cerca CERCA
Giovedì 05 Agosto 2021
Aggiornato: 10:12
Temi caldi

ultime notizie covid

alternate text

Myrta Merlino: "Come racconto il covid in tv? Denuncia, ma senza terrorismi"

Quello fra fare un'informazione corretta "di denuncia" e "fare terrorismo" è "un tema importantissimo e un confine sottile. Da una parte sento di dover essere, mai come in questo momento, il cane da guardia dei cittadini. Da qui a sobillare i malcontenti o esagerare gli allarmi il passo è breve, e bisogna stare attenti". Myrta Merlino, in prima linea in tv da dieci anni con 'L'Aria che tira' e da un anno 'in trincea' dopo l'avvento della pandemia, racconta, in una conversazione con l'Adnkronos, l...

alternate text

Covid, il 24 febbraio a Milano si discute sul futuro della città con 'Your Next Milano'

La pandemia ha inferto un duro colpo alla nostra economia e alla nostra società. Ora è tempo di riflettere insieme a un partner strategico del territorio – le imprese – su come ripartire e su come riprogettare la crescita delle città nei prossimi anni, tenendo conto delle importanti sfide che abbiamo davanti. In questa direzione, Assolombarda e Milano & Partners presentano “Your Next Milano” con l’obiettivo di promuovere un’occasione di confronto e di riflessione sul futuro della città. L’iniziat...

alternate text

Covid: Codogno un anno dopo - il ricordo di una mamma, 'non passava mezz'ora senza sirene'

Per settimane sono stati la 'Wuhan' d'Italia e hanno dovuto fare i conti con il primo esperimento di zona rossa, una sorta di stato di guerra: confini chiusi da posti di blocco dell'esercito, supermercati vuoti, razioni di cibo dalla protezione civile. E quelle sirene delle ambulanze, "che risuonavano almeno ogni mezz'ora" e rompevano un silenzio spettrale. Gli abitanti di Codogno e di altri nove Comuni della bassa lodigiana, 50mila anime in tutto, dal 23 febbraio 2020 sono un'enclave infetta, a ...

alternate text

Codogno un anno dopo, l'infermiera del reparto Covid: "La bici è stata il mio psicologo"

"C'è chi ha avuto bisogno di andare dallo psicologo, io ho usato la bicicletta. Ho iniziato a muovermi, a farlo sempre. Così ho sfogato quello che avevo dentro". Ada De Maggio è un'infermiera: a febbraio 2020 è stata destinata al reparto Covid dell'ospedale di Codogno, dove tutto è cominciato. "In estate speravamo che tutto fosse finito, e invece..". E invece a novembre il reparto di chirurgia, dove coordina il personale infermieristico, è tornato a ospitare letti di pazienti contagiati dal virus...

alternate text

Covid: Codogno un anno dopo - il ricordo del medico tra i primi a morire, ‘era il nostro pilastro’

Marcello Natali è morto il 18 marzo 2020. Tra i primi medici caduti vittime del Covid19, è stato stroncato da una polmonite bilaterale dopo un ricovero prima a Cremona e poi in terapia intensiva a Milano, lasciando la moglie e due figli che adorava, Marco e Michela. Alla Messa organizzata all'aperto in suo ricordo, il 4 ottobre, c'era una folla davanti alla chiesa di Caselle Landi, dove viveva. "Marcello è stato un gran seminatore, purtroppo raccoglieremo noi e non lui i frutti di tutto ciò che h...

alternate text

Codogno un anno dopo, l'Rsa: "Per i nostri ospiti abbiamo combattuto"

"Adesso tornerà tutto come prima?". Alcuni ospiti della Rsa Fondazione Opere Pie Riunite di Codogno hanno accolto così la loro prima iniezione vaccino anti-Covid. Difficile dire se basterà questo a togliere la paura dagli occhi degli anziani che hanno affrontato la prova più grande quest'anno. Ma il 6 febbraio, con la seconda dose, si concluderà la campagna vaccinale nella residenza sociosanitaria, poche settimane prima dell'anniversario della scoperta del primo caso in Italia, proprio a Codogno,...

alternate text

Liliana Segre: "Insulti e minacce per vaccino? Non ho nulla da dire a chi odia"

"Cosa rispondo agli insulti e le minacce per il vaccino? Non ho nulla da dire a chi odia". Così la senatrice Liliana Segre all'Adnkronos, in merito alle minacce e agli insulti da cui è stata investita sui social dopo che, ieri mattina, si è vaccinata al Fatebenefratelli di Milano. Dopo la somministrazione del vaccino, la senatrice ultranovantenne ha postato un video in cui invitava la popolazione a vaccinarsi, scatenando una tempesta d'odio da parte degli haters, che è attualmente al vaglio della...

alternate text
La cittadina fu la prima colpita dallo tsunami del Coronavirus

Codogno un anno dopo, una lunga scia di dolore: in 12 mesi 608 morti

E’ stato un 2020 di sofferenza e dolore a Codogno, che nell’anno della pandemia ha registrato un numero di decessi superiore allo stesso periodo del 2019. Nella cittadina lodigiana, la prima colpita dallo tsunami del Coronavirus, (con la scoperta, il 21 febbraio 2020, del paziente uno), i numeri delle persone decedute hanno registrato un incremento, come riportato dall’ufficio anagrafe.

alternate text

Codogno un anno dopo, l'anestesista paziente del 1: "Rivivo ancora ogni momento"

L'anno scorso, dopo mesi faccia a faccia con Covid-19, si era detta: "Il 20 febbraio 2021 vado una settimana ai Caraibi". Invece sarà in Lombardia Annalisa Malara, 38 anni, l'anestesista che il 20 febbraio 2020, vedendo un suo coetaneo con "polmonite devastante" non rispondere alle cure e "peggiorare inesorabilmente" a una velocità insolita, ha deciso di forzare il protocollo e disporre il tampone rivelatore: positivo a Sars-CoV-2. Sarà qui a ricordare come tutto è cominciato in un ospedale di pr...

alternate text

Ricciardi: "No liberi tutti, trend peggiora e varianti allarmano"

Dopo le ultime immagini di assembramenti, ribadisce i rischi di un 'liberi tutti' Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza, e docente di Igiene all'università Cattolica, . "La tendenza dell'epidemia è al peggioramento", avverte l'esperto parlando ad 'Agorà' su Rai3.Guardando all'Italia a colori, "le Regioni o le aree geografiche che hanno avuto una zona rossa stanno vedendo una diminuzione dei casi, le Regioni arancioni sono stabili o in lieve diminuzione, le Region...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza