cerca CERCA
Venerdì 19 Agosto 2022
Aggiornato: 17:00
Temi caldi

trattamento adiuvante

Tumori, ok Ue a immunoterapia contro cancro polmone in fase iniziale

Via libera della Commissione europea all'immunoterapico atezolizumab come trattamento adiuvante, dopo resezione completa e chemioterapia a base di platino, per pazienti adulti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (Nsclc) ad alto rischio di recidiva, i cui tumori esprimono un livello di Pd-L1 maggiore o uguale a 50%, e che non presentano Nsclc con mutazione Egfr o Alk-positivo. Lo comunica Roche, sottolineando che atezolizumab diventa così "la prima e unica immunoterapia antitumorale appr...

Melanoma, con immunoterapico post-chirurgia -36% rischio metastasi

Nei pazienti con melanoma in stadio IIB e IIC operati, finora privi di opzioni di cura, l'immunoterapia con pembrolizumab può ridurre del 36% il rischio di metastasi a distanza. E' quanto emerge dallo studio di fase 3 Keynote-716, in cui pembrolizumab, terapia anti-Pd-1 di Msd, è stato confrontato con placebo nel trattamento adiuvante (successivo alla chirurgia) di pazienti con melanoma resecato IIB o IIC. A un follow-up mediano di 27,4 mesi, l'immunoterapico ha dimostrato un miglioramento statis...

Cancro seno, -32% rischio mortalità con olaparib dopo chirurgia

Il trattamento adiuvante (successivo alla chirurgia) con olaparib ha dimostrato di produrre un miglioramento statisticamente significativo nella sopravvivenza globale rispetto al placebo, e di ridurre il rischio di mortalità di quasi un terzo, in pazienti con mutazione germinale Brca (gBRCAm) e tumore al seno in stadio precoce, negativo per il fattore di crescita epidermico umano (Her2-negativo), ad alto rischio di ricaduta, che hanno completato il trattamento locale e sono state trattate con che...

alternate text

Cancro uroteliale, terapia adiuvante Bms raddoppia sopravvivenza

Bristol Myers Squibb annuncia i risultati dello studio di fase 3 'CheckMate-274' sull'anticancro nivolumab, che mostra "un miglioramento significativo della sopravvivenza libera da malattia (Dfs) nel trattamento adiuvante di tutti i pazienti randomizzati con carcinoma uroteliale muscolo-invasivo ad alto rischio trattato chirurgicamente, e nel sottogruppo di pazienti con espressione tumorale di Pd-L1 maggiore o uguale a 1% - riassume Bms - raggiungendo entrambi gli endpoint primari" del trial. I d...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza