cerca CERCA
Mercoledì 04 Agosto 2021
Aggiornato: 18:23
Temi caldi

Telefonino, rischio per la salute?

16 gennaio 2019 | 14.01
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Un "gran numero di studi sono stati condotti negli ultimi vent'anni per capire se l'uso del telefonino rappresenta un rischio potenziale per la salute umana. Ma al momento non sono stati provati effetti avversi" provocati dall'impiego del cellulare. E' quanto emerge dall'ultimo parere dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in materia di salute e telefonini - risalente a qualche anno fa - tema al centro della pronuncia del Tar del Lazio. Il ministeri dell’Ambiente, della Salute e dell’Istruzione, hanno infatti sei mesi per provvedere ad adottare una campagna informativa sulle corrette modalità d’uso di telefoni cellulari e cordless e sui rischi per la salute e per l’ambiente connessi ad un uso improprio.

Ma cosa è emerso dalle ricerche? Il gruppo di esperti dell'International Agency for Research on Cancer (Iarc) dell'Oms ha classificato nel 2011 i campi elettromagnetici a radiofrequenza quali "possibili cancerogeni" per l'uomo (gruppo 2B). Il gruppo di lavoro - 31 scienziati di 14 Paesi - aveva concluso che l'analisi dell'uso dei telefoni cellulari per oltre 10 anni non aveva dimostrato un aumento del rischio di glioma o meningioma, ma per gli esperti Oms c'erano "alcune indicazioni di un aumento del rischio di glioma" per i super-utenti che stanno per ore e ore al giorno al telefonino. Le evidenze al momento disponibili, precisava la Iarc, erano limitate a queste due neoplasie. Ciò significa, spiegavano dall'Oms, che occorre continuare a monitorare con attenzione il legame fra telefonini e tumori. Nell'attesa di ulteriori dati, la raccomandazione degli esperti Iarc era quella di ridurre l'esposizione ai campi elettromagnetici a radiofrequenza, per esempio utilizzando gli auricolari o preferendo gli sms alle telefonate.

Una raccomandazione ribadita successivamente dall'Oms, che sottolineava l'aumento in questi anni dell'uso del telefonino, anche da parte di gruppi vulnerabili come ad esempio i giovanissimi. "Al momento nessuno studio suggerisce una evidenza consistente di eventi avversi per la salute dall'esposizione" alle onde dei telefonini, ricordava l'Oms, concludendo anche che gli studi sugli animali non hanno mostrato un "aumento di rischio di tumori dall'esposizione a lungo termine".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza