cerca CERCA
Sabato 23 Ottobre 2021
Aggiornato: 19:13
Temi caldi

morto Gigi Proietti

alternate text

Proietti, il driver di Tor di Valle e la 'Febbre da cavallo'

"'Febbre da cavallo' coincide con il periodo d'oro dell'Ippodromo Tor di Valle. Nel periodo delle riprese, ricordo, c'eravamo messi tutti a disposizione. Nel film io e Marcello Mazzarini venimmo anche citati, i nostri nomi trasformati in Bocconi e Ciccolini..." Così lo storico driver Carlo Bottoni, figlio del leggendario 'ammiraglio' Ugo, che ha dedicato un'intera vita all'ippica (ha vinto circa 3.000 corse), ricorda il cult 'Febbre da cavallo' con "l'indimenticabile Mandrake'', alias Gigi Proiet...

alternate text

Proietti, quando disse ai detenuti: "Sono uno di voi"

"Mi è venuta voglia di fare una mandrakata per tutti loro, perché vivano qui dentro al meglio”. Così un commosso Gigi Proietti, il grande attore romano scomparso stamane, commentò la calorosa accoglienza riservatagli dai detenuti della casa circondariale di Rebibbia il 5 gennaio 2015, quando fu ospite d’onore del pranzo natalizio organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio. Non era la prima volta che l’attore entrava in un carcere: qualche anno prima aveva preso parte a un evento a Regina Coeli e n...

alternate text

Proietti, il suo ultimo regalo: il film in cui è Babbo Natale

L'ultimo regalo di Gigi Proietti al pubblico italiano è un regalo di Natale. Proietti arriverà nei cinema nei panni di Babbo Natale, nel film di Edoardo Falcone, calendarizzato per uscire nelle sale il 3 dicembre, pandemia permettendo. 'Io sono Babbo Natale', questo il titolo della commedia, vede Proietti recitare insieme a Marco Giallini.

alternate text

Proietti, Totti: "Va via un pezzo della nostra Roma"

"Va via un pezzo della nostra Roma, quella vera passionale e allegra. Come definire Gigi un grande il suo sorriso è stato e rimarrà unico". Lo scrive in esclusiva per "il Foglio" l''ex capitano della Roma, Francesco Totti. "Gigi era presente al ricevimento per il mio matrimonio, ci vedevamo in qualche occasione e con la sua allegria e il suo grande carisma trasmetteva sempre grande gioia. Mi ha seguito per tutta la carriera da calciatore, era un grande tifoso romanista e ha rappresentato Roma nel...

alternate text

Proietti, Solenghi: "Roma gli intitoli Teatro Brancaccio"

"Mi farebbe piacere che a Roma venisse intitolato un grande teatro a Gigi Proietti, magari proprio il Brancaccio che lui ha diretto". Lo propone Tullio Solenghi che in un video su Facebook ricorda il grande attore scomparso oggi all'alba nel giorno del suo ottantesimo compleanno e propone di dedicargli il teatro del quale dal 1978 al 2007 fu direttore artistico, dando vita al leggendario Laboratorio di Esercitazioni Sceniche, da cui sono usciti tanti talenti, come Flavio Insinna, Francesca Reggia...

alternate text

Proietti, Conte: "Ci lascia un genio dello spettacolo"

"Con Gigi Proietti non se ne va solo uno dei volti più amati dal pubblico, ma anche uno straordinario protagonista della nostra cultura. Proprio nel giorno del suo compleanno ci lascia un genio dello spettacolo che ha saputo divertire e commuovere milioni di italiani. La sua scomparsa addolora tutto il Paese". Così il premier Giuseppe Conte commenta su Facebook la notizia della morte di Gigi Proietti.

alternate text

Gigi Proietti e la telefonata

Un altro degli indimenticabili cavalli di battaglia di Gigi Proietti, 'La telefonata', durante una trasmissione su Rai Uno nel giugno del 2018.

alternate text

Gigi Proietti e il cavaliere nero

"Il cavaliere bianco e il cavaliere nero fanno a duello. Il cavaliere t'ammazza il cavaliere bianco che c'aveva tre figli.... La morale è che al cavaliere nero non je devi caga' er ca...". La barzelletta, tra i cavalli di battaglia di Gigi Proietti, nell'ambito di monologo sulla Rai centrato sulla volgarità di ieri e di oggi, su quella volontaria e quella involontaria.

alternate text

'Ciao Maestro', Twitter saluta così Gigi Proietti

'Ciao Maestro'. E' la definizione in tendenza su Twitter per Gigi Proietti, morto in queste ore a Roma, per problemi cardiaci, una malattia di cui soffriva già da tempo. 'Grazie per le risate e l’arte che ci hai donato. Ciao Maestro', scrive Gabriele. 'Ciao Maestro, quante risate ci siamo fatti, Genio e Sregolatezza, si legge nel post di Danilo.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza