cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 16:34
Temi caldi

salvini russia

alternate text

L’ex premier ucraino Poroshenko a Salvini: “Non fidarti di Putin”

L'ex premier ucraino Petro Poroshenko consiglia al leader della Lega Matteo Salvini, intenzionato a recarsi a Mosca, di "non fidarsi" di Vladimir Putin, che "ci vuole tutti morti", e di non "averne paura". Alla domanda se ritenga che sia una buona idea per Salvini andare a parlare con il presidente della Federazione Russa, Poroshenko, a margine del congresso del Ppe a Rotterdam, risponde che "non c'è nulla di cui dobbiamo parlare con Putin, perché ci vuole tutti morti. E noi vogliamo sopravvivere...

alternate text

Ex premier Lituania a Salvini: "Putin è come Hitler"

Andrius Kubilius, per due volte primo ministro della Lituania e oggi eurodeputato, critica il leader leghista Matteo Salvini per i suoi progetti di recarsi a Mosca per parlare con Vladimir Putin. "Farei a Matteo Salvini una domanda molto semplice: se vivesse nel 1945, andrebbe a parlare con Adolf Hitler?", dice l'eurodeputato, a margine del congresso dei Popolari europei a Rotterdam.

alternate text

Brok (Ppe): "Salvini amico di Putin, inadatto a negoziati"

Il leader della Lega Matteo Salvini è "un vecchio amico di Putin", ma per l'Unione Europea è "irrilevante" e non sarebbe "un buon negoziatore", mentre l'Ucraina combatte "per la libertà". Invece, Silvio Berlusconi "ha capito" che il presidente russo "è un dittatore". A dirlo all'Adnkronos a Rotterdam, a margine del congresso del Ppe, è Elmar Brok, già eurodeputato di lunghissimo corso della Cdu tedesca e per molti anni presidente della commissione Affari Esteri del Parlamento Europeo.

alternate text

L'ex presidente Ppe: "A Mosca vada Berlusconi, non Salvini"

L'ex presidente del Partito Popolare Europeo Joseph Daul si augura che a Mosca a parlare con Vladimir Putin vada Silvio Berlusconi, e non Matteo Salvini, perché "ha molta più esperienza". E' sempre una "buona cosa", dice il politico francese dei Républicains all'Adnkronos a Rotterdam, a margine del congresso dei Popolari europei, avere "rapporti con tutti", per poter "parlare".

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza