cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 09:48
Temi caldi

Toscana: Ausl 3, massaggiatore cardiaco 'Lucas' salva 79enne

24 aprile 2014 | 17.31
LETTURA: 2 minuti

Pistoia, 24 apr. (Adnkronos Salute) - Intervento salvavita ieri pomeriggio ad Abetone. Intorno alle 18, la centrale operativa del 118 di Pistoia ha ricevuto una richiesta di soccorso per un paziente di 79 anni in arresto cardiaco, riferisce l'Ausl 3. Per via telefonica, l'infermiera della centrale ha istruito i presenti su come praticare il massaggio cardiaco in attesa dell'ambulanza. All'arrivo, l'equipaggio della Misericordia di Abetone ha prontamente iniziato le manovre di rianimazione con il Dae (defibrillatore semiautomatico) e in seguito con il massaggiatore esterno 'Lucas', utilizzato per la prima volta.

Il Lucas - ricorda l'azienda saniaria pistoiese in una nota - è uno dei 34 massaggiatori automatici esterni impiegati nella lotta alla morte cardiaca improvvisa donati di recente dalla fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia alla Ausl 3. Il dispositivo garantisce un adeguato supporto cardiocircolatorio ai pazienti colpiti da arresto cardiaco: in attesa del ripristino delle funzionalità del cuore, è infatti necessario eseguire compressioni toraciche efficaci e costanti nel tempo. Utilizzando questo apparecchio, è possibile mantenere sempre uno standard ottimale nella qualità della rianimazione cardiopolmonare effettuata, riducendo al minimo le interruzioni delle compressioni.

All'arrivo dell'automedica di San Marcello il paziente aveva già ripreso un circolo e un respiro spontaneo. Successivamente è stato stabilizzato dall'equipaggio dell'automedica che ha anche inviato i dati clinici in ospedale con il sistema della telemedicina. La trasmissione dell'elettrocardiogramma e la consulenza online con il cardiologo, in tempo reale, hanno permesso di attivare il protocollo operativo al San Jacopo e di allertare i sanitari sull'arrivo dell'urgenza. Il paziente è stato trasferito all'ospedale pistoiese con l'elisoccorso Pegaso 3. Arrivato in condizioni emodinamiche relativamente stabili, è stato condotto in sala di emodinamica e subito sottoposto alla rivascolarizzazione coronarica (angioplastica). Ira si trova ricoverato al livello 1 (terapia intensiva).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza