cerca CERCA
Venerdì 24 Settembre 2021
Aggiornato: 03:00
Temi caldi

terapie

alternate text

ONCOnnection “I dati Real world possono modificare i nostri comportamenti sia gestionali che terapeutici”

Roma 24 giugno 2021 – Sono 270 mila le persone colpite dal cancro in Italia ogni anno, di questi, fortunatamente, una metà vince la battaglia e l’altra riesce a vivere per un bel po' di tempo. Per affrontare però i problemi esistenti, è imprescindibile sia attivare reti oncologiche regionali per rendere omogeneo l’accesso alle cure ai pazienti su tutto il territorio nazionale sia accelerare l’uso della tecnologia, realizzando piattaforme digitali utilizzabili in tempo reale dagli specialisti. Per...

alternate text

Covid, Galli (Sacco): 'Al via studio su farmaci disponibili ma burocrazia rallenta'

"Nell'arco di un anno abbiamo imparato a curare molto meglio i pazienti con Covid-19. Purtroppo, dal punto di vista delle possibilità reali di cura, non abbiamo fatto passi da gigante". Lo spiega all'Adnkronos Salute, Massimo Galli, primario infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano e docente all'università Statale del capoluogo lombardo, che annuncia uno studio, di cui è principale autore, sponsorizzato dalla Società italiana malattie infettive e tropicali (Simit), mirato proprio a conoscere m...

alternate text

Covid, infettivologa Monforte: 'Cruciale settimo giorno malattia per aggravamento'

"Il periodo tra il settimo e decimo giorno dall'inizio dei sintomi Covid è cruciale per capire come andrà la malattia. L'arrivo in ospedale avviene quasi sempre in questa fase. E' il momento in cui si verifica la 'svolta': si può proseguire in senso positivo oppure aggravarsi, a causa di una risposta violenta del sistema immunitario. Il danno è creato, infatti, dal sistema immunitario che cerca di eliminare il patogeno". A spiegarlo all'Adnkronos Salute è Antonella D'Arminio Monforte, direttore d...

alternate text

Covid, pneumologo Santus, 'Oggi abbiamo criteri più precisi per cure'

"Mentre nella prima ondata pandemica, solo un anno fa, per quanto riguarda le cure anti-Covid, non avevamo le idee chiare e usavamo terapie su base clinica, adesso abbiamo dei criteri ben precisi. Sappiamo, quando arriva il paziente in ospedale, che dobbiamo controllare determinati dati strumentali e possiamo impostare una terapia adattata alle condizioni cliniche del malato. Possiamo subito partire con una cura, ed è un grande passo avanti". Lo spiega Pierachille Santus, docente di malattie resp...

alternate text

ViiV Healthcare, a Congresso Croi nuovi dati su terapie e prevenzione Hiv

ViiV Healthcare, azienda globale specializzata nell'Hiv, a maggioranza Gsk in partecipazione con Pfizer Inc. e Shionogi Limited, presenterà alla Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections (Croi 2021) in programma in modalità virtuale dal 6 al 10 marzo "16 abstract sponsorizzati", che includono dati relativi al "diversificato portafoglio di innovative opzioni per il trattamento e la prevenzione dell'Hiv autorizzate o attualmente in sviluppo".

alternate text

Malattie rare, Zampa: "Sono importante sfida di salute pubblica"

Le malattie rare, il cui trattamento "è difficile perché spesso non ci sono terapie o esistono solo poche opzioni terapeutiche, rappresenta un enorme bisogno medico insoddisfatto e una sfida significativa per la salute pubblica". Lo ha detto la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, intervenuta oggi alla presentazione 4° Rapporto annuale dell'Osservatorio farmaci orfani (Ossfor), ricordando che queste patologie "colpiscono circa 30 milioni di persone nell'Unione europea, con una stima per l'I...

alternate text

Tumori, documento di consenso su 'nuova oncologia'

Più di 350mila italiani si ammaleranno di cancro nel corso del 2020. La buona notizia, però, è che i progressi nella diagnosi e nelle terapie riescono a ridurre i tassi di mortalità. Il rapporto sui 'numeri del cancro'' presentato pochi giorni fa' contribuisce a descrivere un panorama in profondo mutamento: quello della ricerca e della clinica in oncologia. "La misura più evidente del processo di cambiamento è la recente introduzione di terapie efficaci per molti tipi e fasi di tumori privi al mo...

alternate text

Covid, Aifa autorizza 2 nuovi studi su terapie

L'Agenzia italiana del farmaco e il Comitato etico unico nazionale hanno autorizzato altri due studi clinici per il trattamento della malattia Covid-19. Il primo è uno studio di fase II volto a valutare l’efficacia e la sicurezza di baricitinib (farmaco per l'artrite reumatoide) nel trattamento dei pazienti con polmonite nel contesto di Covid-19, coordinato dalla Fondazione Irccs Policlinico S. Matteo di Pavia.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza