cerca CERCA
Sabato 29 Gennaio 2022
Aggiornato: 12:31
Temi caldi

Terrorismo: Amman, faremo tutto il possibile per liberazione pilota

01 febbraio 2015 | 12.25
LETTURA: 4 minuti

La Giordania intende fare "tutto il possibile" per assicurare la liberazione del pilota Muath al Kasasbeh nelle mani dell'Is dopo che l'F16 su cui volava in una missione della coalizione internazionale contro lo stato islamico era precipitato in Siria, in territorio controllato dall'Is. In seguito alla diffusione del video dell'uccisione del giornalista giapponese Kenji Goto, il portavoce del governo giordano Mohammed al-Momeni, citato dall'agenzia ufficiale Petra, ha precisato che l'amministrazione sta facendo "tutto il possibile per salvare la vita e assicurare il rilascio del suo pilota".

"Sono state mobilitate tutte le agenzie dello stato per ottenere una prova che sia ancora in vita, la prove che chiediamo per consentirne la liberazione e il ritorno a casa". La Giordania "non ha risparmiato alcuno sforzo, in coordinamento con il governo giapponese", per salvare la vita di Goto. nel video in cui si annuncia l'uccisione del giornalista giapponese non viene citato il pilota giordano. L'Is aveva posto giovedì come ultimatum per la scarcerazione di Sajida al-Rishawi, condannata a morte in Giordania per il suo ruolo negli attentati ad Amman del 2005 in cui morirono 60 persone, minacciando altrimenti l'uccisionen di Goto e di al Kasasbeh. Il padre del pilota Safi al Kasasbeh ha denunciato di "non avere alcuna notizia" su di lui e ha lanciato un drammatico appello "al re e al governo per lavorare con più impegno e più velocemente per liberarlo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza