cerca CERCA
Lunedì 26 Luglio 2021
Aggiornato: 04:01
Temi caldi

industria alimentare

alternate text

Del Bravo (Ismea): "Migliora clima fiducia imprese agricole e industria alimentare"

“Ismea ha rilevato anche un miglioramento del clima di fiducia delle imprese agricole e dell'industria alimentare, dopo l'inevitabile deterioramento che ha accompagnato tutto il corso del 2020”. Lo dice, in un’intervista all’Adnkronos/Labitalia, Fabio Del Bravo, responsabile Servizi di mercato Ismea. “Secondo l'indice Ismea - spiega - che sintetizza i giudizi degli operatori sulla situazione corrente e futura, sull'andamento degli ordini ci sarebbe un maggior ottimismo specie in relazione alle pr...

alternate text

Agroalimentare: De Castro, 'Recovery fund occasione da non perdere'

"Quella delle risorse europee del Recovery fund è un'occasione che non possiamo perdere, per l'agricoltura e l'agroalimentare ma per tutto il Paese. Mai come in questo momento abbiamo l'occasione di recuperare i gap strutturali che un Paese piccolo e fragile come il nostro ha. Gap di infrastrutture materiali ma anche immateriali, come la banda larga. E poi investire sulla manutenzione del territorio, che per il 75% in Italia è fatto di montagne e colline che franano". Così Paolo De Castro, europa...

alternate text

Industria: Mutti (Centromarca), 'filiera alimentare può fare molto di più'

"Quella alimentare è stata una filiera resiliente alla crisi economica e lo è anche in questa crisi pandemica, con la sua grande capacità di generare occupazione. Ma la filiera può fare molto di più. Serve però una crescita di competitività del sistema, meno burocrazia e una crescita della dimensione aziendale necessaria per competere". Lo ha detto Francesco Mutti, presidente di Centromarca e ad Mutti Spa, intervenendo alla presentazione del Rapporto 'L’industria alimentare italiana oltre il Covi...

alternate text

Pantini (Nomisma), 'Da industria alimentare 30 mld valore aggiunto'

"Al 31 dicembre 2019 l'industria alimentare, prima dell'emergenza coronavirus, ha garantito 30 miliardi di euro di valore aggiunto, e cioè la capacità di creare ricchezza, rappresentando la terza industria più importante nel manifatturiero, dopo quella metalmeccanica e quella dei macchinari". Lo ha detto Denis Pantini, responsabile agroalimentare Nomisma, presentando oggi il rapporto 'L’industria alimentare italiana oltre il Covid-19 – Competitività, impatti socio-economici, prospettive' redatto ...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza