cerca CERCA
Domenica 11 Aprile 2021
Aggiornato: 17:09
Temi caldi

covid news Italia

alternate text

Cambia idea e corregge autocertificazione: assolto

Ha fornito una versione dei suoi spostamenti non veritiera durante il lockdown, ma la contestazione mossagli dalla procura non rientra nell'articolo 483 del codice penale e per questo Massimo Sassone, 41 anni, è stato assolto dal gip di Milano Roberto Crepaldi. "Sono molto soddisfatto", spiega all'Adnkronos. 

alternate text

Covid, Rezza: "Incidenza aumenta in alcune aree"

"Questa settimana si osserva una leggera diminuzione dell'incidenza di casi di Covid-19 a livello nazionale. Però l'incidenza rimane elevata, attorno a 450 casi per 100mila abitanti, e addirittura in alcune aree del Paese, in controtendenza, si nota un aumento dell'incidenza stessa". Lo sottolinea Gianni Rezza, direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, commentando l'analisi settimanale ministero-Istituto superiore di sanità sull'andamento dell'epidemia di coronavirus in Italia.

alternate text

Vaccino covid, in Piemonte al via da 21 gennaio

Saranno 195 mila le persone in Piemonte che dal prossimo 21 gennaio potranno essere sottoposte a vaccinazione anti Covid: 120 saranno coloro che lavorano nelle strutture sanitarie, le restanti 75 mila sono ospiti e personale di Rsa e strutture socio assistenziali per un totale di circa 400 mila dosi tra la prima e la seconda somministrazione. Dopo questa prima fase, ancora da definire il bacino di destinazione della seconda che dovrebbe però riguardare il personale scolastico e le forze dell'ordi...

alternate text

Terza ondata ci sarà? Cosa dicono Crisanti, Capua e Galli

La terza ondata della pandemia di coronavirus ci sarà? Dobbiamo prepararci a mesi terribili segnati dal Covid? Gli ultimi giorni sono stati caratterizzati dalle dichiarazioni di vari esperti -da Walter Ricciardi a Andrea Crisanti, da Ilaria Capua a Massimo Galli-, tutti sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda, con qualche parziale variazione sul tema. "Siamo ancora nel pieno della seconda ondata di Sars-CoV-2, dicembre e gennaio saranno terribili per due motivi: per i problemi nell'accesso ai ...

alternate text

Ilaria Capua: "Terza ondata ci sarà, dicembre e gennaio terribili"

"La terza ondata della pandemia ci sarà, è naturale. Dicembre e gennaio saranno mesi terribili per tanti motivi". Sono le parole della professoressa Ilaria Capua, direttrice dell'UF One Health Center, che a DiMartedì fa il punto sull'emergenza coronavirus. "Siamo in una fase di stabilizzazione, i dati ci confortano. L’obiettivo deve essere quello di tenere le persone fuori dagli ospedali. Dobbiamo arrivare ad avere zero pazienti covid in ospedale", dice. Nel Regno Unito è partita la campagna di v...

alternate text

Covid Italia, 18.887 contagi e 564 morti

Sono 18.887 i nuovi contagi da coronavirus in Italia oggi secondo i dati resi noti nel bollettino del ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 564 morti che portano il totale a 60.078 dall'inizio dell'emergenza. I tamponi effettuati sono stati 163.550. Per quanto riguarda le terapie intensive, sono 3.454 i ricoverati con 63 persone in meno rispetto a ieri.

alternate text

Arcuri: "Chi ha avuto covid non si vaccinerà subito"

''Se i tempi saranno rispettati penso che entro settembre potremo vaccinare fino a 60 milioni di italiani''. Lo dice il commissario straordinario all'emergenza Covid Domenico Arcuri ospite di Lucia Annunziata a 'Mezz'ora in più'. "Chi ha avuto il covid deve vaccinarsi? Chi viene contagiato, alla fine del contagio è immune per un certo periodo. E' meno urgente vaccinare chi gode di questo periodo di immunità. Saranno vaccinate anche queste persone, ma non saranno i primi e nemmeno i secondi", spie...

alternate text

Cacciari: "Italia non è paese per giovani, meglio non nascere qui"

"Usciremo da questa crisi con una montagna di 400 miliardi di debiti che ricadrà tutta sui nostri figli e sui nostri nipoti. Questo non è un paese per giovani, è un paese in cui è meglio non nascere". Massimo Cacciari si esprime così sulla crisi economica legata all'emergenza coronavirus.

alternate text

Locatelli: "Come regalo di Natale avremo i vaccini"

"Dico no, assolutamente, a un allentamento delle misure in vista del Natale, altrimenti a gennaio ci troveremo a fronteggiare una nuova ondata". Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di sanità e membro del Cts Franco Locatelli, ospite di 'Carta Bianca'. "E' un sacrifico ma va fatto. Sarà un Natale diverso che, però, sotto l'albero come regalo ci porterà due vaccini". "Per entrambi i vaccini, è in corso la sottomissione di tutta documentazione all'Agenzia Europea del Farmaco e vi sarà ...

alternate text

Covid, 'virologi star' bocciati: troppe informazioni e poca chiarezza

I virologi, infettivologi, microbiologi e i medici italiani, divenuti con la pandemia vere 'star' dei media e del web, hanno dato ai cittadini-spettatori-utenti troppe informazioni spesso incoerenti e contrastanti fra loro. Il verdetto non proprio positivo sulla comunicazione degli 'esperti' in materia di Covid-19 arriva da un'indagine di Reputation Science, società specializzata nell'analisi e gestione della reputazione, che ha esaminato centinaia di dichiarazioni pubbliche di scienziati e medic...

alternate text

Burioni: "Chi dice no a vaccino fa del male ai più deboli"

"Chi pretende di non vaccinarsi chiede la libertà di fare del male ai più deboli e ai più sfortunati". Il professor Roberto Burioni chiude così la sua 'lezione' sull'immunità di gregge a Che tempo che fa. Il virologo si sofferma a lungo sugli effetti protettivi delle vaccinazioni di massa proprio mentre entra nella fase conclusiva l'iter dei vaccini contro il coronavirus. Il 10 dicembre la FDA negli Stati Uniti si riunirà per approvare il vaccino Pfizer.

alternate text

Locatelli: "Approvazione due vaccini regalo di Natale"

"Potremmo avere come regalo di Natale l'approvazione dei primi 2 vaccini". Il professor Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità, si esprime così sull'iter dei vaccini contro il covid. "Gli italiani non devono avere il minimo dubbio sulla sicurezza dei vaccini. Vaccini obbligatori? Io credo molto di più nella persuasione, nel convincimento e nella creazione di una cultura delle vaccinazioni. Per certe categorie professionali, compresa la mia, il discorso diventa ancor più st...

alternate text

Covid Italia, 26.323 contagi e 686 morti

Sono 26.323 i contagi da coronavirus in Italia resi noti oggi secondo il bollettino del ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 686 morti, che portano il totale a 54.363 dall'inizio dell'emergenza legata all'epidemia. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 225.940 tamponi.

alternate text

Ricciardi: "Italia esce da pandemia con ossa rotte"

"L'Italia esce da questa partita della pandemia di coronavirus con le ossa rotte perché di fatto aveva già una crisi profonda: era l'unico Paese che non aveva ancora recuperato dalla crisi economica finanziaria del 2008 quando tutti gli altri lo avevano fatto, persino la Grecia che era stata l'avanguardia della crisi". E' l'analisi di Walter Ricciardi, consigliere scientifico del ministro Roberto Speranza, intervenuto al Congresso straordinario digitale della Società italiana di pediatria (Sip).

alternate text

Covid Italia, 29mila contagi e 822 morti

Sono 29.003 i nuovi contagi da coronavirus in Italia segnalati oggi nel bollettino del ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri morti 822 morti che portano il totale a 52.850 dall'inizio dell'emergenza legata all'epidemia. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 232.711 tamponi.

alternate text

Vaccino Covid, Sileri: "Sì a obbligo per alcune categorie"

"Io credo che per alcune categorie debba esserci l’obbligo vaccinale, per il resto immagino che dopo quello che si è passato in tutti questi mesi la richiesta della vaccinazione sarà estremamente alta". Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, nel suo intervento al III Forum Sostenibilità di Fortune Italia, si esprime così sull'ipotesi di rendere obbligatorio in alcuni casi il vaccino contro il coronavirus. "Poi monitoreremo la richiesta del vaccino ma al momento non credo sarà necessario un ...

alternate text

Covid e smart working, volano prezzi pc e webcam

I prezzi dei prodotti tecnologici necessari per lo smart working e la didattica a distanza ed i prodotti alimentari, generi particolarmente colpiti durante la pandemia, vedono ulteriori aumenti rispetto alla prima ondata della pandemia covid-19. A rilevarlo è l'Osservatorio Nazionale Federconsumatori che ha aggiornato e realizzato per l'Adnkronos lo studio relativo agli aumenti dei prezzi in alcuni settori.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza