cerca CERCA
Mercoledì 29 Settembre 2021
Aggiornato: 00:01
Temi caldi

Toscana: a fine 2013 nuovo lieve peggioramento nella produzione manifatturiera (5)

14 aprile 2014 | 14.41
LETTURA: 2 minuti

Eterogeneo il quadro settoriale - A livello settoriale il quadro appare piuttosto diversificato. Molti i comparti in difficoltà, anche se l'entità delle flessioni produttive risultano assai eterogenee. Restano preoccupanti i dati del sistema moda, nel quale soltanto il settore del pelli e cuoio riporta una variazione positiva (+1,0%) mentre il tessile, l'abbigliamento e le calzature flettono rispettivamente del 2,4%, del 3,6% e dell'1,5%. Dopo il recupero del precedente trimestre torna in terreno negativo il dato della meccanica (-1,0%) e si aggrava la performance dell'elettronica (dal -0,6% al -5,9%).

In perdita anche il legno e mobili (-2,8%) e i minerali non metalliferi (-1,8%) e infine sempre con il segno ''-'', anche se in misura più contenuta, la chimica, gomma e plastica (-0,1%). Oltre al già citato dato del settore del pelli e cuoio, gli unici comparti in recupero sono la farmaceutica (+6%), i metalli (+1,9% per effetto di una singola unità locale che risente degli effetti - transitori - di un'importante commessa), l'industria alimentare e le manifatture varie che registrano variazioni decisamente meno significative (+0,5% e +0,9%).

Migliora ma prevale ancora il pessimismo nel clima di fiducia delle imprese - In linea con la precedente rilevazione continua a migliorare il clima di fiducia delle imprese. L'indicatore destagionalizzato della produzione passa dal -5 al -4, delineando un quadro in moderato miglioramento, seppure ancora all'insegna del pessimismo. Oltre che per la produzione si conferma purtroppo negativo il saldo tra ottimisti e pessimisti anche per la domanda interna (-11) e per l'occupazione (-5), che resta una dei principali nodi da sciogliere non solo a livello regionale ma anche nell'intero sistema-paese. L'unico dato positivo interessa la domanda estera per la quale, in linea con i positivi risultati a consuntivo, tra gli operatori del sistema sembra dominare l'ottimismo relativamente alla dinamica dei prossimi mesi (+4 il saldo).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza