cerca CERCA
Lunedì 18 Ottobre 2021
Aggiornato: 02:04
Temi caldi

Turismo: la nuova tendenza è il 'digital detox'

13 aprile 2017 | 15.42
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Non conosce diversità di genere e supera ogni barriera anagrafica: è il tecno stress che, secondo una ricerca effettuata dall’Università di Stanford della California, colpisce il 70% degli italiani generando ansia, ipertensione, insonnia, attacchi di panico, disturbi alla memoria e calo della concentrazione. La soluzione? Una vacanza, sì, ma una vacanza dallo smartphone. Da lasciare rigorosamente a casa o spento in appositi depositi per fugare ogni tentazione. E poi via libera ai cinguettii, quelli veri, non di Twitter.

La nuova tendenza è il 'digital detox': una pausa per staccare la spina e disintossicarsi dalle notifiche e dall'abuso di tecnologia. Basta un fine settimana immersi nella natura, ma come ogni programma detox che si rispetti prevede una tabella di marcia precisa che va dal trekking ai 'bagni di foresta', dalla meditazione agli esercizi di consapevolezza.

A organizzare dei fine settimana “Digital Detox” è l’Oasi Zegna, nella provincia di Biella in Piemonte, tra le montagne biellesi. Zaino in spalla e scarpe comode, qui si va tra sentieri e rifugi alpini dove l’unica connessione è quella con la natura. Ai trekking naturalistici alla portata di tutti si abbinano i “bagni di foresta”, attività di mindfulness, meditazione, esercizi di consapevolezza e attività di gruppo e di convivialità.

Risultato? Secondo gli ideatori (Bi-Mind, gruppo di professionisti composto da sei psicologi e psicoterapeuti; l'incubatore di idee Btrees; e Nabumbo, associazione che promuove l’escursionismo in Piemonte) i benefici dei “Digital Detox” sono riscontrabili in tempi quasi immediati per quanto riguarda la riduzione dello stress e dell’ansia così come la consapevolezza di sé e le capacità relazionali positive.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza