cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 00:05
Temi caldi

Terrorismo, Merkel: "Restare uniti nella lotta in Europa"

23 dicembre 2016 | 15.53
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

"Dobbiamo restare uniti nella lotta contro il terrorismo" in Europa. A dichiararlo, a Berlino, è stata la cancelliera tedesca Angela Merkel, commentando la notizia della morte di Anis Amri. Merkel ha anche detto che "le nostre forze di sicurezza collaborano a livello europeo, transfrontaliero". Oggi "siamo più sereni perché abbiamo risolto la prima fase della lotta al terrorismo" con l'uccisione di Anis Amri, sospettato per l'attentato di Berlino, "ma la lotta non è finita, faremo tutto il possibile per garantire la sicurezza della Germania e dell'Europa".

Cordoglio per vittima italiana - "Anche una giovane italiana è rimasta vittima" dell'attacco a Berlino e questo ci rattrista moltissimo" ha detto la Merkel, ricordando come tra le vittime dell'attentato di Berlino ci sia Fabrizia Di Lorenzo. La cancelliera tedesca ha espresso il suo cordoglio anche per la morte dell'autista polacco.

Sicurezza, servono leggi più efficaci - Il governo federale tedesco, ha detto Merkel, ha già "aggiornato" le norme per la tutela della sicurezza, ma "in futuro dovremmo prevedere modifiche" ulteriori. Per questo, ha proseguito la cancelliera, "analizzeremo quali provvedimenti" andranno assunti e "spero di presentare presto dei risultati". "Laddove sarà necessario prendere dei provvedimenti di modifica alle attuali misure agiremo con rapidità", ha detto Merkel, sottolineando che è già stato "intensificato" il livello di collaborazione riguardo ai rimpatri degli immigrati che non hanno ottenuto il diritto d'asilo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza