cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

Tv: tornano i Diversity Media Awards, gli oscar dell'inclusione

28 novembre 2020 | 17.02
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Francesca Vecchioni (nello scatto di Jordi Morell)

Tornano per il quinto anno consecutivo i Diversity Media Awards - edizione #staydifferent, gli oscar dell’inclusione che premiano prodotti mediali e personaggi che si sono distinti per una rappresentazione valorizzante della diversità. I Dma, per la prima volta in formula completamente virtuale, saranno trasmessi in streaming TruLive (Trasmissione a Rete Unificata) e sui canali social e digital di Diversity domani, domenica 29 novembre, alle 19:30.

Durante la serata evento, condotta da Melissa Greta Marchetto, saranno consegnati i premi per le categorie Miglior Film Italiano, Miglior Serie Tv italiana, Miglior Serie TV straniera, Miglior Programma TV, Miglior Campagna Pubblicitaria, Miglior Programma Radio, Miglior Prodotto Digitale, Miglior Serie Kids, Influencer dell’anno e Personaggio dell’anno. Tanti gli del mondo della società civile, dello spettacolo, dello sport e della cultura come J-Ax, Heather Parisi, Tiziano Ferro, Malika Ayane, Salvatore Esposito, Jo Squillo, Pietro Turano, Vladimir Luxuria, Costantino della Gherardesca, Yoko Yamada, Immanuel Casto, Fabio Canino, Barbara Bonansea, Roberto Vecchioni, Marina Cuollo, David Blank, Drusilla Foer e Loretta Grace,

L’edizione #staydifferent è anche l’occasione per ripercorrere la storia dei Diversity Media Awards, attraverso i contributi di Francesca Vecchioni, presidente di Diversity e ideatrice dell’evento (nonché figlia del cantante professore Roberto Vecchioni) e dei vincitori e vincitrici che hanno ricevuto il premio negli anni passati, in un racconto corale che testimonia l’impatto che la rappresentazione della diversity attraverso i media ha avuto e sempre avrà sulla società.

Nati nel 2016 come riconoscimento dedicato alla rappresentazione nei media di persone e temi Lgbt + e da sempre attenti all’intersezionalità del racconto in relazione alla diversity, dalla scorsa edizione i Diversity Media Awards si estendono alla rappresentazione della diversità nelle aree genere e identità di genere, orientamento sessuale ed affettivo, etnia, età e generazioni, disabilità.

In perfetto stile Diversity, la call to action a trasmettere i Diversity Media Awards attraverso i propri canali digital e social è aperta a tutti, aziende, broadcaster, publisher ma anche utenti privati: chiunque può unirsi a questa voce e aumentare la forza del messaggio. I nomi di coloro che scelgono di partecipare saranno riportati nella pagina dedicata e tutte e tutti riceveranno un badge di partecipazione che potrà essere inserito da subito sui siti e nelle pagine web come simbolo di adesione al progetto. Per registrarsi e ricevere tutte le istruzioni basta andare sul sito: www.diversitymediaawards.it/dmatrulive

I Diversity Media Awards sono realizzati con il Patrocinio del Comune di Milano e della Commissione Europea, con il sostegno del Comitato Interministeriale per i Diritti Umani e grazie al supporto di aziende come Absolut, Google e Lierac.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza