cerca CERCA
Venerdì 18 Giugno 2021
Aggiornato: 22:42
Temi caldi

piazza affari

alternate text

Borsa: Piazza Affari debole, il Nasdaq spinge STMicroelectronics

Nonostante il ritorno degli acquisti sui listini statunitensi, le borse europee hanno chiuso la prima seduta della settimana all’insegna della prudenza. A pesare sono i numeri relativi la pandemia che, nelle ultime 24 ore, ha fatto registrare oltre 300 mila contagi, il dato più alto dall’inizio dell’emergenza sanitaria. A Milano il nostro Ftse Mib ha chiuso la seduta 19.793,80 punti, -0,14% rispetto al dato precedente, mentre lo spread tra i decennali italiani e quelli “made in Germany” si è atte...

alternate text

Borsa: le banche spingono Piazza Affari

Le borse europee chiudono negative nel gran giorno della Banca Centrale Europea. Dal meeting dell’istituto con sede a Francoforte non sono emerse grandi novità nella gestione della politica monetaria di Eurolandia: l’istituto guidato da Christine Lagarde ha confermato il costo del denaro e lo shopping di titoli ad un ritmo di 20 miliardi mensili fino a dicembre.

alternate text

Borsa: Piazza Affari chiude a +2,02%, bene lo spread

Chiusura di seduta in ampio territorio positivo per l’azionario europeo, spinto nella seconda parte anche dal forte ritorno degli acquisti sui listini a stelle e strisce. A Milano, dove il Ftse Mib si è fermato a 19.771,32 punti, +2,02% rispetto al dato precedente, spicca il +2,38% messo a segno da Enel, che ha annunciato il riacquisto di obbligazioni ibride per un nominale complessivo di 250 milioni di sterline.

alternate text

Borsa: bancari ed energetici spingono Milano in rosso

Chiusi ieri per festività, i listini statunitensi oggi hanno iniziato la settimana con il segno meno. In scia le borse europee che dopo i guadagni di ieri, oggi si sono trovate a fare i conti con la debolezza del greggio, con le tensioni sull’asse Washington-Pechino e con la prudenza in vista del meeting della Banca Centrale Europea di giovedì.

alternate text

Borsa: Piazza Affari in rialzo dell'1,79%, Nexi spicca il volo

Prive del faro rappresentato dai listini statunitensi, Wall Street oggi è chiusa per festività (Labour Day), le borse europee hanno iniziato la settimana sopra la parità. Sul Ftse Mib, che oggi ha terminato la seduta con un rialzo dell’1,79% portandosi a 19.738,01 punti, la performance migliore è stata registrata da Nexi (+7,04%), spinta dai rumor di una ripartenza delle trattative in vista di una fusione con Sia.

alternate text

Borsa: Piazza Affari chiude in rosso, tonfo per STMicroelectronics

In positivo per gran parte della seduta, i listini europei hanno terminato in rosso in scia delle prese di beneficio scattate sui listini a stelle e strisce a seguito dei recenti massimi storici. A Piazza Affari il Ftse Mib ha così chiuso in calo dell’1,54% a 19.551,48 punti mentre lo spread con i decennali tedeschi è salito di oltre un punto e mezzo percentuale a 147 punti base.

alternate text

Borsa: Piazza Affari positiva, balzo a due cifre per Atlantia

Anche se lontane dai massimi intraday, le borse europee hanno chiuso la seduta odierna in solido territorio positivo. A Milano il nostro Ftse Mib si è fermato a 19.858,21 punti, 1,34% in più rispetto al dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania è sceso a 144 punti base (-1,2%).

alternate text

Borsa: Piazza Affari debole, Tiscali spicca il volo

Dopo il miglior mese di agosto dal 2009, le borse europee hanno iniziato settembre all’insegna della prudenza. Nonostante una partenza positiva, il nostro Ftse Mib ha terminato in calo dello 0,2% a 19.595,02 punti appesantito dai bancari e dai titoli del comparto industriale (-1,5% per lo spread Italia-Germania a 146 punti base).

alternate text

Borsa: Piazza affari chiude invariato, UniCredit svetta sul Ftse Mib

Ultima seduta della settimana all’insegna della prudenza per le borse europee, sotto la parità nonostante il nuovo corso inaugurato ieri dalla Federal Reserve (che ha fatto sapere di aver sostanzialmente abbandonato il mantra dell’inflazione al 2% per concentrarsi sulla ripresa dell’economia). Nel Vecchio continente spicca la performance di Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha terminato invariato a 19.841,01 punti (-0,03%).

alternate text

Borsa: Piazza Affari chiude positiva, Telecom Italia svetta

Giornata altalenante per i listini europei. L’umore delle piazze finanziarie del Vecchio continente è migliorato nella seconda parte dopo l’avvio delle contrattazioni a Wall Street, dove Nasdaq e S&P500 continuano ad aggiornare i massimi storici. I riflettori degli operatori sono puntati sul simposio di Jackson Hole, in Wyoming, dove domani i lavori saranno aperti dal n.1 della Federal Reserve, Jerome Powell.

alternate text

Piazza Affari negativa, spread in aumento

Dopo una prima parte in positivo, il listino di Piazza Affari ha ritracciato i guadagni per chiudere di poco sotto la parità. A favorire la prudenza sulla borsa di Milano, e sulle altre piazze finanziarie europee, è stato l’avvio degli scambi a Wall Street, dove gli operatori stanno mostrando una certa dose di nervosismo in attesa di novità dal fronte vaccino: il direttore dell’Oxford Vaccine Group ha detto che per il farmaco sviluppato da AstraZeneca la richiesta di approvazione non arriverà pri...

alternate text

Borsa: Piazza Affari chiude l’ottava sopra la parità, bene Unipol

Le indicazioni macro arrivate dagli Stati Uniti spingono al rialzo le borse europee. Nel mese di luglio, il tasso di disoccupazione della prima economia è passato dall’11,1 al 10,2 per cento, contro il 10,6% stimato dagli operatori, mentre il saldo delle payrolls è risultato positivo per 1,8 milioni di unità, rispetto ai +1,48 milioni stimati dagli analisti.

alternate text

Borsa: Energetici spingono Piazza Affari

Giornata tutta in positivo per le borse europee. Ma, come spesso accade, a salire non sono solo i listini azionari: anche asset class che dovrebbero muoversi in direzione opposta rispetto ai listini azionari, come l’oro, fanno registrare un forte rialzo (nuovo massimo storico a 2.055,79 dollari l’oncia).

alternate text

Borsa: sentiment direttori acquisti spinge Piazza Affari

Partite in ribasso, le borse europee hanno chiuso la prima seduta della settimana con il segno più grazie alle indicazioni arrivate dagli indici che misurano il sentiment dei direttori degli acquisti. In versione finale, a luglio il PMI (Purchasing Managers' Index) europeo si è attestato a 51,8 punti mentre il dato italiano è salito a 51,9 punti (per questi indici quota 50 punti separa espansione e recessione dell’attività economica).

alternate text

Borsa: Piazza Affari fallisce il rimbalzo

L’ultima seduta della settimana, e del mese, si chiude in negativo per la borsa di Milano. Dopo una prima parte con il segno più, il paniere principale del listino di Milano, il Ftse Mib, ha terminato a 19.091,93 punti, -0,71% rispetto al dato precedente. Tra le cause possiamo annoverare la pubblicazione di dati macro che hanno evidenziato, se mai ce ne fosse bisogno, il difficile momento delle economie globali (il Pil italiano nel secondo trimestre è sceso del 12,4% congiunturale e del 17,3% ann...

alternate text

Borsa: le banche spingono Piazza Affari, su Enel pesa la cedola

La speranza di un accordo sul Recovery Fund ha spinto i listini europei nella prima seduta della settimana. L’ottimismo degli operatori può fare affidamento sulle parole della presidente della Commissione von der Leyen, secondo cui si sta andando nella giusta direzione.

alternate text

Borsa: le utilities permettono al Ftse Mib di chiudere in positivo

Nonostante il clima di cautela a causa del vertice sul Recovery Fund, Piazza Affari è riuscita a chiudere l’ultima seduta della settimana con il segno più. Sul Ftse Mib, che oggi ha terminato con un +0,31% a 20.419,39 punti, la performance migliore è stata registrata da STMicroelectronics (+2,39%) in scia dell’annuncio di due accordi di M&A e in attesa dei conti (che saranno diffusi la prossima settimana).

alternate text

Borsa: Piazza Affari debole, riflettori puntati su Atlantia

Chiusura in rosso per i listini europei, penalizzati dalle notizie poco confortanti che arrivano dal fronte pandemia, i contagi nel mondo hanno superato i 13 milioni, e dalla debolezza del settore hi-tech a stelle e strisce. Oggi a Wall Street è il gran giorno dell’avvio della nuova stagione delle trimestrali: JPMorgan ha chiuso il secondo trimestre con utili per 4,7 miliardi di euro, il dato relativo Citigroup è sceso del 73% a 1,3 miliardi e Wells Fargo ha registrato una perdita netta di 2,4 mi...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza