cerca CERCA
Martedì 18 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:38
Temi caldi

dose di richiamo

Variante Omicron, Moderna pronta a sviluppare booster "in poche settimane"

Moderna non si aspetta alcun problema nello sviluppo di una dose di richiamo del vaccino Covid per proteggere dalla variante Omicron del coronavirus e potrebbe iniziare a lavorare al 'booster' in poche settimane. Lo ha affermato l'amministratore delegato Stephane Bancel in un'intervista al quotidiano svizzero TagesAnzeiger spiegando che l'azienda spera di iniziare gli studi clinici all'inizio del prossimo anno su un vaccino per proteggere dalla variante Omicron, ma per ora si sta concentrando sul...

Johnson & Johnson, richiesta a Ema per dose più richiamo

Johnson & Johnson chiederà all'Ema, l'agenzia europea del farmaco, l'ok al pacchetto che comprende una dose del vaccino e il richiamo. "A seguito dei risultati positivi dello studio Ensemble 2, che confermano l'efficacia del vaccino a dose singola più una dose di richiamo, Johnson & Johnson intende presentare all'Agenzia europea per i medicinali Ema la richiesta per un pacchetto completo che include la dose singola più una dose di richiamo del suo vaccino contro il Covid-19", spiega J&J, in una n...

Vaccino Johnson & Johnson, dati su efficacia prima e seconda dose

"I dati dimostrano che il vaccino" anti covid di Johnson & Johnson "fornisce protezione quando viene somministrato come dose singola per una risposta efficace in tempi di emergenza pandemica". L'azienda, in risposta ad alcune informazioni che "stanno circolando" e "che possono generare confusione", fa chiarezza sui dati relativi al suo vaccino, in versione monodose e col richiamo, mettendo insieme tutte le evidenze raccolte sia dai trial clinici randomizzati sia da studi di Real World Evidence (R...

Via libera Aifa a dose booster eterologa per vaccinati J&J

Via libera della Commissione tecnico scientifica dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) alla dose di richiamo per chi ha ricevuto il vaccino monodose anti-Covid di J&J. La Cts, esprimendosi su richiesta del ministero della Salute, ha ritenuto che "per i soggetti vaccinati con Covid-19 Janssen sia opportuna la somministrazione di una dose booster eterologa con vaccino a mRna (nei dosaggi autorizzati per la dose booster) a partire da 6 mesi dalla prima dose".

Ema: sì a booster vaccino Moderna per over 18

Una dose 'booster' del vaccino anti-Covid di Moderna "può essere presa in considerazione nelle persone dai 18 anni in su". E' quanto ha concluso il Comitato per i medicinali a uso umano Chmp dell'Agenzia europea del farmaco Ema. La raccomandazione, riportata in una nota diffusa dall'ente regolatorio Ue, si basa su dati che mostrano che una terza dose del vaccino Spikevax*, "somministrata da 6 a 8 mesi dopo la seconda, ha portato a un aumento dei livelli di anticorpi" negli adulti in cui questi li...

Pfizer avvia iter per ok Usa a terza dose vaccino

Dopo la consegna dei primi dati, Pfizer e BioNTech annunciano oggi di aver avviato la domanda di licenza biologica supplementare per l'approvazione da parte della Food and Drug Administration (Fda) statunitense di una terza dose di richiamo del vaccino Covid Comirnaty* per prevenire Covid nelle persone dai 16 anni in su. Le aziende comunicano anche di aver intenzione di completare la presentazione del materiale entro la fine di questa settimana e ribadiscono di aver intenzione di presentare i dat...

Ema, ancora nessuna decisione su necessità terza dose e tempi

"In questa fase, non è stato ancora stabilito quando potrebbe essere necessaria una dose di richiamo" dei vaccini anti-Covid, né "in quali popolazioni ci si dovrebbe concentrare" , nel caso se ne “confermasse la necessità”. E' questa la posizione attuale dell'Agenzia europea del farmaco, raccolta dall'agenzia di stampa spagnola Efe.

Francia, autorità sanitaria raccomanda terza dose vaccino anti-Covid a over 65 e malati

L'Alta autorità sanitaria francese "dopo aver analizzato i dati disponibili" ha dato il suo parere, oggi, sulla terza dose di vaccino anti-Covid, raccomandandola a tutte le persone di età pari o superiore a 65 anni e a quelle con comorbilità, più a rischio di sviluppare una forma grave di Covid. La dose di richiamo - secondo quanto riferito in una nota dall'Haute Autorité de santé (Has) - dovrà essere somministrata dopo un periodo di almeno 6 mesi dal completamento della vaccinazione con le due d...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza