cerca CERCA
Mercoledì 14 Aprile 2021
Aggiornato: 10:18
Temi caldi

pescatori mazara del vallo

alternate text

Mazara, il pescatore: "Hanno sparato in aria, pensavamo di morire" - Video

"Siamo stati trattati malissimo, ci facevano dormire a terra. Cibo scadente. E' stato terribile". Così, rispondendo alle domande dei cronisti, Onofrio Giacalone, uno dei 18 pescatori di Mazara del Vallo sequestrati con i loro pescherecci in Libia per oltre 100 giorni e oggi finalmente tornati in Italia.

alternate text

Pescatori Mazara, mamma Rosetta: "Pietro ha avuto paura, ora potrò riabbracciarlo" - Video

"Hanno sofferto tanto e avevano paura ma ora è tutto finito, finalmente potrò riabbracciare mio figlio Pietro". Lo ha detto Rosetta Ingargiola, la madre 74enne di Pietro Marrone, il Comandante della ‘Medinea’ in arrivo al porto di Mazara (VIDEO). "Ma anche se è adulto lui stava con la speranza che io gli dessi forza. E gliel’ho data". E ha aggiunto: "Le donne di Mazara sono fortissime. Noi Non li abbiamo mai abbandonati, abbiamo lottato giorno e notte. Ho accompagnato mio figlio qui il 26 agosto ...

alternate text

Pescatori Libia, mamma Rosetta: "Hanno sofferto, ora tutto finito"

"Hanno sofferto tanto e avevano paura ma ora è tutto finito, finalmente potrò riabbracciare mio figlio Pietro". Lo ha detto Rosetta Ingargiola, la madre 74enne di Pietro Marrone, il Comandante della ‘Medinea’ in arrivo al porto di Mazara (VIDEO). "Ma anche se è adulto lui stava con la speranza che io gli dessi forza. E gliel’ho data". E ha aggiunto: "Le donne di Mazara sono fortissime. Noi Non li abbiamo mai abbandonati, abbiamo lottato giorno e notte. Ho accompagnato mio figlio qui il 26 agosto ...

alternate text

"Amore mio ti aspetto a casa", la prima chiamata della moglie al pescatore di Mazara

"Amore mio, ti aspetto a casa. Non vedo l’ora di abbracciarti". Cristina Amabilino, moglie del pescatore Bernardo Salvo non riesce a contenere la gioia. E' riuscita a parlare al telefono, via radio dal peschereccio Aristeus ormeggiato a Mazara del Vallo, con il marito liberato ieri in Libia dopo oltre 100 giorni di sequestro condiviso con gli altri 17 pescatori. "Appena arrivi festeggeremo - dice felice - finalmente è finito un incubo". E ringrazia l’armatore Marco Marrone che "in questi mesi ci ...

alternate text

"Amore mio ti aspetto a casa", la telefonata tra il pescatore di Mazara e la moglie

"Amore mio, ti aspetto a casa. Non vedo l’ora di abbracciarti". Cristina Amabilino, moglie del pescatore Bernardo Salvo non riesce a contenere la gioia. E' riuscita a parlare al telefono, via radio dal peschereccio Aristeus ormeggiato a Mazara del Vallo, con il marito liberato ieri in Libia dopo oltre 100 giorni di sequestro condiviso con gli altri 17 pescatori. "Appena arrivi festeggeremo - dice felice - finalmente è finito un incubo". E ringrazia l’armatore Marco Marrone che "in questi mesi ci ...

alternate text

Pescatori partiti da Libia, a Mazara sabato sera

"I due pescherecci sono appena partiti dalla Libia per l'Italia, l'arrivo dei pescatori è previsto al porto di Mazara intorno a sabato sera". A dirlo all'Adnkronos è il sindaco di Mazara Salvatore Quinci. "Ho appena avuto la comunicazione ufficiale - dice - i due pescherecci sono già in viaggio. Siamo davvero felici". I pescatori sono stati liberati oggi dopo oltre 100 giorni di prigionia in Libia. La partenza da Bengasi è stata ritardata da problemi al motore di una delle due imbarcazioni.

alternate text

Pescatori Mazara liberati dopo 108 giorni: cos'è successo

Pescatori di Mazara finalmente liberi. Dopo 108 giorni bloccati in Libia. Era il primo settembre scorso quando due pescherecci italiani, di base al porto di Mazara del Vallo, venivano sequestrati al largo della Libia, a 35 miglia da Bengasi, dalle forze al comando del generale Khalifa Haftar. Tra i 18 membri dell'equipaggio, otto italiani. L'accusa? Si è fatto riferimento a una presunta violazione della "zona militare" dichiarata dal fronte Haftar nel tratto di mare in cui sono stati bloccati i m...

alternate text

Pescatori sequestrati in Libia, moglie di un marittimo: "Governo incapace"

"Per noi non sarà Natale. Lo passeremo in piazza a Montecitorio. I nostri uomini non possono urlare e a noi tocca essere la loro voce, perché i riflettori su questa vicenda non si spegnano". E' arrabbiata Cristina Amabilino, da oltre tre mesi attende di riabbracciare il marito Bernardo Salvo, uno dei 18 marittimi sequestrati dalle milizie del generale Haftar lo scorso primo settembre a nord di Bengasi. "Il governo Conte si è rivelato debole, incompetente e incapace di far valere il proprio peso s...

alternate text

Pescatori sequestrati in Libia, Varvelli: "Da Haftar ricatto politico, Ue alzi la voce"

"Spero non sia una sorta di ricatto politico" all'Italia dal generale Khalifa Haftar in una Libia sempre nel caos. Una situazione, quella degli equipaggi dei pescherecci italiani bloccati da quasi 100 giorni in Libia, che se non si sblocca dovrebbe essere "internazionalizzata più di quanto non sia stato fatto" chiedendo "sia l'Europa ad alzare la voce". Perché potrebbe essere utile un "richiamo europeo più forte". Parla così con Aki - Adnkronos International Arturo Varvelli dell'European Council ...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza