Maria Rita Gismondo, microbiologa dell'ospedale Sacco di Milano.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza