cerca CERCA
Lunedì 08 Marzo 2021
Aggiornato: 22:31
Temi caldi

terrorismo

alternate text

Arresto suprematista, Spina (Polizia): "Massima attenzione a fenomeno, da noi gruppi muovono primi passi"

''Sicuramente il fenomeno suprematista nasce negli Usa e nei paesi anglosassoni e poi si diffonde un po' ovunque. Da noi possiamo dire che questi gruppi, che fanno riferimento al fenomeno del suprematismo, ancora stanno muovendo i primi passi, abbiamo al momento varie situazioni che si stanno evidenziando ma sono in uno stato embrionale''. Lo dice all'Adnkronos Eugenio Spina, capo del Servizio per il contrasto dell'estremismo e del terrorismo interno, parlando dell'operazione della polizia che og...

alternate text

Terrorismo, arrestato foreign fighter italiano

Il 24enne è stato localizzato nell’area siriana di Idlib. Funzionari dell’Antiterrorismo della Polizia di Stato, dell’Aise e della Digos di Pescara si sono recati ad Hatay (Turchia) per prendere in consegna il connazionale

alternate text

I veri pericoli che minacciano la pace mondiale

 Dati e statistiche alla mano, Pino Arlacchi, una delle massime autorità mondiali in tema di sicurezza umana: ex vicesegretario generale e direttore esecutivo del programma antidroga e anticrimine  dell’Onu ,  racconta in esclusiva all’Adnkronos come stiamo vivendo, anche ai tempi del Covid, un periodo di straordinario progresso della pace e della sicurezza, dovuto alle forza della solidarietà e della cooperazione, che ha fatto diminuire massacri, violenza politica e omicidi in quasi ogni angolo ...

alternate text

Rotocalco n. 2 del 13 gennaio 2021

 I veri pericoli che minacciano la pace mondiale. Covid - 19, nasce la start up che porta agli italiani solo i vini dei piccoli vignaioli. Farmers4Future 

alternate text

al-Zawahiri, l'ultimo messaggio: "Colpire la Francia"

Una celebrazione degli attacchi dell'11 settembre e un invito a colpire la Francia. Questo il contenuto dell'ultimo messaggio diffuso dal leader di al-Qaeda Ayman al-Zawahri, dato per morto da diverse fonti della sicurezza pakistane e afghane. ''Nella Nazione islamica non scarseggiano gli eroi disposti a sacrificare le loro anime per punire coloro che insultano il Profeta'', aveva detto il successore di Osama bin Laden. Esattamente un anno prima, in occasione del diciottesimo anniversario dell'at...

alternate text

Nyt: "Ucciso in Iran il numero 2 al-Qaeda"

Il numero due di al-Qaeda, Abdullah Ahmed Abdullah, alias Abu Muhammad al-Masri, è stato ucciso lo scorso 7 agosto nella capitale iraniana Teheran insieme alla figlia Miriam da agenti israeliani per conto degli Usa. Lo affermano fonti d'intelligence citate dal New York Times. Al-Masri e la figlia, vedova di Hamza bin Laden, uno dei figli di Osama bin Laden, sono stati uccisi - secondo la ricostruzione - in una strada di Teheran in un'operazione portata a termine da due uomini a bordo di una moto....

alternate text

Terrorismo, kosovaro espulso nel 2015 rientra in Italia: riespulso

Nel corso di costanti e intensi servizi di monitoraggio di ambienti e soggetti ritenuti a rischio radicalizzazione, la Digos di Brescia, coordinata dalla Direzione centrale di polizia di prevenzione (Ucigos) e diretta dalla Direzione distrettuale antiterrorismo di Brescia, ha svolto un'indagine che ha condotto alla individuazione nel comune di Castelcovati (Bs) di I.I., 52enne di nazionalità kosovara che nel 2015 era stato espulso dal territorio nazionale per terrorismo con decreto del ministro d...

alternate text

Terrorismo Francia, Macron: "Raddoppieremo agenti a confini Italia e Spagna"

"Oggi 2.400 poliziotti, gendarmi, Crs e militari controllano i confini con l'Italia e la Spagna. Questo numero sarà raddoppiato nei prossimi giorni". Lo ha annunciato su Twitter il presidente francese, Emmanuel Macron, secondo cui la lotta al terrorismo di matrice islamista passa per un rafforzamento dei controlli alle frontiere dell'area Schengen.

alternate text

Attentato Nizza, fermate altre quattro persone

Altre quattro persone sono state fermate in Francia in relazione all'attentato di Nizza di giovedì scorso. Fra loro, un 29enne sospettato di essere stato in contatto con l'attentatore. Gli altri tre, di età compresa fra i 23 e i 45 anni, si trovavano nella casa in cui è avvenuto il fermo, nello Val-d'Oise, a nord di Parigi, ha spiegato una fonte della procura.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza