cerca CERCA
Venerdì 24 Settembre 2021
Aggiornato: 00:14
Temi caldi

Thyssen, Bonafede: "Alla Germania ho chiesto che venga fatta giustizia"

07 dicembre 2018 | 19.35
LETTURA: 1 minuti

Anche in Germania, come in Italia, il potere esecutivo è separato da quello giudiziario, quindi non è nei poteri dei ministri decidere quando i due manager della ThyssenKrupp Acciai Speciali Harald Espenhahn e Gerald Priegnitz, condannati in Italia in via definitiva per omicidio colposo per l'incidente avvenuto nella notte tra il 5 e il 6 dicembre 2007 nello stabilimento dell'azienda a Torino in cui morirono, tra atroci sofferenze, sette operai per le ustioni riportate nel rogo provocato da una fuoriuscita di olio bollente, sconteranno effettivamente la pena nel loro Paese, la Germania, dove sono tuttora liberi. Lo ha spiegato il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, al termine dell'incontro a Bruxelles con la ministra tedesca della Giustizia Katarina Barley, dell'Spd, incontro che è stato "importante". Per l'Italia è "importante che venga fatta giustizia".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza