cerca CERCA
Venerdì 30 Settembre 2022
Aggiornato: 22:08
Temi caldi

prezzi

alternate text

Associazioni consumatori, al via mobilitazione e proteste contro rincari

Energia e inflazione "strozzano le famiglie e l'economia": al via da parte delle associazioni dei consumatori e utenti i contatti con le associazioni dei lavoratori, delle imprese e con le altre forze sociali per dare vita a iniziative comuni di protesta e a una mobilitazione ad ottobre e novembre. Lo rendono noto le associazioni dei consumatori e utenti Adiconsum, Adoc, Adusbef, Assoutenti, Casa del consumatore, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Ctcu, Federconsumatori, Lega c...

alternate text

Assosistema risponde a consultazione del Consiglio di Stato sul Codice Appalti

Assosistema Confindustria rende noto di aver inviato una nota al Consiglio di Stato con 4 punti fondamentali: 1) la richiesta di un decreto o regolamento attuativo diviso tra lavori, servizi e forniture che tenga conto delle diverse peculiarità dei tre settori, 2) una revisione prezzi che venga utilizzata per mantenere un equilibrio contrattuale e che non sia attivata solo di fronte ad eventi particolari con la sola discrezionalità del RUP, ma che sia specificata ed indicizzata in maniera chiara ...

alternate text

Coldiretti/Ixè, 6 italiani si 10 tagliano condizionatore

Nonostante il caldo e l’afa per i rincari dell'energia 6 italiani su 10 (60%) che dispongono in casa del condizionatore hanno deciso quest’estate di ridurne i consumi tenendo la temperatura più alta del solito. E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè sui comportanti estivi degli italiani che evidenzia gli effetti dell’aumento dei prezzi sui consumi.

alternate text

Nuovo crollo per Piazza Affari: le cause

Nuova seduta da incubo per Piazza Affari. Alle tensioni relative l’andamento dei prezzi statunitensi, che potrebbero spingere la Federal Reserve ad incrementare il costo del denaro di un punto percentuale nel meeting del 27 luglio (due operatori su tre scommettono su questa ipotesi), il listino milanese ha aggiunto anche l’instabilità politica e le nuove previsioni della Commissione Ue.

alternate text

Divella: "Per pasta rincaro massimo di 3 euro a testa l'anno"

Rincari contenuti per la pasta in Italia. L'aumento del prezzo del grano duro resterà contenuto quest'anno e dovrebbe tradursi in un incremento massimo del costo della pasta di tre euro a testa l'anno, calcolato sui 24 chili consumati pro capite in Italia. Il prezzo del grano duro non è influenzato dalla guerra in Ucraina, che produce quello tenero e le cui esportazioni sono bloccate dall'embargo imposto dalla Russia. "Un rincaro contenuto", sottolinea all'Adnkronos Francesco Divella, amministrat...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza