cerca CERCA
Giovedì 28 Ottobre 2021
Aggiornato: 05:00
Temi caldi

fame

alternate text

Alimentazione, Onu: anno pandemia segna brusca impennata fame nel mondo

C'è stato un drammatico peggioramento della situazione della fame nel mondo nel 2020 e ciò è da ricollegarsi, in larga misura, alle ricadute della pandemia di Covid-19. Sebbene non sia ancora stata effettuata una mappatura completa dell'impatto della pandemia, secondo un rapporto Onu, lo scorso anno circa un decimo della popolazione mondiale (fino a 811 milioni di persone) era sottoalimentato.

alternate text

Insicurezza alimentare acuta tocca record quinquennale

Nel 2020 il numero di persone esposte al rischio di insicurezza alimentare acuta e bisognose di urgenti aiuti umanitari e di sostegno alla sussistenza ha raggiunto il dato più alto degli ultimi cinque anni nei Paesi afflitti da crisi alimentari. È quanto si legge nel rapporto annuale pubblicato oggi dalla Rete mondiale contro le crisi alimentari (Gnafc), un’alleanza tra agenzie delle Nazioni Unite, l’Ue, organismi governativi e organizzazioni non governative istituita per affrontare congiuntament...

alternate text

Nobel per la pace, direttore Wfp: "Accetto a nome dei 100 milioni di affamati che aiutiamo"

Il direttore esecutivo del World Food Programme (Wfp), David Beasley, ha accettato il Premio Nobel per la pace 2020 "a nome dei 100 milioni di persone affamate che serviamo". Questo è più di un riconoscimento, è "un invito all'azione", ha detto, dopo aver accettato il premio - un diploma e una medaglia d'oro - presso la sede dell'agenzia a Roma, invece che a Oslo, dove tutte le cerimonie sono state annullate a causa della pandemia di coronavirus. Il premio è stato consegnato da Lisa Pelletti Clar...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza