cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 19:12
Temi caldi

Torna VICE On Sky Tg24, focus susui contenuti originali realizzati in esclusiva per l'Italia

02 febbraio 2016 | 17.39
LETTURA: 2 minuti

alternate text

I temi di attualità che più fanno discutere e le storie più estreme, raccontate attraverso uno sguardo non convenzionale sulla realtà. È la formula, moderna e originale, di VICE on Sky TG24, la serie curata dal gruppo VICE, che torna con la terza stagione il 3 febbraio, per 10 puntate, su Sky TG24. Lo stile di VICE, diretto e senza filtri, racconta storie da ogni parte del pianeta, con un punto di vista diverso, dall’interno, lontano dai canoni del giornalismo mainstream.

VICE on Sky TG24 sarà in onda ogni mercoledì alle ore 21.10 (e in replica il mercoledì e la domenica alle 23) su Sky TG 24 HD (canali 100 e 500 di Sky) e in chiaro su “Sky TG24 – Dentro i fatti con le tue domande” la rete all news di Sky disponibile al canale 50 del Digitale Terrestre.

Anche quest’anno ci saranno i reportage internazionali provenienti dagli angoli più remoti del globo, che hanno reso VICE famosa nel mondo, ma troveranno ancora più spazio i contenuti originali, pensati e realizzati in esclusiva per l’Italia, curati dalla redazione italiana di VICE, che saranno protagonisti assoluti di alcune delle puntate della serie.

Si parte domani con un tema caldissimo e tutto italiano, che sta facendo dibattere profondamente il nostro Paese: le unioni civili. Mentre in Parlamento si discute il disegno di legge Cirinnà, si moltiplicano le manifestazioni pro e contro, con scontri anche accesi. VICE on Sky TG24 si immergerà nell’estremizzazione dello scontro tra i due poli opposti, attraverso il racconto di vita di una coppia di donne sposate all’estero, ora in lotta per i loro diritti in Italia, e di due padri, genitori di due gemelli avuti in California attraverso la Gestazione Per Altri con una “madre surrogata”. E ancora la storia di una vittima di omofobia, ma anche quella dell’Avvocato Gianfranco Amato, presidente dell’associazione “Giuristi per la Vita”, che gira l’Italia tenendo seminari a difesa della “famiglia tradizionale”, e quella di due genitori neocatecumenali, che stanno pensando di mandare i figli in una scuola di Alleanza Parentale, perché spaventati dalla possibilità che in una scuola pubblica possano essere esposti alle “teorie gender”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza