cerca CERCA
Martedì 26 Ottobre 2021
Aggiornato: 08:00
Temi caldi

Terrorismo, espulso dall'Italia studente turco della Normale di Pisa

20 gennaio 2015 | 15.40
LETTURA: 2 minuti

Arrivato a novembre per un corso in fisica, è stato mandato via a fine dicembre. Il giovane postava sul web messaggi con toni violentemente anti occidentali. Procura Roma su sequestro Greta e Vanessa: pizzaiolo siriano non è indagato. Slitta al prossimo Cdm decreto con misure governo

alternate text

Un giovane turco, che si trovava per motivi di studio e ricerca a Pisa, è stato rimpatriato a seguito di un provvedimento di espulsione dall'Italia. Il giovane, che frequentava un corso di perfezionamento in fisica alla Scuola Normale Superiore, è stato espulso alla fine di dicembre in relazione a un'indagine della digos di Pisa che aveva messo sotto controllo alcuni siti internet collegati agli estremisti islamici.

Sui blog il giovane turco, arrivato nello scorso novembre a Pisa per il dottorato di ricerca in fisica alla Scuola Normale, avrebbe postato messaggi che hanno suscitato preoccupazione negli inquirenti visto il tono violentemente anti occidentali. Sul caso sono in corso ancora le indagini e gli investigatori mantengono il massimo riserbo.

Sul fronte del sequestro delle cooperanti italiane Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, intanto, la procura di Roma precisa che il pizzaiolo siriano Mohammed Yasser Tayeb non è iscritto nel registro degli indagati. L'uomo, secondo alcuni articoli apparsi sulla stampa, potrebbe essere implicato nel sequestro delle due cooperanti italiane. Il suo nome è indicato in una informativa dei Carabinieri del Ros, che gli investigatori hanno inserito in un fascicolo nel quale si parla anche del sequestro di quattro giornalisti avvenuto in Siria nel 2003. I quattro vennero poi liberati dopo qualche tempo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza