cerca CERCA
Sabato 13 Agosto 2022
Aggiornato: 16:41
Temi caldi

piano industriale

alternate text

Banca Generali chiude il primo semestre con un utile netto di 131,3 milioni di euro

Banca Generali ha chiuso il primo semestre con un utile netto consolidato di 131,3 milioni di euro, che si raffronta ai 190,1 milioni del corrispondente periodo dello scorso anno (-31%). Ma è - si spiega dall'istituto - "un confronto non omogeneo" visto che "i primi sei mesi del 2022 sono stati infatti caratterizzati da una delle peggiori crisi finanziarie di sempre, in netta contrapposizione alla fase espansiva dei mercati finanziari dello scorso anno".

alternate text

Montani (Bper Banca): "Presentiamo un piano industriale molto sfidante"

Nella cornice del Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, Bper Banca ha presentato il suo piano industriale 2022-2025. L'amministratore delegato, Piero Luigi Montani, a margine della conferenza di presentazione, ha spiegato quali sono i principali obiettivi del gruppo per il prossimo triennio.

alternate text

Il piano 2025 di Bper, utile di 800 mln e dividendi per 1 mld

Bper punta a un utile netto di 640 milioni di euro nel 2024 e di circa 800 milioni nel 2025 e proventi operativi netti di 4,3 miliardi nel 2024 e di 4,37 miliardi nell'anno successivo. Il gruppo bancario svela il nuovo piano industriale al 2025, che prevede la distribuzione di un monte dividendi di almeno un miliardo di euro, mantenendo una posizione di capitale elevata. I pilastri della strategia del gruppo modenese per i prossimi quattro anni prevede una semplificazione del modello operativo, l...

alternate text

Banca Ifis, Fürstenberg Fassio: "Con piano industriale conferma natura challenger bank"

"Con il Piano Industriale 2022-2024 Banca Ifis conferma la propria natura di challenger bank che persegue obiettivi di generazione di valore sostenibile in settori ad alta remuneratività". Lo afferma Ernesto Fürstenberg Fassio, vice presidente di Banca Ifis. "La Banca - rimarca . arriva a questo fondamentale appuntamento forte di una dote importante, legata al trasferimento della sede legale della controllante che ne fa attestare il Cet1 al 15,4%. La Banca si affaccia al contesto post Covid con o...

alternate text

Piano Innovatec, nel 2024 Ebit di 38 mln e ricavi di 405 mln

Un Ebit di 38 milioni di euro nel 2024, un Ebitda di 55 milioni e ricavi di 405 milioni, più che raddoppiati rispetto al 2020. Sono alcuni degli obiettivi di Innovatec indicati nel nuovo piano industriale al 2024. In particolare l'azienda prevede un Cagr 2021-2024 del 22%, attraverso la crescita organica, l'ampliamento dei servizi end-to-end e lo sviluppo Ee trainato dalle incentivazioni del Pnrr, mentre il settore dell’economia circolare punterà a sviluppare filiere di recupero ed impiantistica ...

alternate text

Innovatec, Maggio: "Con nuovo piano raddoppiamo nostro business"

“L’impianto strategico del nuovo piano industriale poggia sulla nuova sostenibilità ambientale per la transizione ecologica, sull’integrazione dei nostri business core e sull’offerta e qualità dei servizi end-to-end a 360 gradi. Grazie a investimenti per circa 60 milioni di euro e a incrementi del personale di circa il 50%, Innovatec sarà in grado di raddoppiare il proprio business generando ricavi al 2024 per 405 milioni di euro, un Ebitda di 55 milioni di euro e un Ebit di 38 milioni, quest’ult...

alternate text

A2A, un piano industriale con investimenti da 18 miliardi

A2A presenta l'aggiornamento del Piano Industriale 2021-2030 che si rafforza con ulteriori due miliardi di investimenti e l'impegno di raggiungere l'azzeramento delle emissioni dirette e indirette generate dal gruppo entro il 2040.  

alternate text

Banco Bpm: nel nuovo piano utili oltre 1 miliardo nel 2024

Un utile netto di 1,05 miliardi di euro nel 2024, con una crescita annua del 33,4%. E di 740 milioni nel 2023. E proventi netti di 4,6 miliardi a fine periodo e solidi livelli di patrimonializzazione, con un Cet1 al 14,4%. Sono alcuni degli obiettivi del nuovo piano industriale del gruppo Banco Bpm, approvati oggi dal consiglio di amministrazione. La posizione patrimoniale della banca e la generazione di capitale consentiranno di garantire una remunerazione per gli azionisti con un dividend payou...

alternate text

Moby ammessa a procedura concordataria

Il Tribunale di Milano con decreto pubblicato in data odierna ha dichiarato Moby Spa ammessa alla procedura concordataria proposta dall’impresa. Lo comunica la società in una nota. Moby, dopo aver superato il periodo di emergenza Covid 19 grazie ad un focus sui ricavi e sulla marginalità, proseguirà in continuità il suo piano industriale e commerciale che ha già ottenuto un grande riconoscimento dal mercato in questo avvio di stagione turistica che conferma per la compagnia numeri in crescit...

alternate text

Acqua, perdite di rete in calo

No alla dispersione idrica. Oltre il 56% delle reti idriche gestite dal Gruppo Iren è stato distrettualizzato e monitorato sistematicamente con un impatto diretto sulla riduzione delle perdite di rete che si attestano al 33,3% contro una media nazionale del 43,7%, in linea con l’obiettivo del 29% previsto per il 2025. L’impatto positivo si verifica anche sui prelievi di acqua dall’ambiente per uso potabile, per abitante/giorno, che si riducono del 3% rispetto al 2019. E’ quanto emerge dal Bilanci...

alternate text

Cdp, raggiunti obiettivi piano industriale 2019-21

Cassa Depositi e Prestiti ha pienamente raggiunto gli obiettivi di business, operativi ed economico-finanziari del piano industriale 2019-2021. Lo rende noto il gruppo in occasione dell'approvazione del bilancio 2020. A due anni dall’avvio del Piano, Cdp chiude il 2020 con un modello di business ed operativo totalmente rinnovato, una solidità economico-finanziaria rafforzata ed una piena integrazione della sostenibilità nella propria attività.

alternate text

Terna, piano industriale: in 2021-23 +8% annuo dividendi

Per quanto riguarda la politica dei dividendi, dal 2021 al 2023 si prevede un Cagr del dividendo per azione (Dps) pari all’8%, rispetto al dividendo di competenza dell’esercizio 2020. Per gli anni 2024 e 2025 si prevede un payout del 75%, con un dividendo minimo comunque garantito pari al dividendo di competenza dell’esercizio 2023. E' quanto si legge nel piano di Terna che è stato approvato dal Cda.

alternate text

Terna, piano industriale prevede importante creazione di posti di lavoro

Fondamentali per il raggiungimento degli sfidanti obiettivi che il gruppo Terna si è posto saranno le persone, con le loro straordinarie competenze: il piano industriale prevede una importante creazione di posti di lavoro. È infatti previsto che gli organici dell’azienda possano crescere del 10% già nei primi tre anni, superando le 5.000 unità. E' quanto emerge dal piano 2021-25 che è stato presentato oggi da Terna.

alternate text

Terna, piano 2021-25 punta ad accelerare investimenti in Italia: 8,9 mld (+22%)

Con il suo piano industriale 2021-25 Terna punta a una forte accelerazione degli investimenti in Italia. Per quanto riguarda le attività regolate in Italia, che continuano a rappresentare il core business del gruppo, il gruppo che ha approvato il nuovo piano, "prevede di investire 8,9 miliardi di euro per sviluppare, ammodernare e rafforzare la rete di trasmissione elettrica nazionale, confermando il ruolo di Terna quale abilitatore di un sistema elettrico sempre più articolato, sostenibile e tec...

alternate text

Terna, Donnarumma: "Investimenti in campo nei prossimi 5 anni volano per la ripresa"

"Gli investimenti che metteremo in campo nei prossimi cinque anni rappresentano un formidabile volano per la ripresa e porteranno benefici a tutti gli italiani: è fondamentale agire oggi per consegnare alle prossime generazioni un sistema elettrico sempre più affidabile, efficiente e decarbonizzato. L’Italia ha delle opportunità eccezionali: Terna, regista e guida del sistema elettrico, vuole renderle possibili". Ad affermarlo è l'ad di Terna, Stefano Donnarumma in occasione della presentazione d...

alternate text

Cdp, avanti tutta su Venture Capital: dal Fondo Innovazione 1 mld alle start up

Il Venture Capital "è una leva per trasformare l'Italia del futuro e rigenerare il tessuto produttivo". E' la presidente di Cdp Venture Capital, Francesca Bria, ad affermarlo presentando i contenuti del Piano Industriale 2020-2022 “Dall’Italia per innovare l’Italia” approvato dal cda e presentato oggi nel corso di un evento cui hanno preso parte il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli e l'amministratore delegato di Cdp Fabrizio Palermo. Le nuove iniziative sono state illustrate da...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza