cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 07:47
Temi caldi

Legge elettorale

'Tedescum' kaputt, risorgono Italicum e Consultellum

09 giugno 2017 | 11.33
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Naufraga l'accordo a quattro sulla legge elettorale. Il nuovo testo è inciampato ieri in Parlamento a causa di alcuni franchi tiratori. Tutto da rifare, quindi. Si proverà a ripartire la prossima settimana in Commissione ma se il 'tedescum' dovesse saltare definitivamente e se si dovesse andare presto al voto, non ci sarà una nuova legge elettorale.

Lo scenario che si preannuncia in caso di fallimento, vede quindi il ricorso ai due sistemi elettorali esistenti: l'Italicum alla Camera e il Consultellum al Senato.

A Montecitorio vigerebbe quindi un Italicum corretto nel gennaio del 2017 dalla Corte Costituzionale. Il sistema prevede un proporzionale con premio di maggioranza per la lista che dovesse raggiungere il 40% dei voti. La soglia per avere i seggi è del 3% a livello nazionale.

A Palazzo Madama avremmo invece un sistema proporzionale (anch'esso frutto di una correzione da parte della Corte Costituzionale) senza premio di maggioranza con una soglia all'8% (che scende al 3% se la lista è in una coalizione).

I due sistemi elettorale, però, non garantiscono la governabilità, né presi singolarmente né tantomeno combinati.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza