cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 01:00
Temi caldi

Torino-Milan 0-0, rossoneri frenano in vetta

10 aprile 2022 | 22.41
LETTURA: 2 minuti

La formazione di Pioli è prima con 2 punti su Inter e Napoli, ma i nerazzurri hanno una gara in meno

alternate text
- (Afp)

Il Milan pareggia 0-0 sul campo del Torino nella 32esima giornata della Serie A e frena in vetta alla classifica. La formazione di Pioli - al secondo 0-0 consecutivo - sale a 68 punti, con 2 lunghezze di vantaggio su Inter e Napoli. I nerazzurri, però, devono recuperare la gara con il Bologna e possono raggiungere il primo posto. Il Torino con 39 punti è undicesimo, a metà classifica. Lo 0-0 matura al termine di 90 minuti equilibrati, con poche occasioni create dai due attacchi.

Leggi anche

LA PARTITA

Il primo tempo è come una lunga, interminabile fase di studio. Nonostante il Milan, come la classifica impone, parta in modo arrembante e tenti già dopo due minuti di far male con Saelemaekers, di rientro tra i titolari, murato però da Zima. Il confronto è estremamente muscolare e intenso e il Torino non vuole essere da meno, ma sono ancora i rossoneri a metà frazione a rendersi pericolosi: è di Calabria, infatti, il primo tiro in porta del match: Berisha è attento. Dopo mezz’ora ecco anche il Toro in zona Maignan, non impegnato però né da Belotti né da Ricci e dal suo diagonale.

La ripresa comincia un copione simile alla prima parte, tanto che il gran destro di Vojvoda destinato all’incrocio che Maignan deve impegnarsi per disinnescare dopo cinque minuti, sembra più che altro un episodio fortuito nel cuore della battaglia. Al quarto d'ora ci prova Giroud ma un Bremer ancora una volta eccellente, lo ferma. A metà tempo provvidenziale chiusura di Tomori, dopo un’iniziale dimenticanza, per impedire a Belotti. Alla mezz'ora è invece Tonali a tentare di prendere la situazione in mano, ma Berisha fa buona guardia sul suo mancino.

Al posto di Belotti c’è l’ex Pellegri, desideroso di far male e per poco non ci riesce, venendo fermato dal solito, attento Maignan. Gli ultimi sussulti sono un sinistro di Messias, subentrato per lo sbiadito Diaz, e la richiesta di un rigore sempre da parte dell’ex Crotone per un intervento di Bremer che invece è sul pallone.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza