cerca CERCA
Lunedì 29 Novembre 2021
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

cts

alternate text

Covid, Barbara Foria: "Dopo decisioni Cts qualcosa... eppur si muove"

"La recente decisione del Cts significa per tutti noi l'inizio di una rinascita. Noi napoletani siamo ottimisti e speranzosi. Qualcosa... eppur si muove". E' quanto ha dichiarato all'Adnkronos l'attrice comica e conduttrice tv Barbara Foria sulle recenti indicazioni del Cts di portare la capienza di teatri, cinema e sale di concerto all'80% al chiuso e al 100% all'aperto.

Il direttore di Villa Adriana: "Bene capienza al 100%, musei bene essenziale"

"Sono molto soddisfatto di questa decisione anche perché i musei sono a tutti gli effetti un servizio pubblico, un bene essenziale. Per noi era una decisione auspicata dall'inizio della pandemia perché significava dare un servizio di benessere in un momento di grande tensione non solo psicologica ma anche fisica. Siccome siamo dei luoghi immersivi siamo ben felici di questa decisione". Lo dice all'AdnKronos Andrea Bruciati, direttore di Villa Adriana e Villa d'Este a Tivoli, commentando il parere...

alternate text

Sport: Petrucci (Fip), 'decisioni Cts? Mi fa piacere che siano contenti solo loro'

"Mi fa piacere che siano contenti solo loro". Questo il commento laconico del presidente della Federbasket (Fip), Gianni Petrucci, all'Adnkronos, sul parere favorevole del Cts all'ampliamento al 50% della capienza nei palazzetti dello sport e al 75% negli stadi, mentre per teatri, cinema e sale concerti capienza al 100% se all’aperto e all'80% se al chiuso. Il numero uno della Fip ritiene insufficiente il provvedimento non considerandolo neanche come un passo in avanti.

alternate text

Tecchi (Fgi): 'ampliamento capienza al 50% nei palazzetti insignificante e ridicolo'

"La decisione del Cts di portare al 50% la capienza nei palazzetti è assolutamente insignificante e ridicola". Così il presidente della Federginnastica, Gherardo Tecchi, all'Adnkronos in merito al parere del Comitato tecnico scientifico che ha dato il via libera all'ampliamento della capienza per gli impianti sportivi all'aperto al 75% e al chiuso l 50%.

L'attore Fremont: "Riapriamo teatri all'80% con ingressi a scaglioni"

"E' arrivata l'ora di riaprire i teatri, anche solo all'80 per cento, con il giusto distanziamento, con ingressi scaglionati anche per abituare le persone ad essere più civili e puntuali". E' la proposta all'Adnkronos dell'attore Ludovico Fremont nel giorno in cui il Cts si pronuncerà in merito alla capienza di cinema e teatri.

Simona Marchini: "Teatro luogo sicuro ma spettatori siano più responsabili"

"Il teatro è un luogo sicuro e questo è innegabile. Riapriamoli con tutte le precauzioni, ma lancio un appello accorato agli spettatori. Dobbiamo diventare più responsabili e civili per ricominciare a vivere, per non far chiudere i teatri". E' l'appello lanciato all'Adnkronos dall'attrice e regista Simona Marchini nel giorno in cui il Cts si pronuncerà in merito alla capienza di cinema e teatri.

Pupi Avati: "Apriamo sale di spettacolo al 100% e allarghiamo gli spazi come per i ristoranti"

Le sale cinematografiche andrebbero aperte al "100% e bisognerebbe addirittura ingrandirle piuttosto che ridurle". E' la proposta che arriva da Pupi Avati nel giorno in cui il Cts si pronuncerà in merito alla capienza di cinema e teatri. Il regista, dialogando con l'AdnKronos, giudica poi "imperdonabile il fatto che il settore più penalizzato sia rimasto quello della cultura, dai musei alle sale, dai teatri alle sale cinematografiche".

alternate text
News to go

Variante Delta, stretta su controlli e tracciamento

L'aumento dei casi della variante Delta Covid in Italia ha spinto il governo a controlli e tracciamento più serrati. Le Regioni sequenzieranno i campioni di chi arriva da Paesi con alta incidenza varianti e di chi si infetta nonostante il vaccino.

alternate text

Covid Italia, Zega (Codere): "Preoccupati da indicazioni Cts, confidiamo in mediazione Regioni"

"Le indicazioni fornite dal Cts rispetto alle linee guida delle Regioni per la riapertura delle attività economiche e ricreative preoccupano soprattutto per la previsione 'per tutte le attività, soprattutto laddove si punta progressivamente alla saturazione dei posti disponibili, e per tutti i lavoratori che non possono mantenere il distanziamento interpersonale previsto, bisogna considerare il possesso di uno dei requisiti per il green certificate'". Lo afferma Marco Zega direttore amministrativ...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza