cerca CERCA
Martedì 27 Settembre 2022
Aggiornato: 20:31
Temi caldi

Ast: Terni, al via progetto di riqualificazione della discarica di Valle

16 dicembre 2015 | 16.41
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Restituire al territorio e al paesaggio la discarica di Valle e renderla un parco aperto alla cittadinanza: è questo l’obiettivo del progetto di riqualificazione della discarica di Valle presentato oggi a Terni da Ast. Il progetto è stato affidato ad Andreas Kipar, architetto e paesaggista di fama internazionale presidente e cofondatore di Land (Landscape Nature Architecture Development), un gruppo di professionisti al servizio dell’architettura del paesaggio.

Kipar ha una vasta esperienza in tema di recupero delle aree dismesse e ha lavorato su diversi progetti a Napoli, Torino, Venezia, Milano e Roma. L’ex discarica fa parte del sito di interesse nazionale e ambientale Terni-Papigno, a pochi passi dalla cascata delle Marmore, candidata a diventare sito Unesco.

Il progetto prevede la sistemazione a verde delle scarpate, delle balze e dei due grandi pianori in cima alla discarica. L’area sarà rimessa a verde con specie autoctone di alberi e arbusti, rispettando la biodiversità. L’ingegneria naturalistica verrà in aiuto per sfruttare la naturale conformazione della discarica e permettere che l’acqua piovana venga convogliata ai piedi della scarpata.

Prevista anche la realizzazione di una pista mountain biking e un’area panoramica

“E’ un progetto importante di riqualificazione ecologica e culturale, fruibile dal territorio – ha dichiarato Lucia Morselli, amministratore delegato Ast - Per noi è il più importante impegno di responsabilità sociale di impresa, oltre al risanamento dell’azienda. E’ un’occasione perché il colosso Ast diventi un volano di sviluppo per il territorio e non più una fabbrica chiusa in se stessa”.

Alla fine del progetto ci saranno 40 nuovi ettari riqualificati con la naturale biodiversità delle colline ternane, di cui più di 11 ettari di bosco. E’ prevista inoltre la realizzazione di una pista di mountain biking, un’area panoramica, “un parco degli artisti dell’acciaio”, un auditorium open air e diverse zone dedicate ad attività culturali ricreative e sportive. “In questo progetto, che è anche un sogno che stiamo realizzando, riusciamo a far convivere cultura e natura insieme – ha dichiarato Kipar - dobbiamo riconquistare un nuovo modo di abitare il territorio, riappropriandoci della sua bellezza”.

“Istituzioni e azienda - spiega il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo - stanno cercando forti elementi di collaborazione per far crescere la città. Questo progetto è importante perché guarda all’eccellenza. Constato con soddisfazione che la qualità ambientale è un asset strategico dell’azienda e c’è da parte di Ast la volontà di far coabitare fabbrica e città nel modo migliore possibile”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza