cerca CERCA
Lunedì 08 Marzo 2021
Aggiornato: 20:11
Temi caldi

esplosione beirut

alternate text

Conte a Beirut, le macerie nel porto

Macerie e ricostruzione nel porto. E' una Beirut in ginocchio quella dove è arrivato nella notte il presidente del Consiglio, in Libano per testimoniare “la vicinanza dell’Italia a un popolo amico”. Subito dopo la visita nel cratere dell’esplosione, dove sono deflagrate le 2.700 tonnellate di nitrato di ammonio che hanno devastato la capitale libanese, Conte è poi arrivato sulla nave San Giusto, partita da Brindisi e approdata al porto di Beirut il 23 agosto scorso. Lasciando il porto, il premier...

alternate text

Conte a Beirut: "Da Italia sostegno per stabilità"

Il premier inizia la visita in Libano al porto, sul luogo dell'esplosione che ha provocato quasi duecento morti. Poi gli incontri istituzionali con Aoun, Diab e Adib: "Presto nuovo governo per avviare riforme". VIDEO: le macerie nel porto

alternate text

Beirut, scoperte 4 tonnellate di nitrato d'ammonio al porto

L'esercito libanese ha scoperto oltre quattro tonnellate di nitrato d'ammonio, sostanza altamente esplosiva, vicino a un ingresso del porto di Beirut. Lo ha riferito l'agenzia di stampa ufficiale 'Nna', citando una nota delle forze armate libanesi.

alternate text

Beirut, assalto ai ministeri: scontri e 238 feriti. Ucciso un agente

Nel 'Sabato della rabbia' sono riusciti a entrare nel dicastero degli Esteri e in quello dell'Economia. La protesta per chiedere giustizia dopo la devastante esplosione di martedì con 158 morti. Il premier libanese ha annunciato che ''lunedì chiederà al Consiglio dei ministri di convocare elezioni anticipate''. Il presidente del Consiglio Europeo Michel vola in Libano

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza