cerca CERCA
Giovedì 11 Agosto 2022
Aggiornato: 17:37
Temi caldi

giovane

alternate text

Giovani bocciati in educazione sentimentale, 25% ha rapporti non protetti

"Solo un ragazzo su cinque si è sottoposto a una visita dall’urologo, il 65% non ha mai parlato di sessualità con i propri genitori. Otto su dieci visitano siti pornografici. I dati più preoccupanti, però, sono quelli relativi al consumo di alcool, droghe leggere e sigarette: il 25% delle ragazze e il 18% dei ragazzi fumano abitualmente, il 25% dei maschi e il 10% delle femmine ha fatto uso di droghe leggere e una giovane su tre e un ragazzo su due assumono regolarmente superalcolici. Inoltre, un...

alternate text

Tumori, Rutelli: 'Premio #afiancodelcoraggio risposta di speranza e concretezza'

"Questo incontro tra il mondo creativo dei giovani che raccontano alla società i suoi drammi e le soluzioni e una realtà industriale che fa ricerca e crea i farmaci che aiutano a risolvere tanti problemi è il modo migliore per risolvere il grande dubbio sui vaccini e sul rapporto tra la scienza, la cura e la salute. Poterlo fare con l’impegno dei giovani creativi e delle industrie del cinema e dell’audiovisivo è un modo intelligente per dare una risposta di speranza e di concretezza”. Lo ha detto...

alternate text

Covid, per 41% giovani inutile allarmismo da stampa

Consapevoli della straordinarietà del momento storico che stiamo vivendo, e conseguentemente dell’importanza di informarsi quotidianamente (28,9%) e di approfondire (30,2%) i giovani ritengono che vi sia stato un eccesso di informazione sulla pandemia (per il 32,5% se n’è parlato troppo e in maniera esagerata) nonché un inutile allarmismo (41,2%). Il quadro si ricava dal 9° Rapporto di Ricerca annuale di “Generazione Proteo”, l’Osservatorio permanente sui giovani della Link Campus University, rea...

alternate text

Covid, per 38% giovani migliorati rapporti con genitori

La pandemia ha senza dubbio sconvolto l’universo relazionale dei giovani, che infatti individuano proprio nello stare insieme liberamente con i propri amici e familiari (32,4%) e in particolare con i nonni (5,8%) ciò cui essi hanno rinunciato più a malincuore. Ma la pandemia è stata anche un’occasione per ripensare alcuni rapporti, che sono usciti rafforzati da quest’ultimo anno: è il caso in particolare dei rapporti con i genitori, che per il 38,3% sono migliorati. I dati sono contenuti nel 9° R...

alternate text

Istituto Piepoli: "Giovani più spirituali e lucidi in emergenza"

"I giovani hanno rafforzato la spiritualità e vivono con lucidità questa emergenza. Da un’indagine svolta per Fondazione Pisa e Fondazione Charlie, durante il lockdown 4 giovani su 10 hanno chattato o fatto video-chiamate con amici o familiari ogni giorno, un quarto ha svolto attività fisica in casa e il 24% ha pregato almeno una volta alla settimana". E' quanto emerge dall'analisi presentata dal vicepresidente dell’Istituto Piepoli, Livio Gigliuto, nel corso del convegno sulla Giornata nazionale...

alternate text

Giovannini (Asvis): "Giovani facciano sentire voce, protagonisti del futuro"

Andrea Pinchera ha 18 anni e da un anno si è lanciato anima e corpo in un’attività imprenditoriale per la creazione di “negozi online”. Dall’inizio dell’emergenza Covid-19 ha aiutato decine di piccole attività a vendere via Web, coinvolgendo molti altri ragazzi come lui nel progetto. Questa è solo una delle mille storie di giovani che stanno adattando i piani di vita con spirito imprenditoriale e determinazione. Andrea è una delle 4 testimonianze portate in occasione di “Protagonisti di Futuro. V...

alternate text
Arte

All'asta da Sotheby's a 80 milioni di dollari raro dipinto di Botticelli

Un dipinto dell'artista rinascimentale italiano Sandro Botticelli dovrebbe fruttare almeno 80 milioni di dollari all'asta di Sotheby's. Il dipinto intitolato "Giovane che tiene in mano un tondello", uno dei circa una dodici ritratti ancora esistenti di Botticelli, sarà messo in vendita all'asta a gennaio, ha spiegato Sotheby's.

alternate text

Firenze, in quattro senza mascherina dopo le 18: multati

Erano senza mascherina dopo le 18. Sono stati multati in quattro nel centro storico di Firenze, durante i controlli della polizia municipale nelle zone maggiormente interessate dai potenziali assembramenti. Due sanzioni sono state rilevate in piazza San Giovanni a due giovani che, oltre a non indossare la mascherina, non l'avevano nemmeno con sé. Le altre due sanzioni in via Calzaiuoli. Tutti i sanzionati erano italiani.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza