cerca CERCA
Martedì 21 Settembre 2021
Aggiornato: 07:28
Temi caldi

Tentato golpe in Turchia, la vittima più giovane è il 15enne Halil

21 luglio 2016 | 16.29
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Afp)

Aveva quindici anni Halil Ibrahim Yildirim, identificato come la vittime più giovane del tentato golpe in Turchia. Nato in una famiglia povera, aveva lasciato la scuola per lavorare in un garage di Istanbul, Suo padre, Bahattin Yildirim, racconta all'agenzia di stampa Anadolu che la notte del 15 luglio il figlio ha insistito per uscire in strada per protestare contro il tentato golpe. Bahattin ha deciso quindi di andare con il ragazzo nel distretto di Bayrampasa dopo l'appello a manifestare del presidente Recep Tayyip Erdogan. ''Mio figlio è caduto a terra mentre stavamo protestando contro i golpisti. All'inizio ho pensato che fosse inciampato e caduto. Gli ho detto 'alzati'. Ma lui non si muoveva'', ha raccontato l'uomo.

Bahattin ha poi raccontato di aver toccato la testa di Halil Ibrahim e di essersi accorto del sangue. ''In quel momento ho capito che gli avevano sparato. Non ho visto da dove è arrivato il proiettile'', ha detto. Bahattin ha quindi portato il figlio in ospedale, ma il ragazzo è morto per le ferite riportate. ''Mio padre era uscito per il suo Paese e la sua nazione. Ha combattuto contro i golpisti. Sono orgoglioso di mio fratello'', racconta Mustafa, 13 anni, fratello della vittima.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza