cerca CERCA
Giovedì 04 Marzo 2021
Aggiornato: 11:25
Temi caldi

strage Bologna

alternate text

Strage Bologna, per Corte "Cavallini consapevole disegni eversivi"

"Cavallini, con i suoi 'collegamenti', era pienamente consapevole dei disegni eversivi che coinvolgevano il terrorismo e le istituzioni deviate". E' quanto si legge nelle motivazioni della sentenza di condanna all'ergastolo di Gilberto Cavallini, ritenuto dalla Corte di Assise di Bologna colpevole per concorso nella strage del 2 agosto 1980.

alternate text

Strage Bologna, processo per 4 indagati: per pg soldi da P2 per attentato

Oggi udienza preliminare per i quattro indagati nella nuova inchiesta sulla strage del 2 agosto 1980, per i quali la Procura generale di Bologna ha chiesto il rinvio a giudizio il 19 maggio scorso. Si tratta di Paolo Bellini, ex di Avanguardia nazionale, considerato un informatore dei servizi segreti e ritenuto dalla procura esecutore materiale dell'attentato, dell'ex generale del Sisde, Quintino Spella, e dell'ex carabiniere Piergiorgio Segatel, ai quali viene contestato il depistaggio, e di Dom...

alternate text

Strage Bologna, Bolognesi: "Non abbiamo tolto foto Fresu, si vuole solo alzare polvere"

"E’ una cosa pretestuosa che serve solo per alzare della polvere". Così, parlando all’AdnKronos, il presidente dell’Associazione familiari delle vittime del 2 agosto 1980, Paolo Bolognesi, riguardo al caso della foto di Maria Fresu sollevato da Laura, cugina della giovane madre di 23 anni morta nella strage di Bologna con la figlia Angela, di 3 anni.

alternate text

Strage Bologna, Grasso: "Nuovi tasselli su mandanti e finanziatori"

"Stazione di Bologna. Le lancette ferme alle 10:25 ci ricordano da quarant'anni le 85 vite spezzate, i 200 feriti, il dolore di una comunità e la risposta determinata del Paese alla strage, la più grave, che voleva destabilizzare la nostra democrazia": così Pietro Grasso, senatore di Leu, in occasione del 40esimo anniversario della strage di Bologna.

alternate text

Strage Bologna, Crimi: "Possiamo solo chiedere scusa per non aver dato risposte"

"Stiamo lavorando per la verità, lo posso affermare con convinzione perché è l'intendimento di questo governo. Lo è stato dei governi precedenti e lo sarà dei successivi, ma è stato già detto e potremo dirlo anche l'anno prossimo. Questo non ferma il trascorrere del tempo che non porta definitive risposte, perciò ora le scuse sono e uniche parole che hanno una parvenza di decenza". Così il viceministro dell'Interno, Vito Crimi in occasione del quarantesimo anniversario della stragedi Bologna.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza