cerca CERCA
Giovedì 16 Settembre 2021
Aggiornato: 18:36
Temi caldi

zone rosse italia

alternate text

Zone rosse, la proposta delle regioni

"Abbiamo anticipato ciò che verrà certificato dal Ministero domani. Siamo in zona rossa. Dobbiamo garantire la salute ai nostri cittadini. Non possiamo trasformare gli ospedali in lazzaretti Covid". Il governatore dell'Abruzzo, Marco Marsilio, a 'Radio Anch'io' su Radio Uno si esprime così nella giornata caratterizzata dal confronto tra governo e regioni sulla strategia da utilizzare nel contrasto alla diffusione del coronavirus.

alternate text

Zone rosse, Zaia: "Da governo ristori o stop restrizioni da Regioni"

"O il governo ristora le attività penalizzate dalle misure prese dalle regioni oppure da domani non ci saranno più restrizioni decise nelle stesse regioni". Lo ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia oggi nel corso del punto stampa spiegando che in ogni caso "non ho motivo di pensare che il governo non deciderà dei ristori perché lo stesso si era impegnato ad affrontare la questione quando Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna hanno deciso, in autonomia, le misure restrittive - ha r...

alternate text

Zone rosse, Crisanti: "Curva covid non cala con queste misure"

"Con le misure attuali la trasmissione del virus non diminuisce moltissimo. Attraverseremo il Natale più o meno con questo numero di casi, poi avremo davanti altre 3 mesi di inverno e bisognerà prendere una decisione per implementare misure più restrittive". Sono le parole del professor Andrea Crisanti, che analizza il quadro generale dell'emergenza coronavirus in Italia intervenendo a Un giorno da pecora.

alternate text

Zone rosse Italia e regole, cosa ha detto oggi Conte

La divisione delle regioni in zone rosse, arancioni e gialle "ci permette di introdurre misure restrittive limitate nel tempo quanto più possibile e ben dosate". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo all'assemblea della Fipe e soffermandosi sui provvedimenti adottati per arginare la diffusione del coronavirus.

alternate text

Covid, è record di contagi. Si allarga la zona rossa

Record di contagi e record di tamponi in Italia. Sono 40.902 i nuovi casi di Coronavirus, a fronte di 254.908 test eseguiti. I decessi registrati sono 550 morti, che portano il totale a 44.139 dall'inizio dell'emergenza legata all'epidemia. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 3.230, con un incremento di 60 unità.

alternate text

Campania e Toscana zona rossa

Toscana e Campania passano in zona rossa, in area arancione vanno Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche. "Ho appena firmato un’ordinanza che istituisce due nuove aree rosse (Campania e Toscana) e tre nuove aree arancioni (Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche)" annuncia il ministro della Salute, Roberto Speranza. Il provvedimento entrerà in vigore domenica.

alternate text

Covid Italia, Rezza: "Situazione peggiora, Rt a 1,7"

"La situazione epidemiologica di Covid-19 continua a peggiorare nel nostro Paese e si registra un Rt di circa 1,7. Abbiamo oltre 500 casi per 100 mila abitanti e quasi tutte le Regioni sono pesantemente colpite". Lo afferma il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute Giovanni Rezza, al termine della riunione odierna della Cabina di regia. "Questa situazione giustifica interventi più restrittivi soprattutto nelle Regioni più colpite. Notiamo una tendenza all'aumento e soprat...

alternate text

Ricciardi: "Ci saranno nuove zone rosse"

Ci saranno più Regioni rosse? "Sicuramente, perché l'epidemia progredisce in tutt'Italia. E' presumibile che oggi la Cabina di regia, sulla base dei 21 indicatori, farà degli aggiustamenti e chiederà restrizioni più forti alle Regioni che in questo momento le hanno minori". E' la previsione di Walter Ricciardi, professore di Igiene all'università Cattolica di Roma e consulente del ministro della Salute, intervistato nel programma 'In Vivavoce' su Rai Radio1.

alternate text

Sileri: "Oggi vedremo Italia più rossa e arancione"

"Oggi vedremo un'Italia più arancione e più rossa. Gli indicatori non guardano solo i numeri delle terapie intensive". Sono le parole del viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, a Tagadà su La7 nella giornata in cui sono attese nuove valutazioni sullo stato delle singole regioni. "E' verosimile che alcune regioni avranno la necessità di misure più restrittive, così come non avremo regioni che retrocedono dall'arancione al giallo perché bisogna aspettare 15 giorni" dall'introduzione delle pri...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza