cerca CERCA
Domenica 09 Maggio 2021
Aggiornato: 07:10
Temi caldi

pescatori sequestrati

alternate text

Covid, in strada senza mascherina: multato pescatore sequestrato in Libia

Multato per non aver indossato la mascherina. La sanzione è scattata per Farath Jemmali, uno dei 18 pescatori sequestrati lo scorso primo settembre dalle milizie del generale Haftar e liberati dopo oltre 100 giorni di prigionia. "Farath la mattina del 26 dicembre ha sentito l'esigenza di fare due passi per la nostra città e di fermarsi con un conoscente senza mascherina e con una distanza di sicurezza per lui congrua con le restrizioni in atto - scrive su Facebook il consigliere comunale della Le...

alternate text

Mazara, il pescatore: "Hanno sparato in aria, pensavamo di morire" - Video

"Siamo stati trattati malissimo, ci facevano dormire a terra. Cibo scadente. E' stato terribile". Così, rispondendo alle domande dei cronisti, Onofrio Giacalone, uno dei 18 pescatori di Mazara del Vallo sequestrati con i loro pescherecci in Libia per oltre 100 giorni e oggi finalmente tornati in Italia.

alternate text

Pescatori Libia, mamma Rosetta: "Hanno sofferto, ora tutto finito"

"Hanno sofferto tanto e avevano paura ma ora è tutto finito, finalmente potrò riabbracciare mio figlio Pietro". Lo ha detto Rosetta Ingargiola, la madre 74enne di Pietro Marrone, il Comandante della ‘Medinea’ in arrivo al porto di Mazara (VIDEO). "Ma anche se è adulto lui stava con la speranza che io gli dessi forza. E gliel’ho data". E ha aggiunto: "Le donne di Mazara sono fortissime. Noi Non li abbiamo mai abbandonati, abbiamo lottato giorno e notte. Ho accompagnato mio figlio qui il 26 agosto ...

alternate text

"Mio marito picchiato a sangue", il racconto della moglie di uno dei pescatori di Mazara

"Il giorno del sequestro mio marito è stato picchiato. L'ho capito quando ho visto una sua foto, pochi giorno dopo il sequestro dei pescherecci, e aveva un occhio gonfio e una parte del viso arrossata. Conosco mio marito e ho capito subito che ha subito violenze... E' stato pestato a sangue". A parlare è Marika Calandrino, la moglie di Gaspare Giacalone, marittimo di 33 anni, tra i 18 pescatori sequestrati e liberati tre giorni fa dalla Libia. Era il primo settembre scorso quando Gaspare Giacalon...

alternate text

"Amore mio ti aspetto a casa", la prima chiamata della moglie al pescatore di Mazara

"Amore mio, ti aspetto a casa. Non vedo l’ora di abbracciarti". Cristina Amabilino, moglie del pescatore Bernardo Salvo non riesce a contenere la gioia. E' riuscita a parlare al telefono, via radio dal peschereccio Aristeus ormeggiato a Mazara del Vallo, con il marito liberato ieri in Libia dopo oltre 100 giorni di sequestro condiviso con gli altri 17 pescatori. "Appena arrivi festeggeremo - dice felice - finalmente è finito un incubo". E ringrazia l’armatore Marco Marrone che "in questi mesi ci ...

alternate text

"Amore mio ti aspetto a casa", la telefonata tra il pescatore di Mazara e la moglie

"Amore mio, ti aspetto a casa. Non vedo l’ora di abbracciarti". Cristina Amabilino, moglie del pescatore Bernardo Salvo non riesce a contenere la gioia. E' riuscita a parlare al telefono, via radio dal peschereccio Aristeus ormeggiato a Mazara del Vallo, con il marito liberato ieri in Libia dopo oltre 100 giorni di sequestro condiviso con gli altri 17 pescatori. "Appena arrivi festeggeremo - dice felice - finalmente è finito un incubo". E ringrazia l’armatore Marco Marrone che "in questi mesi ci ...

alternate text

Pescatori Mazara in Libia, Meloni: "Felice per liberazione, ma 108 giorni enormità"

Quella sui pescatori di Mazara sequestrati in Libia e liberati oggi, "non la considero una vittoria della diplomazia né della politica italiana, perché 108 giorni per liberare 18 pescatori innocenti, che stavano pescando in acque contestate sul piano del diritto internazionale, sono un'enormità. Il segnale che noi continuiamo a dare, sul piano internazionale è che ognuno ci può mettere i piedi in testa. Non sarà sfuggito a nessuno che sono serviti 5 giorni per liberare dei pescatori da parte dell...

alternate text

Pescatori Mazara liberati dopo 108 giorni: cos'è successo

Pescatori di Mazara finalmente liberi. Dopo 108 giorni bloccati in Libia. Era il primo settembre scorso quando due pescherecci italiani, di base al porto di Mazara del Vallo, venivano sequestrati al largo della Libia, a 35 miglia da Bengasi, dalle forze al comando del generale Khalifa Haftar. Tra i 18 membri dell'equipaggio, otto italiani. L'accusa? Si è fatto riferimento a una presunta violazione della "zona militare" dichiarata dal fronte Haftar nel tratto di mare in cui sono stati bloccati i m...

alternate text

Pescatori sequestrati in Libia, Varvelli: "Da Haftar ricatto politico, Ue alzi la voce"

"Spero non sia una sorta di ricatto politico" all'Italia dal generale Khalifa Haftar in una Libia sempre nel caos. Una situazione, quella degli equipaggi dei pescherecci italiani bloccati da quasi 100 giorni in Libia, che se non si sblocca dovrebbe essere "internazionalizzata più di quanto non sia stato fatto" chiedendo "sia l'Europa ad alzare la voce". Perché potrebbe essere utile un "richiamo europeo più forte". Parla così con Aki - Adnkronos International Arturo Varvelli dell'European Council ...

alternate text

Pescatori sequestrati in Libia, sindaco Mazara: "100 giorni da sequestro, delusi e amareggiati"

"C'è molta delusione qui a Mazara del Vallo, sono sincero. La speranza di poter vedere i nostri uomini entro Natale è ormai appesa a un filo...". A quasi cento giorni dal sequestro dei 18 pescatori della marineria di Mazara del Vallo (Trapani) avvenuto il primo settembre a 38 miglia dalle coste libiche, regna sconforto e delusione nel grosso centro siciliano. I marittimi si trovano in stato di fermo nel carcere-caserma di El Kuefia a pochi chilometri da Bengasi.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza